Lungo la via incantata. Viaggio in Transilvania

William Blacker

Traduttore: M. G. Gini
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 9 maggio 2012
Pagine: 335 p., Brossura
  • EAN: 9788845926921
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Non è strano che Patrick Leigh Fermor dicesse di tenere questo libro "vicinissimo al cuore". All'inizio degli anni Trenta Leigh Fermor aveva infatti attraversato, diretto a Costantinopoli, la Transilvania, ricavandone la materia forse più calda per il suo grande libro di viaggi, Tra i boschi e l'acqua. Per William Blacker, tuttavia, quella stessa regione dell'attuale Romania sembra essere non la meta di un viaggio, quanto piuttosto uno stato della mente, o degli occhi. Blacker la visita quasi per caso poco dopo la caduta del Muro e, incantato da tutto ciò che vede, decide di stabilirsi nel suo distretto più remoto, il Maramures, adeguandosi a uno stile di vita immutato da secoli. Ma il demone dell'irrequietezza lo attrae presto più a sud, dove le montagne digradano nelle colline della Terra dei Sassoni. Qui Blacker trova un mondo completamente diverso, e assai più movimentato. I lindi e inappuntabili sassoni sono in gran parte emigrati in Germania, e nelle loro case si è insediato il popolo degli zingari, la cui capacità di inventare storie, per poi impersonarle, colpisce almeno quanto l'incapacità di districarsene. Da qui in poi - da quando cioè nella vita di Blacker entrano Natalia e Marishka, due sorelle diversissime, e ugualmente indimenticabili quella che era cominciata come una serena elegia su un'Europa scomparsa si trasforma in una rapsodia zigana: a volte languida, a volte scatenata, ma alla quale in ogni caso è impossibile non abbandonarsi.

€ 19,55

€ 23,00

Risparmi € 3,45 (15%)

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    silvia

    07/08/2016 15:38:22

    Ho letto questo libro subito dopo una vacanza in Transilvania e devo dire che mi sono ritrovata in molte descrizioni fatte, soprattutto delle campagne in cui l'autore ha trascorso diversi anni. I contrasti tra la vita della semplice della campagna e quella piu moderna delle città piu grandi. Un libro autentico, fantastico, che ti fa apprezzare un popolo che molto spesso non è considerato come si dovrebbe. Lo consiglio a tutti.

  • User Icon

    Manuel

    07/12/2013 14:12:18

    bisognerebbe dare la possibilità all'utente che ha dato un punto di darne 5, vista la sua recensione è evidente che ha fatto confusione sulla scala di punteggio. ottimo libro, fa sognare un ritorno alla vita agreste. non gli do 5 semplicemente per una questione di gusti personali: avrei preferito più riflessioni da parte dell'autore invece che un puro racconto di svolgimento fatti. comunque consigliato.

  • User Icon

    gianluca guidomei

    30/10/2012 19:16:20

    "Loro" sono gli zingari. Forse le vie incantate non esistono più, ma un libro come questo, una vera e propria esperienza antropologica, può riuscire a farle rivivere. Un viaggio in un mondo antico e selvatico, tra laboriosi contadini e zingari "spaesati". La nostalgia in questi casi non è un freno al progresso, ma un modo di tenere stretti quegli sprazzi di umanità e autenticità che stiamo perdendo.

  • User Icon

    Pierangelo

    08/10/2012 20:58:18

    Ottimo libro. Non ho mai nutrito nessun particolare interesse per la Romania, ma questo racconto, frutto della reale esperienza dell'autore fra belle zingare, gente strana, tradizioni immutabili e paesaggi soavi, fa venire proprio voglia di visitare quei luoghi.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione