Le liriche degli anni di Parigi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Alfredo Casella
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Tactus
Data di pubblicazione: 7 settembre 2018
  • EAN: 8007194106701

€ 15,21

€ 16,90
(-10%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 16,90 €)

Alfredo Casella fu senz’altro il più ‘europeo’ dei compositori della celebre «generazione dell’ottanta»: giunto a Parigi sulla strada del pianoforte, dapprima come studente poi come affermato concertista, visse a pieno il variegato movimento culturale che intrise la capitale francese nei primi anni del Novecento, in cui musica, pittura, danza e poesia rappresentavano le principali tendenze di tutto il mondo artistico del continente. Le liriche per canto e pianoforte ci indicano uno dei tramiti più sensibili nel mostrare come il giovane torinese abbia saputo confrontarsi con una cultura che trovava nella melodie un luogo privilegiato nella sottigliezza di riverberi scaturenti dall’intrecciarsi della musica con la poesia, sul fondale di una consuetudine sociale reso risonante da preziose screziature letterarie. La voce di Lorna Windsor, accompagnata dal pianoforte di Raffaele Cortesi, ci svela in tutte le sue sfumature il percorso di queste composizioni, composte nel periodo di permanenza di Casella nella stimolante fucina culturale di una Parigi all’apice della sua importanza sociale e artistica.
Disco 1
1
Cinq Lyriques op. 2 (1902-1903) Larmes
2
Cinq Lyriques op. 2 (1902-1903) C’était un songe
3
Cinq Lyriques op. 2 (1902-1903) Temps de neige
4
Cinq Lyriques op. 2 (1902-1903) Rêverie
5
Cinq Lyriques op. 2 (1902-1903) Nuageries
6
Cinq Lyriques op. 2 (1902-1903) La Cloche fêlée op. 7 (1904)
7
Trois Lyriques op. 9 (1905) Soir païen
8
Trois Lyriques op. 9 (1905) Soleils couchants
9
Trois Lyriques op. 9 (1905) En ramant (La Mer)
10
Trois Lyriques op. 9 (1905) Sonnet op.16 (1910)
11
Due Canti op. 21 (1913) Pianto antico
12
Due Canti op. 21 (1913) Il bove
13
Deux Chansons Anciennes op. 22 (1912) Golden slumbers kiss your eyes
14
Deux Chansons Anciennes op. 22 (1912) Flaïolet
15
L’Adieu à la vie op. 26 (1915) O toi, suprême accomplissement de la vie
16
L’Adieu à la vie op. 26 (1915) Mort, ta servante, est à ma porte
17
L’Adieu à la vie op. 26 (1915) A cette heure du départ
18
L’Adieu à la vie op. 26 (1915) Dans une salutation suprême
  • Alfredo Casella Cover

    Compositore e pianista. Avviato allo studio del pianoforte dalla madre, visse fino all'età di 13 anni nella città natale, frequentando un ambiente musicale che stava riscoprendo i classici e avvertiva (soprattutto con G. Martucci) l'esigenza di una rinascita della musica strumentale italiana. Trasferitosi nel 1896 a Parigi, continuò lo studio del pianoforte e della composizione in quel conservatorio. Fu allievo di G. Fauré, che insieme a Debussy, Mahler e Strauss, esercitò un sensibile influsso sulle sue prime opere. A Parigi C. venne inoltre a contatto con personalità come quelle di Ravel e di Stravinskij e con la musica di Schönberg, ricevendone impulsi e suggestioni vari e complessi: da una parte l'invito al «dubbio tonale», che determinò la sua produzione fra il 1914 e il 1918, volgendola... Approfondisci
Note legali