Macbeth

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Justin Kurzel
Paese: Francia; Gran Bretagna
Anno: 2015
Supporto: DVD
Salvato in 30 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 6,24 €)

Lady Macbeth: «Qui sa ancora di sangue: non varran tutti i balsami d'Arabia a profumar questa piccola mano.» - William Shakespeare

«Giganteggiano le due performance principali di Michael Fassbender e di Marion Cotillard circondati da comprimari di classe.» - Repubblica.it

Adattamento cinematografico del capolavoro shakespeariano. La rovinosa metamorfosi del valoroso generale Macbeth, signore di Glamis, che conosce la gloria e l'onore, ma viene condotto alla rovina dalla sua cupidigia. Ambientato nel paesaggio crudo della guerra civile in Scozia, Macbeth è la storia di un animo grande e generoso corrotto da avidità e spietata ambizione.
3,5
di 5
Totale 4
5
0
4
3
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marco

    12/05/2020 16:16:18

    Note negative: il film appare lento in alcune scene e le slow-motion sembrano ricordare il “300” che poco (niente) ha in comune con questo Macbeth. Per il resto, Michael Fassbender sembra davvero nato per questa parte, sia la sua interpretazione che quella di Marion Cotillard sono impeccabili. La storia è molto fedele a quella originale e durante tutto il film si respira un’area teatrale, ulteriormente enfatizzata dai monologhi dei protagonisti, che, quasi come un flusso di coscienza,accompagnano lo spettatore e lo aiutano a comprendere sensazioni e paure. La recitazione estremamente teatrale viene completata dalle bellissime ambientazioni. Sembra come se cinema e teatro avessero trovato il modo perfetto in cui legarsi.

  • User Icon

    Roberto

    20/08/2019 11:52:33

    La pellicola rende perfettamente il clima cupo del testo originale. Fotografia davvero notevole

  • User Icon

    Gianluca

    19/08/2019 23:58:47

    Il testo di Shakespeare è geniale, ben costruito e fornirebbe un ottimo spunto per un film. Il linguaggio teatrale, però, particolarmente non attuale richiederebbe un adattamento, specialmente per risultare adeguato al canale cinematografico. Ciò non è avvenuto, in questo caso. Anche gli attori, soprattutto quelli maschili, non sempre sembrano convincere (forse anche a causa del 'non adattamento'). In compenso, bellissime e spettacolari fotografia e scenografia, soprattutto nelle scene finali.

  • User Icon

    Cristina

    20/09/2018 15:54:12

    La versione della celebre opera di William Shakespeare che ci propone il regista australiano Justin Kurzel, coadiuvato dal fratello Jed che cura le scarne quanto efficaci musiche, restituisce i temi fondamentali della tragedia, ovvero la violenza, la brama di potere e la conseguente caduta del malvagio Macbeth, affidandosi anche agli spettacolari paesaggi, fortemente valorizzati e che contemporaneamente valorizzano la pellicola e la storia attraverso la loro desolazione e un'atmosfera rarefatta. Le brughiere sconfinate e spazzate dal vento sono scenari che ben si prestano sia alle scene di battaglia sia alle apparizioni di misteriosi spiriti che con le loro parole daranno il via all'intera tragedia. Sebbene alleggerendo di molto il testo shakespeariano con tagli che riguardano sia battute molto famose sia interi monologhi, la storia non ne paga dazio e non smarrisce la sua bellezza e potenza, che viene anzi esaltata dalle ottime prove attoriali di Michael Fassbender e Marion Cotillard che danno vita a due personaggi dagli sguardi vuoti, disperati, insonni, specchi di due anime nere che per troppa sete di potere si sono macchiate di terribili delitti. Infine, all'interno di un film che fa delle immagini spettacolari il suo punto di forza, spicca soprattutto la scena della battaglia finale in cui l'ultima delle profezie delle tre sorelle viene rivisitata in una chiave insolita ma sicuramente efficace e suggestiva: era stato predetto che la definitiva caduta di Macbeth sarebbe iniziata quando la foresta di Birnam avesse camminato verso il castello di Dunsinane, nel testo shakespeariano la profezia si avvera in quanto i soldati portano con loro dei ramoscelli d'albero per confondere il loro numero mentre nel film Birnam viene data alle fiamme e gli alberi si muoveranno alla volta del castello sotto forma di cenere. In una luce rosso fuoco e avvolti da una pesante coltre di fumo Macduff e Macbeth si sfidano all'ultimo sangue fino alla sconfitta di quest'ultimo.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente

Un adattamento rigoroso, canonico, esteticamente ammirevole e storicamente corretto

Trama
Macbeth, valoroso condottiero, cede alla propria sete di potere per seguire la profezia che lo ha indicato come il futuro re di Scozia, fomentato dalla moglie la cui ambizione è assai piu' intensa e frustrata della propria. L'ascesa al trono di Macbeth prevede l'eliminazione fisica del reggente in carica, e sarà seguita da una serie di delitti sempre più efferati, poichè l'uomo, divorato da dubbi e paure, vede ostacoli in chiunque. E Lady Macbeth si renderà conto di aver creato un mostro che non può più controllare.

  • Produzione: Eagle Pictures, 2016
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 113 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2
  • Contenuti: interviste; foto
  • Marion Cotillard Cover

    Attrice francese. Figlia d’arte, s’impone giovanissima nel successo popolare di Taxxi (1998) di G. Pirès, confermandosi nei due successivi sequel (2000 e 2003, entrambi per la regia di G. Krawczyk). Fisico minuto, tratti infantili nel viso deliziosamente imbronciato, un sex appeal quieto che esplode improvviso, è perfetta nell’epica amorosa dall’infanzia alla vecchiaia di Amami se hai coraggio (2003) di Y. Samuell. Anche Hollywood si accorge di lei e le affida figure femminili sospese tra lo stereotipo e l’originalità in Big Fish (2003) di T. Burton e in Un’ottima annata - A Good Year (2006) di R. Scott. Il ruolo di E. Piaf, nel biopic La vie en rose (2007) di O. Dahan, in cui dà prova di grande talento mimetico, le guadagna un enorme successo di critica (coronato, tra gli altri, dall’Oscar... Approfondisci
Note legali