Categorie

Joseph Conrad

Traduttore: A. Ceni
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
Pagine: 354 p.
  • EAN: 9788807821608

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    camilletta85

    12/03/2013 19.24.02

    La valutazione non può che essere alta. Molto alta. Questo perchè Lord Jim è un'opera fuori dal comune, molto ambiziosa, che nonostante lo stile spesso ostico ed enigmatico e un taglio non certo avventuroso o "salgariano", concentra in sè svariate tematiche. Al centro si pone non tanto il senso di colpa del protagonista quanto la stessa condizione umana di cui JIm è l'emblema tragico e sfortunato. Conrad dimostra di avere una visione molto pessimistica della condizione e della società umana, fondata sulla ingiustizia, dove prevalgono gli uomini violenti o vili (emblematiche le figure di Cornelius e il pirata Browne) e soccombono uomini che, nonostante le loro colpe, siano capaci di pentimento, ardimento e generosità. Memorabile la frase sulla irreversibilità della perdita della dignità. Non riesco a dare 5/5, per via della scrittura spesso ermetica di Conrad, per la quale sovente il lettore perde il filo del discorso e non comprende chi sia il soggetto narrante. Consiglio di non perdersi d'animo e concludere la lettura.

  • User Icon

    dario

    30/01/2007 19.02.49

    Il romanzo è molto bello, ben scritto, con trovate intelligenti e analisi profonde. Chi si aspetta un romanzo d'avventure, non ha capito nulla di Conrad.

  • User Icon

    Marco

    29/12/2005 14.02.59

    Il libro è un capolavoro (superiore per me al resto della produzione di Conrad). La figura di Jim parla a ciascuno di noi delle nostre colpe e/o sensi di colpa (che forse sono la stessa cosa). Una fatica di vivere e sopravvivere, quella di Jim, che Silvio D'Arzo rieccheggerà, anche se in un contesto diverso, nel suo "Casa d'altri" (testo misconosciuto che Montale considerava "il" racconto del '900). La tecnica narrativa di Conrad è sopraffina, le immagini e l'indagine psicologica che propone sono modernissime.

  • User Icon

    guenda87

    02/09/2004 12.02.24

    Veramnete deludente!Me lo avevano descritto come un libro fantastico, ma a quanto pare, a parer mio si sono veramente sbagliati... Nonostante appartenga ad un genere avventuroso che di solito prende il pubblico, questo libro manca completamente di sorpresa e soprattutto è terribilmente lento...

  • User Icon

    Eli

    02/09/2002 18.09.34

    Permettetemi di aggiungere la lode al mio voto. Un libro dalla trama molto avvincente, strepitosa, a mio avviso, la prima parte. L'autore sviscera in modo magistrale il tema del senso di colpa e della solitudine. Non poteva essere espresso meglio il concetto di come un istante possa cambiare radicalmente la vita di una persona.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione