Libertà di parola. Dieci principi per un mondo connesso

Timothy Garton Ash

Editore: Garzanti Libri
Collana: Saggi
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 26 ottobre 2017
Pagine: 533 p., Rilegato
  • EAN: 9788811673385
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Il manifesto della libertà di espressione per la nostra epoca

«Ci incoraggia a fare un respiro profondo, a esaminare attentamente i fatti e a capire come i principi liberali possono ancora essere applicati e difesi nel nuovo, spaventoso mondo che stiamo costruendo.» - The New York Times

«Un capolavoro di analisi storica e politica.» - Publishers Weekly

«Rivelatore e provocatorio.» - The Guardian

«Un'opera necessaria ed enciclopedica.» - The Observer

«La scelta del tema è senza dubbio tempestiva, la ricerca esauriente e l'erudizione di Garton Ash impressionante.» - The Sunday Times

«Un coraggioso e ammirevole tentativo di costruire una piattaforma attraverso cui sempre più persone possono trovare un terreno comune, anche solo per esprimere il proprio disaccordo.» - Times Literary Supplement

«In un mondo dove la libertà di parola non può mai essere data per scontata, Il liberalismo di Garton Ash è un ottimo punto di partenza per qualsiasi dibattito.» - The New York Review of Books

Mai, nella storia, abbiamo avuto così tante possibilità di esprimere le nostre opinioni: con un semplice accesso a internet, ognuno di noi può pubblicare ciò che desidera e raggiungere milioni di uomini e donne. Eppure mai come oggi siamo costretti a fare i conti anche con i mali e i difetti di una libertà di espressione senza limiti: violenze, intimidazioni, abusi, violazioni della privacy sono all'ordine del giorno. La rapidità delle comunicazioni permette esiti un tempo impensabili: un uomo brucia una copia del Corano in Florida, e in risposta un attentato fa strage di militari americani in Afghanistan. Dopo una vita di studi sulla dissidenza e le dittature, in questo libro Timothy Garton Ash afferma che nel mondo interconnesso di oggi per conciliare libertà e diversità, comunicazione e rispetto umano, è necessario non solo espandere i diritti - non certo censurarli - ma anche ridefinirli. Grazie a un progetto globale condotto insieme all'Università di Oxford e attraverso il racconto di casi esemplari che vanno dalla sua personale esperienza orwelliana con la censura in Cina alle controversie suscitate dalle vignette di «Charlie Hebdo», Garton Ash propone un nuovo modello e un nuovo lessico per interpretare la realtà di oggi, e per far rientrare nei confini della civiltà i conflitti che stanno esplodendo attorno a noi.

€ 21,25

€ 25,00

Risparmi € 3,75 (15%)

Venduto e spedito da IBS

21 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 13,50

€ 25,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 
Indice

Post Gutenberg

Prima parte

Cosmopoli
Parola - Cosmopoli - Cyberspazio, CA 94305 - La lotta per il potere della parola - Grossi cani - Grossi gatti - Potenza al quadrato - Il potere del topolino - Innocenza dei musulmani e perdita dell'innocenza di YouTube

Ideali
Perché l'espressione dovrebbe essere libera? - Quanto dovrebbe essere libera l'espressione? Come dovrebbe essere la libertà d'espressione? - Non solo per legge - Leggi e norme - Offeso? qual è il danno? - Leggere John Stuart Mill a Pechino - Verso un universalismo più universale

Seconda parte

I. Linfa vitale
Liberi e in grado - Nella propria lingua madre - Cercare, ricevere e diffondere - Senza riguardo a frontiere

II. Violenza
Il veto dell'assassino - Modernizzare il test di Brandenburg - Discorsi pericolosi - La guerra giusta? - Di fronte al veto dell'assassino - Le vignette e il dilemma della ripubblicazione - Praticare il conflitto pacifico

III. Conoscenza
Scientificamente parlando - Nel campus - Legiferare sulla storia - Tutto aperto per tutti? - Il bene pubblico attraverso le potenze private - Da Babele a Babble - Homo zappiens

IV. Giornalismo
Media - Non soggetti a censura, ma non senza limiti - Improntati alla diversità: il pluralismo mediatico fra soldi e politica - Dal Daily Me al Daily Kiosk - Affidabili: chi è il giornalista? Cos'è il buon giornalismo? - Verso una Pnice in rete

V. Diversità
Apertamente e con vigore ma civilmente - Imporre la civiltà - Perché le democrazie mature dovrebbero andare oltre le leggi contro l'istigazione all'odio - Creare una società civile - Arte e umorismo - Pornografia - Civiltà e potere

VI. Religione
La tesi a favore del trattamento privilegiato - Che cos'è la religione? - Due generi di rispetto - Per legge o per consuetudine? - Il problema legato all'islam - Tolleranza

VII. Privacy
Siamo mai soli? - Privacy, reputazione e pubblico interesse - I terreni di gioco dei potenti - Processo su Twitter - Difendere la propria reputazione - Diritto all'oblio? - Non fatevi zuckare - Giano l'anonimo

VIII. Segretezza
La sicurezza e il principio di contestazione - Il prezzo della segretezza - Quando le leggi servono - Chi sorveglierà i sorveglianti? - Whistleblower e leaker: un supporto essenziale - Il problema delle fonti ben posizionate - L'importanza di non essere anonimo

IX. Iceberg
Iceberg - Unica rete, governata da chi? - Neutralità della rete - Privatizzare ed esporre la censura - Algoritmi etici? - Il denaro alza troppo la voce

X. Coraggio
Coraggio - Due spiriti di libertà

Sfida