Categorie

James Rollins

Traduttore: B. Verri
Editore: Nord
Collana: Narrativa Nord
Anno edizione: 2006
Pagine: 496 p. , Rilegato
  • EAN: 9788842914150

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Dario

    26/03/2014 12.13.10

    Durante una messa solenne nella cattedrale di Colonia un gruppo di individui travestiti da monaci interrompe la funzione, uccide tutti i presenti e si impossessa delle sacre reliquie dei Re Magi conservate sotto l'altare. La strage di innocenti lascia increduli le autorità e il Vaticano: perché uccidere tutti i presenti se l'obbiettivo era il furto delle reliquie? Per risolvere il caso, il Vaticano si affida a Monsignor Veroni, a sua nipote Sara, tenente dei carabinieri esperta nei furti di oggetti sacri, e ad una squadra della Sigma capitanata da Gray Pierce. Ben presto colpevole e movente emergono dalle indagini : l'Ordo Draconis, antica setta di alchimisti, vuole impossessarsi del segreto che si cela dietro alle reliquie dei Magi. La squadra inviata dal Vaticano si mette cosi sulle tracce degli spietati assassini e si trova costretta a ricostruire una storia fatta di indizi, misteri e tranelli, celati da secoli nei posti più disparati del mondo, in una corsa frenetica contro il temibile Ordo Draconis che, intuite le potenzialità del mistero, è disposto a qualsiasi cosa pur di vincere. Bel libro dal ritmo incalzante (Rollis è maestro in questo). La teoria storica di base è sicuramente interessante così come le teorie scientifiche (entrambe le cose possono essere un ottimo spunto per approfondimenti personali). Consigliato a chi ama questo tipo di avventure e a chi è consapevole che spesso il finale di queste storie lascia aperte varie ipotesi da interpretare.

  • User Icon

    laura

    08/10/2012 16.57.42

    Un libro a due facce: la parte avventurosa vera e propria è molto avvincente, classiche scene di un romanzo di azione, protagonisti brillanti, sempre attenti e quasi "infallibili". Non mancano i colpi di scena e la suspence è assicurata. La parte "religiosa-storica-scientifica" invece è spesso faticosa da seguire, alcuni concetti di difficile comprensione. Alla fine si capiscono i vari collegamenti, però alcuni passaggi francamente li ho trovati astrusi. E' il primo libro che leggo di James Rollins. Nel complesso un libro piacevole, però mi riservo di leggerne un altro per inquadrare meglio l'autore. Sarà ardua la scelta....

  • User Icon

    Alessio

    09/02/2010 19.03.23

    Davvero un bel libro, che merita tutto il tempo che ci si mette (poco, perchè il ritmo è davvero incalzante) per leggerlo. Avevo conosciuto Rollins con "L'ordine del sole nero", per me il suo miglior lavoro. Poi da lì li ho acquistati tutti nel giro di pochi mesi e devo dire che ho subito notato alcune caratteristiche di questo bravo scrittore: non soltanto lo stile, piacevole da seguire, ma la ricchezza delle sue trame, l'ampia varietà di argomenti trattati, la profondità delle informazioni (anche storiche e culturali) che ci rivela, senza eccedere nel nozionismo fine a se stesso. La Mappa di Pietra riassume meglio di altri questi punti di forza di Rollins. La storia è davvero avvincente, la fantasia fervida dell'autore riesce a legare miti e eventi storici apparentemente diversi secondo una logica davvero inappuntabile al punto che sembra davvero di essere lì, con Gray, Sara e gli altri, a seguire le tracce dell'antica confraternita. I colpi di scena sono sempre dietro l'angolo, ma sono tutti ben motivati e ben inseriti, senza mai abbondare. I personaggi sono intriganti, hanno il giusto approfondimento (è un libro d'avventura, non un romanzo introspettivo, quindi non è sensato che ci sia eccessiva attenzione ai personaggi, che servono per far muovere la storia) e sono singolarmente ben delineati: l'intraprendente Commander Pierce, la bella Sara, la taciturna ma puntuale Kat, il simpatico Monk, Monsignor Veroni e un bel gruppetto di cattivi, la cui perfidia risale a eventi storici precedenti. Il bello dei libri di Rollins è che finisci proprio per essere catturato dalla storia, ti ci ritrovi dento, intrappolato nel groviglio di fili e di trame che con maestria riesce sempre a tenere senza mai perdersi. E questo non è affatto facile, soprattutto quando ci sono così tanti personaggi e sottotrame in corso. Un bravo autore, decisamente superiore a Dan Brown e company, per il senso di realtà che sa trasmettere e per la capacità di creare una trama solida e avvincente.

