Marlowe ti amo. Una storia in sette giorni

Frank Spada

Editore: Robin
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 21 gennaio 2010
Pagine: 159 p., Brossura
  • EAN: 9788873715603
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
California, anni Cinquanta: una ragazza fuggita da casa, allo sbando tra i night club e il ricordo del padre morto in un incidente aereo. La matrigna, occhi di smeraldo, è in pena per trovarla. Un incarico apparentemente semplice per un detective come Marlowe, se non fosse per il suo doppio, il compare che lo tiene costantemente in bilico tra l'osservazione di un entomologo e il raccontarsela da solo. Un Cessna schiantato in circostanze misteriose e un'eredità da capogiro lo spingono a incontrare un uomo in carrozzella. E gli incarichi diventano due, riferiti alla stessa persona. Tra un pranzo da Minnie's, una visita a Mà, troppi liquori e sigarette fumate in conversazioni immaginarie con Pà, Marlowe percorre le strade di Bel Air e gli altopiani di San Ferdinando a bordo della sua Olds, cercando di allargare il panorama con l'aiuto di una lente, per comporre le scene di una storia che sembra più grande di quel che gli vogliono far credere. Finirà per oltrepassare i confini segnati per lui, in un universo popolato da figure ambigue che neppure un terremoto potrà scuotere. La colonna sonora è il jazz della West Coast e il regista uno che si scrive i copioni da solo. Il primo romanzo di Frank Spada è un omaggio originale alle atmosfere di Chandler, tra un assolo di Art Pepper, Shorty Rogers e i suoi Giants e uno struggente Bobby Hackett che gira in un juke-box.

€ 10,62

€ 12,50

Risparmi € 1,88 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    paolo

    19/03/2011 17:59:51

    Lo scrivere - vale sempre la pena di ripeterlo - non consiste nel mettere in fila su poveri fogli bianchi innocenti parole, di per sé comprensibili a tutti, che diventano frasi, paragrafi, capitoli... Scrivere è trasmettere emozioni, come fa Frank Spada con Marlowe ti amo, lasciando il lettore libero di interpretare un testo a modo suo, magari distraendolo con il sottile richiamo ad altre pagine, ad altri personaggi, ad altri autori, anche cinematografici e musicali.

  • User Icon

    valina91

    23/10/2010 23:58:29

    Fantastico, davvero un libro stupendo. Si legge in un soffio e scorre che è una meraviglia, grazie allo stile sorprendente e "ballerino" di Frank Spada. Il personaggio di Marlowe (protagonista della storia) mi ha ricordato molto quei protagonisti di libri e film polizieschi dei primi anni Novanta, molto misteriosi e che non parlano mai di sè. Per scoprire qualche notizia o qualche dettaglio riguardo la vita passata del detective dobbiamo infatti fare affidamento a sporadici e brevi flashback o da interventi di personaggi esterni. Trama breve ed essenziale, che riesce in ogni caso a catturare il lettore fino alla fine.

  • User Icon

    rigon luigi

    07/04/2010 10:51:53

    Ho preso in mano questo volumetto senza conoscere Chandler ed il suo Marlowe, incuriosito dal sottotitolo, "una storia in sette giorni". L'ho letto appunto in sette giorni, nonostante la storia fosse molto avvincente e la tentazione di andare avanti forte. Mi sono goduto questo rituale di lettura, come si assapora un buon vino, ed ora che l'ho finito, Marlowe mi manca proprio!

  • User Icon

    Carla

    05/02/2010 08:42:07

    All'inizio non ci si fa caso: si comincia a leggere Marlowe ti amo tutto d'un fiato. come è giusto che avvenga per un buon giallo, che cattura, avvince, spinge a divorare le pagine per raggiungere il finale. Ma via via che i capitoli scorrono, diviene chiaro che non si tratta di un semplice romanzo giallo. Anzi forse il genere è solo un pretesto per dire altro. Così, una volta arrivati all'ultima pagina, lo si riprende in mano e non ci si fa più incantare dall'atmosfera americana anni '50, dal detective sgualcito in conflitto costante col suo doppio, impegnato in un indagine che pare roba da niente e invece è la punta di un iceberg, afettuosamente sollecito con ma' e rispettoso ascoltatore dei consigli che pa' gli impartisce dall'aldilà. E mentre ti lasci incantare da una scrittura elegante e senza sbavature che gioca col lettore attraverso pirotecniche metafore, capisci che l'essenza di questo libro è tutta nel titolo. perché Marlowe ti amo si presenta come un giallo ma in realtà è una dichiarazione d'amore: alla letteratura, a Raymond Chandler, a Joseph Conrad, al jazz e alla vita, bella o brutta che sia.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione