Categorie

Osvaldo Soriano

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788806180225
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Si aggirano per le strade di questo libro figure in bilica tra farsa e tragedia, sotto una pioggia incessante e torrenziale, in giorni che si dilatano nel tempo, in notti di scontri e di segreti, di amicizie repentine e piccoli eroismi. Incontriamo in Quartieri d'inverno Andrés Galvan, la "Voce d'oro di Buenos Aires" e Tony Rocha pugile suonato, la faccia triste e il braccio lungo come una pompa da incendio; poi le opposte fazioni di Mai più pene né oblio, don Ignacio, eroe per sbaglio, Cervino e il suo inseparabile aereo Torito, il matto Pelaez. La scrittura "cinematografica" di Soriano, esatta, tagliente e ricca di humour, racconta la tragedia sudamericana evidenziandone ill carattere ironico e assurdo, oltre che crudele e disumano: il dispostismo umanizzandosi perde credibilità e misurandosi con il più marginale dei contesti sociali si staglia come uno spettro cell'insensatezza e dell'illegittimità.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    enrico

    10/09/2016 10.27.46

    Avendo letto di Soriano, in precedenza, solamente i racconti sul calcio, questo libro è stato un piccolo shock! I due racconti, infatti, portano il lettore nell'Argentina degli anni '70, durante i primi anni della dittatura militare. Il primo racconto ha un ritmo velocissimo, con pochissimo spazio per l'introspezione e molto sull'azione. Il secondo invece è più "tradizionale" (e a mio avviso migliore). In entrambi si evidenzia il clima di paura e intimidazione dato dal nuovo regime, i voltafaccia di tanti opportunisti, l'impossibilità di una vita normale. Non sono capolavori ma senz'altro efficacissimi nel ritrarre quel preciso periodo storico. Interessantissima anche la postfazione di Angelo Morino.

Scrivi una recensione