Traduttore: C. Poli
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 6 dicembre 2010
Pagine: 292 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788806188849
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 11,88
Descrizione
Il Marocco bisogna intuirlo, immaginarlo, fare attenzione ai particolari, è un enigma da sedurre con garbo: per affrontarlo non serve una guida da scorrere distrattamente ma un libro che ci accolga con la stessa ospitalità dei suoi abitanti. E dato che la vita privata di un paese passa anche per l'immaginario e per le storie che ha ispirato, questo libro dovrebbe essere come un romanzo che ne contiene altri mille - alcuni fedeli alla sua anima, altri splendidamente infedeli. Sembrerebbe un libro impossibile, eppure è esattamente quello che ha scritto Tahar Ben Jelloun: l'autore di "Creatura di sabbia" accompagna il lettore verso l'anima più autentica del Marocco, in un itinerario le cui tappe sono le città e i deserti, i ricordi personali e la storia ufficiale, le leggende della sua terra e le tracce lasciate dagli stranieri che l'hanno attraversata. Si parte da Tangeri, per poi proseguire verso Casablanca, Fes, Marrakech, fino ai sentieri meno battuti della Chaouia o a uno sperduto accampamento ai piedi dell'Atlante. Lo sguardo partecipe e affettuoso di Ben Jelloun non ignora nemmeno le ineguaglianze che ancora feriscono il Marocco. Perché se è vero "che ci sono paesi che ci incantano e altri che ci maltrattano o che sono una pena per gli occhi e ci danno l'emicrania", è anche vero che molto dipende dalla nostra disposizione ad accogliere quello che ci viene presentato: "L'anima non si dà, non si concede, non svela niente della sua intimità. E in noi o non è."

€ 18,70

€ 22,00

Risparmi € 3,30 (15%)

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gianmario

    29/09/2011 18:27:35

    Ritengo che sia un libro molto bello, particolare, a metà tra reportage e romanzo, come suggerisce il sottitolo.Un libro diretto, realista, affascinante e stimolante, come nello stile dell'autore. E' molto piu' di una guida, è un ritratto del Marocco a tutto tondo, Ben Jelloun conferma la sua grande capacità di raccontare e di far vivere emozioni, senza nascondere o edulcorare la realtà. Lo consiglio a chi partirà realmente per il Marocco...io mi sto organizzando!! Consiglio caldamente, per chi non li conosce, di leggere anche i romanzi veri e propri dell'autore, come Creatura di Sabbia, Notte a Tangeri, ecc

  • User Icon

    giancarlo

    11/01/2011 15:36:54

    il marocco mi ha colpito moltissimo come paese, ci sono stato due volte e soo sempre tornato entusiasta del paese visitato. con molto piacere ho letto questo libro, che parla dell'anima del marocco e della sua gente e citta'. questo quanto scritto nell'anteprima. solo che lo scritto appare molto pesante e per niente coinvolgente. avessi letto questo libro senza essere andato in marocco, non mi sarei affatto entusiasmato di questo paese. lo scrittore, secondo me, essendo un marocchino, come lui stesso dice dei suoi compatriotti che fanno tutto ma sono capaci fare poco, lo metto come i suoi descritti, e cioe' poco capace di scrivere. ma la cosa peggiore e' il vuoto che lascia questo libro, non c'e' proprio niente che mi abbia ripagato il tempo dedicato alla sua lettura. chi ha intenzione di visitare questo splendido paese, non legga questo libro, per non rischiare di rimanerne male influenzato

Scrivi una recensione