Recensioni Macbeth. Testo inglese a fronte

  • User Icon
    07/09/2020 15:21:52

    Due generali di re Duncan, Macbeth e Banquo, incontrano tre strane donne in una brughiera scozzese, durante il loro viaggio di ritorno verso casa, dopo aver combattuto in battaglia. Proprio qui le tre streghe formulano alcune profezie: "Salve Macbeth, che d'ora in poi sarai re!" (Atto I, scena 3^). Le tre fatidiche sorelle, salutano Macbeth col suo titolo nobiliare, e gli predicono che oltre conte di Glamis, diventerà anche conte di Cawdor, ed infine re di Scozia. A Banquo invece dicono che sarà meno felice, ma più felice, e che non sarà re, ma padre di una stirpe di sovrani. Macbeth scrive una lettera alla moglie dove racconta gli ultimi avvenimento, riferendogli della predizione, inoltre informa sua moglie della prossima visita di re Duncan al loro castello. Quando Lady Macbeth la riceve, giura che lo aiuterà a diventare re, usando qualsiasi mezzo e non fermandosi di fronte a niente. Nonostante Macbeth sia valoroso e poco incline ad azioni disoneste o violente, per soddisfare la sua ambizione di diventare re, decide di uccidere il re Duncan, incoraggiato dalla moglie, molto più determinata di lui e molto più ambiziosa. L'ambizione del Macbeth nasce dalla profezia delle tre streghe. Per completare la profezia, la moglie lady Macbeth spinge suo marito all'omicidio del re. Una volta che Macbeth e lady Macbeth sono sovrani di Scozia, la loro coscienza non regge il peso dell'atto compiuto, trasformando le loro vite in una sorta di incubo fatto di apparizioni di fantasmi, paure, rimorsi. Macbeth non riuscirà più a dormire e la moglie diventerà sonnambula. Macbeth è preda delle proprie follie visionarie: fa uccidere Banquo e quella stessa sera durante una cena gli compare davanti sotto forma di spirito. Molti personaggi muoiono: il re di Scozia Duncan per primo, poi il generale e amico Banquo, la moglie e il figlioletto del nobile Macduff a causa della criminosa volontà di potere di Macbeth, sostenuto dalla spregiudicata consorte.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/05/2020 13:20:35

    Ottimo libro, edizione ben fatta!!!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    16/05/2020 13:45:23

    Una delle opere più brevi di Shakespeare, ma non per questo meno avvincente (e angosciante)! Lotte per il potere, drammi interiori e crolli emotivi, in una tragedia che non ha niente da invidiare ai thriller contemporanei!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/05/2020 21:03:31

    Intensa tragedia di Shakespeare, un'opera senza tempo in cui ritrovare l'umanità così come la conosciamo: ambiziosa, logorata, perennemente divisa tra bene e male. Ho trovato la traduzione davvero ottima.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/05/2020 16:01:11

    Un libro meraviglioso e spettacolare. Da leggere assolutamente!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/05/2020 10:16:09

    Leggerlo e rileggerlo. All’infinito.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/05/2020 08:31:57

    Lo sto leggendo ora e devo dire che è molto coinvolgente

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    Mn
    12/05/2020 08:29:44

    Opera grandiosa che apre un mondo. Diversa dalle altre dello stesso autore, forse per questo più interessante

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/05/2020 08:05:17

    Bellissimo. Un viaggio nella mentre contorta dell'uomo, rovinata dall'ambizione e da ambigue promesse. Una lezione per tutti quanti noi, per capire fin dove possiamo spingerci. Dove possono portarci l'invidia e la fame smodata per il successo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/05/2020 00:04:40

    Un grande classico shakespeariano. La distruzione di un uomo assetato di potere. Consigliato

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 22:24:00

    Ottima edizione della tragedia di Shakespeare, molto ben curata sia nelle note sia nella traduzione (ovviamente presenta anche il testo originale inglese a fronte). Bellissima la copertina come tutte quelle delle tragedie di Shakespeare della stessa collana Feltrinelli. Per quanto riguarda l'opera in sé, il Macbeth penso sia l'opera più cupa e violenta di Shakespeare, quella più ricca di riferimenti magici e soprannaturali. Una storia di ambizione e di sangue ricca di maledizioni, inganni, sonnambulismo e apparizioni spettrali. Capolavoro assoluto come quasi tutte le tragedie del Bardo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 12:46:36

    Leggerlo è stato una sofferenza (in positivo). Un capolavoro.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/03/2020 08:37:30

    Un grande classico dell'autore inglese, da leggere anche se personalmente non la ritengo l'opera più interessante di Shakespeare

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/03/2020 11:55:27

    Una delle più famose tragedie di Shakespeare, assolutamente da leggere. Edizione molto curata, ottima per la presenza del testo originale inglese a fronte, per la traduzione, le note e l'introduzione. Molto bello anche lo stile della copertina.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 20:57:22

