Maigret e l'uomo della panchina

Georges Simenon

Traduttore: L. Incerti Caselli
Editore: Adelphi
Edizione: 4
Anno edizione: 2004
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29 settembre 2004
Pagine: 171 p., Brossura
  • EAN: 9788845919046
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Che il riconoscimento di un cadavere all'obitorio presenti degli aspetti comici non è cosa di tutti i giorni. Ma è proprio così che comincia l'inchiesta sull'omicidio di Louis Thouret: con la vedova che protesta perché al marito, ucciso poche ore prima con una coltellata, sono state messe delle scarpe color becco d'anatra e una cravatta rossa che il defunto non ha mai posseduto in vita sua! Thouret era un grigio magazziniere, considerato dalla moglie e dai suoi parenti un fallito e un buono a nulla. Basta poco a Maigret per scoprire la doppia vita dell'uomo: una casa a Parigi, un'amante, grosse somme di denaro a disposizione. Ma come se le procurava?

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 5,40

€ 10,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 10,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ades

    23/09/2018 17:47:31

    Romanzo che sa di déjà-vu. Da salvare l'ambientazione e la descrizione dei personaggi dai principali, come l'ex clown socio dell'assassinato, la moglie ed i suoi famigliari, alla figlia lucida e spietata, a quelli secondari, per il resto la trama sembra dipendere troppo dal racconto del 1947 uscito in Italia col titolo "Non si uccidono i poveri diavoli" e inserito dall'Adelphi nella raccolta "la pipa di Maigret". Un uomo che conduce una doppia vita, lì grazie ad una vincita milionaria alla lotteria, qui l'accordo con un ladro di professione ma poco scaltro, la figlia che sa la verità e che mette il commissario sulla pista giusta... Insomma non uno dei romanzi migliori, ma comunque vale la pena di leggerlo.

  • User Icon

    GD

    18/02/2016 10:41:44

    Da me letto con il titolo 'Le due pipe di Maigret'. Fantastica come sempre la capacità di Simenon di dipingere il grigio soffocante della vita piccolo borghese; lo si sente nelle vene. In questa vita grama durissima da sopportare, il commissario sa come muoversi, ne conosce i meccanismi più intimi. Devo dire che la soluzione finale giunge per me un po' posticcia rispetto allo sviluppo lento dell' indagine, ed è questa l'unica osservazione che mi impedisce di attribuire i 5/5. Scrittore, comunque, di caratura assoluta.

  • User Icon

    claudio

    13/01/2016 09:10:26

    Un uomo dalla vita piuttosto grigia perde il posto di lavoro e non ha il coraggio di comunicarlo alla famiglia. Così tutti i giorni parte da casa come se stesse andando al lavoro e torna alla sera come se nulla fosse. In realtà passa le giornate su una panchina. Fino al momento in cui viene brutalmente ucciso con una pugnalata alle spalle. Maigret affronta il caso con riluttanza andando a sbattere contro una famiglia, quella del morto, "triste", dove l'uomo viveva sottomesso ad una vera e proprio megera.

  • User Icon

    francesco c.

    02/11/2015 19:26:44

    Da amante del giallo non potevo non approdare a Simenon, che di questo genere ne è un caposaldo. In realtà questo libro non è proprio un giallo, anzi ad essere precisi non lo è affatto. Trattasi di un inchiesta in cui il nostro buon Maigret è portato a scavare nell'apparente normalità di un'apparentemente semplice famiglia di umili lavoratori. Ed invece la morte del povero signor Louis porta alla luce verità nascoste appena sotto il tappeto. Quest'opera, scritta nel lontano 1952, denuncia una radicale crisi dei valori della famiglia che si riscontra analoga se non amplificata ai giorni nostri; del resto le debolezze, le inquietudini e le frustrazioni di un essere umano appartengono ad ogni epoca. Una piacevole lettura, da 3/5 perché so che i prossimi saranno migliori!

  • User Icon

    Cristiano

    16/09/2008 15:10:26

    Grande Simenon! Come sempre questo autore non delude, anzi ci trasporta, con i suoi romanzi ben scritti e semplici da leggere, all'interno di una Parigi ormai lontana nel tempo e per questo ancora più affascinante. I personaggi emergono in maniera delicata ma avvincente, le storie si intrecciano e prendono forma senza mai annoiare. Davvero una buona lettura.

  • User Icon

    Serena

    08/09/2005 09:26:46

    Un giallo fantastico!

  • User Icon

    Franco

    25/07/2005 17:09:31

    Un uomo, una vita, una doppia vita. La storia tragica di un impossibile fuga in un altro mondo. In Simenon tutti coloro che tentano una qualsivoglia fuga finiscono sempre col pagare un conto salatissimo. La vittima arriva a sembrare più viva del mondo in cui si muoveva.

  • User Icon

    Mariette

    15/10/2004 19:19:12

    Il solito meraviglioso Simenon.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione