Manhattan

Regia: Woody Allen
Paese: Stati Uniti
Anno: 1979
Supporto: DVD

21° nella classifica Bestseller di IBS Film - Commedia - Sentimentale

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giuseppe

    08/09/2010 15:39:55

    Il primo film di Woody Allen che vidi e quello che me lo fece amare. Dopo ho guardato quasi tutti i suoi film e li ho amati (in particolar modo "Io e Annie", "Hannah e le sue sorelle", "Crimini e misfatti", fino al bellissimo noir "Match Point"). Ma questo è diventato uno dei miei film preferiti. Lo guardo e lo riguardo senza stancarmi. Stupende le musiche di Gershwin e la fotografia in bianco e nero. Eccellente capolavoro..

  • User Icon

    1987

    20/01/2008 15:20:27

    Una delle migliori commedie di allen ,ben recitato e con una splendida fotografia in bianco e nero. Una dichiarazione d'amore nei confronti di New york ,a tratti anche malinconica ma gradevole e divertente.

  • User Icon

    luca

    14/11/2007 00:46:20

    Un capolavoro assoluto del cinema!!!! Tra i migliori di Allen. Stupendo, come quasi sempre,il modo di trattare le abitudini e le debolezze della gente "comune"; con un'ironia magnifica e con una raffinata dolcezza.

  • User Icon

    Luca Ballati

    16/07/2007 15:26:30

    Uno dei migliri Allen

  • User Icon

    Mirko

    07/07/2007 12:20:03

    Gershwin e il bianco e nero blu-violetto, incazzarsi se qualcuno bistratta saccentemente i tuoi miti letterari e cinematografici, l'insicurezza e la nevrosi, una New York baluginante e abbacinante nella poesia dello skyline. La grandezza di Woody Allen.

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    21/05/2007 16:55:07

    un ottimo film oggettivamente parlando anche se non è il mio genere...

  • User Icon

    nyk92

    03/04/2007 16:53:51

    con "io e annie" è uno dei migliori film di allen in assoluto... una splendida e frizzante commedia sull'amore con due protagonisti bravissimi

  • User Icon

    Marie

    18/02/2007 13:25:50

    Grazie a Luca ho scoperto Allen, prima volutamente evitato e quasi detestato " a pelle "....Con Manhattan e' iniziato il mio apprezzamento per questo genio sottile, ironico,autentico, capace di affrontare tematiche psico-sociologiche con una tale "profonda leggerezza" che e' impossibile nn riflettere e trarre le proprie conclusioni...La scelta del bianco e nero per Manhattan nn poteva risultare piu' appropriata .....antitesi al sfavillante e multicromatico cliche' Newyorkese...

  • User Icon

    Roberta

    28/09/2005 18:40:30

    Attenzione quando si guarda un film...non bisogna fare i saccenti e gli elucubranti recensionisti...tutta quell'attenzione sui significati reconditi di un film, l'impiego di luci, il cast, la solita storia rosa, sono solo piccoli pezzi di un'insieme ben più grande...RAPSODY IN BLUE...con questa canzone inizia il film...Woody Allen con grande bravura dimostra la nostra 'rapsodia notturna',nel freddo della notte, le nostre isterie, le nostre complicazioni sentimentali, lavorative, in senso lato esistenziali... Eppure nonostante tutto non drammatizza e non rende tragica questa sua scoperta (e non certo la prima sull'argomento) ma la rende con le sue piccole e sottili battute, sopportabile, quasi come un obbligo da accettare con serenità.... Non disdegna di lanciare piccole frecciatine verso i cosiddetti 'geni': stilisti, registi, giornalisti... tutti irraggiungibili da noi comuni mortali.... Eppure con una piccola battuta : 'Forse dovresti frequentare gente cretina potresti imparare di più' distrugge tutta quella ipocrisia e quelle maschere da intellettuali che DEVONO avere per forza un'idea su tutto e PER FORZA condivisibili e imprescindibili... Insomma sarà forse esagerato, ma credo che questo film, e Woody Allen, abbiano la capacità di essere sinceri in un mondo che spesso si autocensura e non si cura della mediocrità, dell''aurea mediocritas', dove SOLO il successo conta.... Woody insegna che nonostante tutto si debba vivere con serenità e ironia, e apprezzare quella notturna pace stellata che ti manda lontano....

  • User Icon

    Gianmaria Silvello

    24/09/2005 15:59:04

    E' senza dubbio il capolavoro di Allen e una pietra miliare della cinematografia mondiale. Affascinante e sconvolgente l'uso del bianco e nero che trasforma New York in un personaggio centrale del film, memorabile la fotografia della panchina sul ponte del Queensborocon Allen e la Keaton seduti a parlare a notte fonda. Un romantismo raffinato, che non scade mai nelle banalità favolesche di tanti altri film. un film da vedere e rivedere, capace di rissolvarti nei momenti più neri. Un antidoto contro la depressione.

  • User Icon

    Revenhav

    29/06/2005 12:31:47

    Io non l'ho capito. Datemi del pazzo, ma non è che mi abbia preso molto. Stupenda la fotografia in bianco e nero.

  • User Icon

    John Doe

    05/06/2005 15:00:41

    "New York era la sua città e lo sarebbe sempre stata". Con queste magiche parole si apre uno dei migliori film della storia del cinema. Un capolavoro dell'allenismo. Una fusione di dramma e commedia che tocca argomenti importanti come l'amore, la bisessualità, l'intelligenza, la delusione, l'amarezza. Incantevole Mariel Hemingway, ragazzina innamorata del nostro eroe. La donna di Woody è però Diane Keaton, la vincitrice del premio Zazagabor per la maturità sentimentale, donna di Philadelphia nevrotica e ossessiva. Da citare, Meryl Streep come ex-moglie bisessuale. "Siamo uomini sai. Tu ti credi Dio !" "Bè, a qualche modello dovrò pure ispirarmi"

  • User Icon

    Marcello

    23/09/2001 10:48:38

    Il bianco e nero rende ancora più struggente il ricordo di una Manhattan che possiamo definire di fine millennio, viste le ferite che essa stessa ha dovuto sopportare in questo nuovo millennio... il film narra la ricerca dell'Amore in senso assoluto perdendo di vista l'Amore relativo, quello cioé che ci accompagna tutti i giorni della nostra vita, verso chiunque sia diretto ed a prescindere da età, sesso, colore della pelle, intelligenza o bellezza. L'Amore come la felicità può risiedere in un capolavoro di Cezanne, nelle incredibili note di George Gershwin, nel viso di una ragazza vent'anni più giovane di noi od anche in un film in bianco e nero su Manhattan... "Capitolo primo. Era severo e romantico come la città che amava. -Ci siamo- New York era la sua città e lo sarebbe sempre stata."

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: MGM Home Entertainment, 2002
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 96 min
  • Lingua audio: Italiano (Mono);Inglese (Mono);Spagnolo (Mono);Francese (Mono);Tedesco (Mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese; Francese; Spagnolo; Tedesco; Portoghese; Olandese; Svedese; Danese; Norvegese; Finlandese; Polacco
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers
  • Allegati: booklet