  • User Icon

    alessandra

    11/02/2009 18.30.54

    concordo con molti che lo spreco di violenza esagerato e inverosimile tocchi il fondo. peccato perchè la trama potrebbe essere interessante, ma l'autore ci vuole per forza mettere dentro tutti i misteri dell'archeologia e da archeologa non posso accettare certe pedanti pagine di "nozioncine" storiche messe lì come per dire "questo lo sapevate? voi no e io si!"...un libro per chi ha tempo d'estate sotto l'ombrellone...

  • User Icon

    antonio

    15/12/2007 08.38.51

    Bel libro...se solo fosse uscito prima del Codice Da Vinci... comunque è sempre bello leggere questi libri d'avventura. Sicuramente lefferò altro di questo autore. Ora mi cimenterò con Artico.

  • User Icon

    matteo

    06/09/2007 23.50.56

    un libro intrigante e una storia che tiene col fiato sospeso per tutta la lettura... belle le citazioni riguardo alessandro magno... non mi è piaciuto solo il finale un pò inconcludente...

  • User Icon

    Davide

    28/08/2007 22.43.38

    Storia confusa e poco credibile, condita da troppa violenza a volte fuori luogo.

  • User Icon

    Giacomo

    12/06/2007 19.43.31

    Libro mediocre e di faticosissima lettura, accozzaglia di teorie pseudoscientifiche non funzionali alla trama, nessuna introspezione psicologica dei personaggi, dialoghi surreali (può aver inciso la traduzione?). Da dimenticare.

  • User Icon

    Alessandro

    09/06/2007 09.01.18

    Mi è piaciuto molto questo libro, molto avvincente e pieno di colpi di scena. Ho trovato molto bello l'inserimento delle 7 meraviglie del mondo nel romanzo. L'unica cosa che mi ha un po' deluso è il finale, poteva realizzarlo meglio, forse avrà usato tutta la sua fantasia per la parte centrale :-)

  • User Icon

    jan

    18/02/2007 11.02.30

    Veramente un bel libro: vien voglia di proseguire nella lettura paragrafo dopo paragrafo, grazie all'incalzante trama tessuta dall'autore. Anche se alcuni commenti parlano di scopiazzatura di Dan Brown, in questo libro ci trovo solo una somiglianza dovuta alla presenza della Chiesa; per il resto trovo questo libro piu' coinvolgente e fondato su vere teorie che ovviamente sono la base di una storia inventata. Ritengo buona anche l'idea degli agganci storici antichi, con Egizi, Alessandro Magno e il gruppo dei cattivi sempre presenti nella storia (Ordine del Drago), che in altre letture troviamo col nome degli Uomini in Nero.

  • User Icon

    Irene Valli

    03/02/2007 19.09.44

    Veramente molto bello,avvincente e molto ricco de sparatorie e de suspence.... questo si che è veramente un bellissimo libro. i miei complimenti a James Rollins spero che gliè arrivino.assomiglia al codice da vinci ma dentro c'è la chimica e questo lo rende molto fantastico e diverso dal codice da vinci di Dan Brown ( un altro mitico scrittore). la fine però non me è piaciuta perchè mi piaceva sapere come finiva la storia tra Gray e il tenente Sara Veroni.Comunque l'ho finito de leggere ieri notte e mi ha preso moltissimo questo libro..... Ps. bellissimo. il mio voto personale è 9.

  • User Icon

    Irene Valli

    26/01/2007 22.09.36

    io invece devo dì che lo sto leggendo e sono a metà. Devo dì che per me questo libro e molto bello,avventuroso e ricco de suspence e de sparatorie.insomma tipico libro giusto per me. Complimenti all'autore.

