Marguerite Yourcenar sulle tracce «des accidents passagers» - copertina

Marguerite Yourcenar sulle tracce «des accidents passagers»

0 recensioni
Scrivi una recensione
Curatore: E. Pinzuti
Editore: Bulzoni
Collana: Univ. Firenze
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 1 luglio 2007
Pagine: 300 p., Brossura
  • EAN: 9788878702219
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 10,80

€ 20,00

11 punti Premium

Nuovo - attualmente non disponibile

17 punti Premium

Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sono raccolti in questo libro, sotto l'epigrafe degli accidents passagers per la cura di Eleonora Pinzuti, gli interventi che hanno costellato le giornate fiorentine dedicate a Marguerite Yourcenar. Quel che ne è scaturito, grazie ai traguardi raggiunti da esperimenti critici e metodologici diversi e al contributo di scuole e letture significative, è un tracciato ricco e variegato di stimoli e di riflessioni. Dalle analisi sul giovanile Alexis, fino alla trilogia incompiuta de Le labyrinthe du monde, si ripercorrono in questi lavori i sentieri intricati della vita e della scrittura, la cernita delle fonti e i nascondimenti dell'autrice, gli ipotesti e gli intertesti di una scrittura dal timbro classico e dal contenuto modernissimo, in un volume che ha il pregio della complessità del varius multiplox multiformis inciso sulle monete. Ad emergerne è allora il ritratto a mosaico della stessa Yourcenar, che, attraverso analisi riattualizzanti, torna a interrogarci sulle questioni che le erano care: il senso dell'umano e della storia, il continuo dialogo con gli autori, la profonda convinzione nella letteratura come forma d'eternità propria all'umano poiché, come scrive in una lirica ne Les Charitcs d'Alcippe, "Tout ce qui dure est passager".
Note legali