La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello Stato fascista - Guido Melis - copertina

La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello Stato fascista

Guido Melis

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2018
Pagine: 616 p., Brossura
  • EAN: 9788815274311

70° nella classifica Bestseller di IBS Libri Società, politica e comunicazione - Politica e governo - Ideologie politiche - Fascismo e Nazismo

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 32,30

€ 38,00
(-15%)

Punti Premium: 32

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello Stato fascis...

Guido Melis

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello Stato fascista

Guido Melis

€ 38,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello Stato fascista

Guido Melis

€ 38,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 38,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vincitore del Premio Viareggio Rèpaci 2018 - sezione saggistica
Vincitore del Premio Acqui Storia 2018 - sezione scientifica
Vincitore del Premio Minturnae 2018 - sezione storia


Lo Stato fascista è studiato qui nei suoi meccanismi essenziali. I cambiamenti e le continuità che lo caratterizzano: nei ministeri, nei nuovi enti pubblici, nel rapporto contraddittorio fra centro e periferia. E in primo piano il nuovo soggetto che ambiguamente penetra nello Stato e al tempo stesso se ne lascia penetrare, statalizzandosi: il Partito fascista. E poi le élites, fra continuità e innovazione: burocrazie, gerarchie politiche centrali e periferiche, magistrature ordinaria e amministrativa, podestà, sindacalisti e capi delle corporazioni, autorità scolastiche, sovrintendenti alle belle arti, uomini dell'impresa pubblica e del parastato. Uno Stato ben lontano dall'essere la «macchina perfetta» che vorrebbe sembrare. Nell'affresco, ricco di particolari, emerge una visione complessa di quel che volle e non riuscì a essere lo Stato. Stato «fascista» ma al tempo stesso Stato «nel fascismo».

Con questo volume Melis porta a compimento uno studio di lungo periodo, di cui nel corso degli anni ha gettato le premesse. L’impianto della ricerca si basa su pilastri insieme metodologici e contenutistici, con un imprescindibile ricorso ai documenti conservati?negli archivi. Nella visione di Melis le carte non contengono soltanto notizie, testimonianze, elementi di prova, ma sono?indicatori di percorso?perché ciò che interessa?è come sono prodotte, come vivono, come si trasformano e dove vanno a finire (...). La solidità di questa base metodologica permette a Melis di cimentarsi con l’impegnativo progetto di delineare un profilo autonomo e originale dello stato fascista, tenendo conto di quanto la storiografia, la pubblicistica e più in generale la comunicazione abbia prodotto su questo tema.

L’interrogativo di fondo che unisce metodo e merito è dallo stesso Melis così presentato: “(...)come si articolò il circuito decisionale del regime fascista, quali furono le modalità pratiche attraverso le quali maturarono le scelte davvero decisive, quanto e se contò il sistema di veti e di influenze, come si disposero gli equilibri dei poteri in un sistema di potere assoluto nelle mani di uno solo. (...)”.

Il volume dà ampio spazio (...)alla creazione e poi convivenza di due amministrazioni, dei ministeri e degli enti, il cui modello risaliva già all’età liberale e che il fascismo fa propri per gestire nuove attività e creare consenso al regime. Ora le fonti documentarie permettono a Melis di sostenere, a differenza di ciò che si ritiene comunemente, che i rapporti tra le due amministrazioni fossero assai più intrecciati e collaborativi, anziché di contrapposizione o concorrenzialità, non solo, ma che tali intrecci coinvolgessero enti, aziende private connesse e ministeri vigilanti. Se nella creazione di un nuovo apparato amministrativo a fianco di quello ministeriale Melis aveva già individuato un nodo centrale della politica del fascismo, destinato a non esaurirsi con la fine del regime, ora indagando la composizione della burocrazia degli enti e del network di cui essa è partecipe o promotrice, lo studioso fa risaltare la dimensione strategica sottesa a tale scelta. Un problema a parte è costituito dagli enti pubblici economici, istituiti all’inizio degli anni trenta, con cui si avvia l’esperienza dello Stato imprenditore (...).

Dora Marucco

 

| Vedi di più >
Note legali