Mamma... Papà... Se ci sei batti un colpo! Genitori oggi: costruire un nuovo rapporto con i figli al di là dei ruoli

Clara Serina

Editore: Franco Angeli
Collana: Le comete
Anno edizione: 1999
In commercio dal: 9 maggio 2006
Pagine: 224 p.
  • EAN: 9788846413543
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 10,80
Descrizione
Il libro si propone di affrontare i temi più importanti che riguardano il rapporto genitori-figli, evidenziando le domande che ciascun genitore si pone rispetto al figlio e cercandovi una risposta: capire come agiamo, come educhiamo e come i figli ci rispondono per conoscerci e incontrarci nello spazio dell'amore, spazio che crea l'unione e la sicurezza, sia per l'adulto che per il bambino. Scoprire attraverso esempi di vita vissuta, di quotidiana realtà, che cosa i figli ci stanno comunicando, il significato profondo delle loro azioni e dei loro comportamenti. Comprendere nei nostri comportamenti dove sbagliamo e soprattutto come rimediare ai nostri errori.

€ 20,00

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Il rapporto tra genitori e figli è un rapporto complesso, un rapporto che spesso preoccupa e su cui è necessario riflettere. L'autrice di questo volume, psicoanalista e psicoterapeuta, indaga ed espone, attraverso l'esempio di casi clinici reali, i dolori nascosti, i punti deboli, i mascheramenti, gli errori sia dei genitori che dei figli. L'impegno dell'autrice è quello di cogliere e di far sì che si interrompa quel meccanismo repressivo che spesso si instaura e si perpetua di genitore in figlio per amore o per autoritarismo. E non si fa scrupolo di dire chiaramente le verità e gli errori che il lettore non vorrebbe sentire o riconoscere, convinta che "un po' di luce da varie angolazioni diminuisce le ombre e anche i titani... Si può vivere meglio solo dopo averli visti. Ci renderemo conto allora che si trattava di un buffo gioco animato dalle nostre paure nascoste."