Categorie
Editore: Il Mulino
Collana: Intersezioni
Anno edizione: 2006
Pagine: 123 p. , Brossura
  • EAN: 9788815113719

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    20/04/2009 15.31.03

    Linea Gotica è un libro di estremo interesse, perché sono le memorie di Moscioni Negri del periodo intercorrente fra i giorni immediatamente successivi all’8 settembre 1943 e l’avvenuta liberazione delle Marche e di Pesaro, lasso di tempo durante il quale operò nelle formazioni partigiane. L’importanza del libro è costituita dall’analisi dell’autore dei motivi che l’hanno spinto ad aderire alla Resistenza, compendiati sinteticamente nella completa sfiducia nei confronti del regime fascista e dei nostri comandi militari per la disfatta subita in Russia, nonché nell’amara constatazione dell’incapacità del Re e dei suoi generali di organizzare almeno l’armistizio, con tutte le conseguenze che si ebbero. Inoltre, e questo è tanto più importante nell’imminenza della ricorrenza del XXV aprile, l’autore marchigiano dimostra lungimiranza nel prendere atto che, a liberazione avvenuta, ritornarono in auge e al posto di comando i vecchi antifascisti che, con il loro comportamento passivo, molto avevano contribuito all’ascesa di Mussolini; a questi si unirono ben presto i soliti profittatori, che avevano fatto lauti affari durante il fascismo e sotto l’occupazione tedesca, nonché figure notoriamente di spicco nel ventennio, insomma si era combattuto e sofferto solo per sollevare un vero e proprio polverone senza che nulla cambiasse. E così lo spirito della Resistenza, le sue speranze, i suoi ideali cominciarono subito a disperdersi, affondando nella palude putrida del dopoguerra grazie al vecchio ordine che riprendeva i posti di comando. Ai giovani che avevano combattuto, che sognavano un’Italia nuova e diversa, non rimase altro che constatare con amarezza che l’avevano fatto invano. E il senso dell’onore di Moscioni non è quello retorico che si richiama in tante cerimonie, ma è la dignità offesa di ogni essere umano che si sente considerato una semplice pedina di un gioco, per lo più sporco, realizzato da pochi altri. Linea Gotica è un libro assolutamente da leggere.

Scrivi una recensione