    Un'opera grandiosa, profonda e inevitabilmente affascinante come d'altronde tutte quelle che sono state scritte dall'autore inglese. Si sa che l'opera teatrale è sempre meglio vederla messa in scena, ma per chi non ha avuto ancora questo piacere o chi vuole prima leggere la storia per poi arrivare a teatro, ecco un bel volume edito da Feltrinelli. All'interno troverete sia il testo italiano che il testo originale. Vi immergerete in una storia ricca di confittualità, caratterizzata da ambizioni, sogni,sangue,uccisioni,premonizioni,tradimenti e anche un pizzico di magia.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/03/2019 21:41:10

    La trama è scontata. Fin dall'inizio è comprensibile come andrà a finire la vicenda. Nonostante ciò il libro non risulta, nel complesso, scontato bensì molto avvincente. Ciò che attrae l'attenzione del lettore non è la storia in se ma la reazione emotiva del protagonista conseguentemente all'accaduto. Bellissimo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/03/2019 13:34:24

    Opera teatrale celeberrima di Shakespeare, composta nei medesimi anni di King Lear. Nonostante risalga all'epoca elisabettiana, al diciassettesimo secolo, i temi presenti sono più che attuali: valore alla parola come esaltatrice della verità, personaggi disposti a tutto pur di raggiungere i propri obiettivi. La lettura richiede una grande concentrazione essendo scritta con uno stile ricercato (non a caso Shakespeare era rivolto alla nobiltà maggiormente).

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/03/2019 12:13:29

    All’inizio dell’opera Macbeth e Banquo, due generali, incontrano tre streghe – le stesse con le quali ha inizio la tragedia stessa – che predicono la salita al trono di Scozia prima di Macbeth e poi della progenie di Banquo. Lady Macbeth venuta a conoscenza di ciò preme sul marito affinché venga ammazzato l’attuale re, Duncan, facendo ricadere la colpa sui servi e in modo che i figli fossero sospettati di tradimento. Da lì ha inizio l’ascesa dell’uomo non solo al potere, ma anche al regno degli inferi della crudeltà e spietatezza: e se la spinta gli è stata data dalla moglie, il resto lo fa anche senza bisogno di alcun convincimento. Le tre streghe hanno un ruolo fondamentale in quanto con le loro profezie ricche di insidie e sotterfugi monoplano il mondo attorno a loro, facendo sì che tutto vada proprio come loro vogliono. Inizialmente potrebbero sembrare dei lucky charms, ma a ben vedere ciò che portano è solo sventura: per quanto ciò che dicono possa sembrare rassicurante, per quanto Macbeth si convinca di essere al sicuro e protetto, la ruota della fortuna gira per tutti e Shakespeare decide di non farla soffermare troppo dal lato di Macbeth.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/03/2019 20:42:32

    Macbeth è decisamente uno dei personaggi che più mi sta antipatico. La sua sete di potere è qualcoisa di davverro orrendo, non guarda in faccia a nessuno amici, commilitoni ecc ecc in tutto ciò la moglie è esattamente come lui tanto che partecipa ai suoi crimini e lo appaggia nelle sue scelte sanguinose. Non riesco a trovare nessun lato positivo o bello in questo personaggio e in fin dei conti mi viene da dire : Ben ti sta quello che ti succede. Il male è il protsgonista di questa opera incarnato prima dalle streghe e poi dalle scelte del personaggio. Il male capace di corrompere anche i cuori più coraggiosi e onesti. Tematica quanto mai attuale visto le vicende che accadono nel mondo ma qui da noi non c'è la componente del soprannaturale ( nell opera sono le streghe) e tutto una questione di animo umano ed interessi abominevoli. Il personaggio di Banquo visibile solo a Macbeth rappresenta la coscienza che lui ha perduto e il senso di cola che lo affligge dopo gli innumerevoli cirmini commessi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/09/2018 17:21:06

    Di Shakespeare avevo già letto "Romeo e Giulietta", il quale non mi aveva particolarmente colpito. Con la lettura di "Macbeth" invece, Shakespeare mi ha conquistata! Il testo è molto facile da leggere e la traduzione è ottima. I personaggi sono sicuramente l'elemento dell'opera che più mi ha colpito: complessi, per niente banali e carismatici. L'ambientazione e la storia sono ben descritte e ti permettono di essere partecipe alla vicenda. Dopo la delusione di "Romeo e Giulietta", sono contentissima che questo mi sia piaciuto. Consigliatissimo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/09/2018 17:16:53

    Shakespeare è fantastico, le sue opere sono leggere, non è necessario molto tempo per leggerle, le trame sono interessanti. Il mio personaggio preferito di questa tragedia è Lady Macbeth. Spero che avrete voglia di conoscerla.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/09/2018 05:37:54

    Fantastico, l'ho letto tutto d'un fiato!

    Leggi di più Riduci