  • User Icon

    carlo

    11/12/2006 09.53.49

    Mediocre ed insensato minestrone infarcito di sparatorie, inseguimenti e personaggi praticamente immortali...mi chiedo che bisogno ci fosse poi di scomodare (tra gli altri) addirittura Alessandro Magno! Rimpiango i soldi buttati!

  • User Icon

    Leonardo Sblendido

    01/11/2006 14.27.36

    Questo è veramente un bel libro, all'altezza se non meglio dei due precedenti. Avventura e mistero si legano e trascinano il lettore in una serie di eventi il cui ritmo impedisce di smettere di leggere. Leggetelo, ne vale la pena!

  • User Icon

    Marchino

    12/10/2006 15.21.34

    Un libro molto avvincente che vi catapulterà da una parte all'altra dell'Europa facendovi viaggiare con la fantasia ... Alle volte puo risultare un po' troppo esagerato durante i conflitti tra i buoni e gli antagonisti, ma non potrete fare a meno di girare pagina e continuare a leggere!!!

  • User Icon

    luca

    17/07/2006 17.26.34

    E' il primo libro che leggo di rollins ma ne ho già pronto un'altro 'amazzonia'. Un romanzo veramente intrigante, che invoglia alla lettura. Pienamente soddisfatto della scelta, non perdetevi questo libro. Buona lettura.

  • User Icon

    Massi

    15/06/2006 23.02.17

    Davvero avvincente. Ti fa rimanere con il fiato sospeso dall'inizio alla fine, anche se il finale poteva essere meglio. Comunque decisamente un buon libro.

  • User Icon

    GIULIA

    16/05/2006 16.35.28

    Abbastanza avvincente dalla metà in poi.Direi che questo autore è una via di mezzo tra Cussler e Brown (i miei generi preferiti), anche se preferisco ARTICO e AMAZZONIA!

  • User Icon

    Nadia

    10/05/2006 11.31.54

    Il decollo è stato lungo, duro e difficile. Troppe affinità con il Codice da Vinci e Angeli e Demoni, e tenendo presente che La mappa di pietra è successiva ai libri di Brown, mi sapeva un po’ di “scopiazzatura” e la cosa mi ha disturbato non poco, visto che i 2 libri precedenti di Rollins che ho letto mi sono piaciuto moltissimo. Sicuramente ha cavalcato l’onda del successo del Codice, ma la cosa si ferma lì. Sì qualche accenno ai templari, ma niente sacro graal: qui il mistero è nei “Re Magi” Qualche altro punto mi ha fatto pensare a “scopiazzatura” ma non aggiungo altro per non rivelare troppo. Dalla Germania all’Italia, dagli USA all’Egitto, dalla Svizzera alla Francia. Colonia, Roma, Alessandria d’Egitto, Avignone…….. Cattedrali gotiche, piramidi, simbologia e tanti morti, Città del Vaticano unita agli agenti segreti americani. Una toccata e fuga nel periodo nazista, il sangue puro….. Gli ingredienti per l’intrigo fantapoliticoreligioso ci sono tutti, compresi strani legami familiari che hanno aggiunto un po’ di “pepe” alla storia. Non a livello di Artico e Amazzonia, ma molto buono.

  • User Icon

    Oscura

    15/04/2006 15.58.28

    Di nuovo James Rollins si conferma un autore da leggere tutto di un fiato, come ho fatto io, nel giro di un giorno. Non ne puoi fare a meno perché ogni capitolo ti seduce a leggere il successivo con la promessa di nuovi avvenimenti pirotecnici. Apprezzabile l'originalità delle trovate in un argomento come quello trattato, i tesori dei Templari e della Chiesa gnostica, ormai inflazionato e la ricerca di un minimo di documentazione e credibilità alle invenzioni ipertecnologiche. Certo i personaggi sono sempre buoni buoni o cattivi cattivi, stereotipi classici (ma ad ogni modo, attenzione alle vecchiette!!!), però è quello che si richiede al genere (non deve essere un trattato di psicologia applicata!)...e quindi fortemente da consigliare appunto agli amanti dello stesso.

Vedi tutte le 31 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione