Categorie

Claudio Marazzini

Editore: Il Mulino
Collana: Manuali
Edizione: 2
Anno edizione: 2015
Pagine: 398 p. , Brossura
  • EAN: 9788815252302

Indice

Premessa

PARTE PRIMA L'ITALIANO E GLI STRUMENTI DEL LINGUISTA

I. Varietà dello spazio linguistico italiano

1. L'italiano tra le lingue d'Europa

2. Dove si parla italiano

3. Alloglotti d'Italia

4. I dialetti d'Italia

5. L'importanza della letteratura dialettale

6. Gli italiani regionali

7. L'italiano popolare

8. Testi antichi e moderni in italiano popolare
8.1 Il libro dei conti d Maddalena pizzicarola di Trastevere
8.2 Lettera di un emigrato politico

9. L'italiano standard o comune

II. Nozioni elementari di fonetica e grammatica storica

1. La trascrizione fonetica

2. Fonetica e grafia dell'italiano

3. Nozioni elementari di grammatica storica
3.1 Fenomeni del vocalismo
3.2 Fenomeni del consonantismo
3.3 Morfologia
3.4 Sintassi
3.5 Confronto tra fiorentino e italiano standard

III. Gli strumenti della disciplina

1. Nascita e consolidamento della disciplina

2. Dalla Storia di Migliorini ai nuovi manuali

3. Riviste scientifiche

4. Grammatiche storiche

5. Grammatiche descrittive e normative

6. Manuali di filologia, metrica e retorica

7. Atlanti linguistici

8. Dizionari dell'uso

9. Dizionari storici

10. Dizionari etimologici

11. Risorse elettroniche e strumenti di consultazione in Internet

12. Toponomastica e onomastica

PARTE SECONDA STORIA DELLA LINGUA ITALIANA

IV. Origini e primi documenti

1. Dal latino all'italiano

2. Nasce una lingua

3. I più antichi documenti

4. Primi testi letterari

V. I più antichi documenti dell'italiano. Esame diretto di alcuni testi

1. L'Indovinello veronese

2. Il graffito della catacomba di Commodilla

3. Il Placito capuano

4. L'iscrizione di San Clemente

VI. Il Duecento

1. Il linguaggio poetica dai Provenzali ai Siciliani

2. Documenti poetici centro-settentrionali

3. Dante, primo teorico del volgare

4. La formazione della prosa

VII. Documenti letterari dalle Origini al Duecento. I poeti siciliani e la prima prosa

1. Versi in volgare italiano scritti da uno straniero: Rambaldo di Vaqueiras (XII sec.)

2. Le prime raccolte poetiche e il problema della lingua dei Siciliani

3. Guido Faba: la prima prosa

4. La prima prosa narratica toscana: il Novellino

VIII. Il Trecento

1. Dante e il successo del toscano

2. Varietà linguistica della Commedia

3. Il linguaggio lirico di Petrarca

4. La prosa di Boccaccio

5. Volgarizzamenti e scritture pratiche

IX. Le Tre Corone fondamento della «linea toscana». Esempi di edizione e prove di lettura

1. L'edizione critica e il problema dell'edizione della Commedia di Dante

2. Il Canzoniere di Petrarca e la filologia d'autore

3. Il Decameron di Boccaccio

4. Il De Vulgari eloquentia di Dante: un esempio di latino del Medioevo

5. La Cronica dell'Anonimo romano: un capolavoro non toscano

X. Il Quattrocento

1. L'Umanesimo latino

2. Le discussioni degli umanisti sulla nascita del volgare

3. Una nuova fiducia nel volgare: Leon Battista Alberti e la prima grammatica

4. L'Umanesimo volgare

5. La lingua di coinè e le cancellerie

6. L'influenza della letteratura religiosa

7. La rivoluzione della stampa

8. Macaronico e polifilesco: miscele a base di latino

9. Fortuna del toscano letterario

XI. Documenti di cultura umanistica. Grammatica, scrittura di corte, miscele tra volgare e latino

1. La Grammatichetta vaticana di Leon Battista Alberti

2. Una lettera di Ferdinando d'Aragona re di Napoli al figlio

3. Miscela letteraria di volgare e latio: un esempio di polifilesco

4. L'Arcadia di Sannazaro

XII. Il Cinquecento

1. Una gara tra italiano e latino

2. Pietro Bembo e la «questione della lingua»

3. Altre teorie: «cortigiani» e «italiani»

4. La cultura toscana di fronte a Trissino e a Bembo

5. La stabilizzazione della norma linguistica

6. Il ruolo delle accademie

7. La varietà della prosa

8. Il mistilinguismo della commedia

9. Il linguaggio poetico

10. La Chiesa e il volgare

XIII. Fiorentino di Bembo e fiorentino di Machiavelli

1. Le Prose della volgar lingua di Pietro Bembo

2. Il Dante e il Petrarca aldini

3. Il fiorentino vivo: Machiavelli commediografo

4. Il toscano cancelleresco di Machiavelli

5. Le tre edizioni del poema di Ariosto

XIV. Il Seicento

1. Il Vocabolario degli Accademici della Crusca

2. L'opposizione alla Crusca

3. Il linguaggio della scienza

4. Il melodramma

5. Il linguaggio poetico

6. Le polemiche contro l'italiano

7. La letteratura dialettale e la toscanità rustica e popolare

XV. Crusca e anticrusca

1. Dalla dedicatoria A' Lettori del Vocabolario degli Accademici della Crusca ed. 1612

2. Qualche voce dalla Crusca

3. Tassoni avversario della Crusca

XVI. Il Settecento

1. L'italiano e il francese nel quadro europeo

2. Filosofia del linguaggio

3. Riforme scolastiche e divulgazione

4. La lingua della conversazione

5. Il linguaggio teatrale e il melodramma

6. Il linguaggio poetico

7. La prosa letteraria

XVII. Trattatistica illuminista e uso del francese

1. Gli illuministi della rivista «Il Caffè»

2. Cesarotti, dal Saggio sulla filosofia delle lingue

3. Il francese e gli appunti di lingua di Alfieri

4. Goldoni veneziano, italiano e francese

XVIII. L'Ottocento

1. Purismo e classicismo

2. La soluzione manzoniana alla «questione della lingua»

3. La stagione d'oro della lessicografia

4. Effetti linguistici dell'Unità politica

5. Le teorie di Ascoli

6. Il linguaggio giornalistico

7. La prosa letteraria

8. Il linguaggio poetico

XIX. Manzoni, manzoniani e antimanzoniani

1. Manzoni postilatore della Crusca veronese

2. Correzioni manzoniane ai Promessi sposi: l'edizione interlineare

3. Una correzione manzoniana con figura

4. I questiti di Manzoni a Emilia Luti

5. La Relazione del 1868

6. Due dizionari dell'Ottocento: il Giorgini-Broglio

7. Il Proemio all'«Archivio glottologico italiano» di G.I. Ascoli

XX. Il Novecento e l'inizio del nuovo millennio

1. Nuove tendenze novecentesche

2. L'oratoria e la prosa d'azione dalla guerra al fascismo

3. La politica linguistica del fascismo

4. Il linguaggio letterario nella prima metà del secolo

5. Dal «neoitaliano» di Paolini alla lingua standard

6. Verso l'unificazione: mass media e dialetti

7. L'italiano dell'uso «medio» e la «lingua selvaggia»

8. L'italiano del nuovo millennio

XXI. Il neo-italiano in fabbrica e in azienda

1. Pier Paolo Pasolini, dalle Nuove questioni linguistiche

2. Un campione di linguaggio aziendale (2010)

3. Tullio De Mauro, dalla Postfazione al GRADIT

Riferimenti bibliografici

Indice delle figure

Indice degli argomenti

Indice delle forme

Indice dei nomi