Martin Eden - Jack London,Stella Sacchini - ebook

Martin Eden

Jack London

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Stella Sacchini
Editore: Feltrinelli
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,45 MB
Pagine della versione a stampa: 526 p.
  • EAN: 9788858827079

21° nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa straniera - Classica (prima del 1945)

Salvato in 43 liste dei desideri

€ 1,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

“‘Martin Eden’ è davvero uno di quei libri che andrebbero letti più volte nel corso degli anni, uno di quei libri sfaccettati, dalle tante stratificazioni: strati e facce che vi si svelano in momenti diversi, da angolature diverse. È un ‘romanzo di formazione’, non c’è dubbio, ma anche una piccola ‘opera-mondo’, un romanzo che abbraccia, rappresenta e restituisce un’epoca, una società, uno svolto storico, classi e ideologie, tipi umani, contesti e contrasti, dinamiche socio-culturali.” (Mario Maffi) Martin Eden, un giovane marinaio di Oackland, salva la vita a un ragazzo della buona borghesia di San Francisco, Arthur Morse. Per ringraziarlo, questi lo presenta alla famiglia e alla sorella Ruth. Tra lei e il giovane marinaio scatta subito un’attrazione vitale, ostacolata però dalle differenze di classe e quindi dalla prevedibile resistenza della famiglia di Ruth. Un po’ per farsi accettare socialmente, un po’ perché sinceramente affascinato da quel mondo borghese, Martin decide di affinare la propria cultura. Da giovinastro un po’ rozzo, in anni di studio forsennato si trasformerà in uno scrittore di successo. Sembra finalmente realizzata quell’ascesa sociale tanto agognata da Martin. “Martin Eden”, il più bel romanzo di Jack London, ha veramente i tratti di una sconsolata e indimenticabile tragedia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,71
di 5
Totale 41
5
31
4
8
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Lia

    19/10/2020 14:31:01

    Un libro e una storia che ti conquistano subito. Una voglia di riscatto dalla propria umile condizione che cerca di superare ogni limite, anche fisico del protagonista, ma che si scontra con l'ottusa mentalità e ipocrisia del tempo. Un libro che i ragazzi di oggi dovrebbero assolutamente leggere. In una parola: bellissimo.

  • User Icon

    Alessio

    02/08/2020 13:27:10

    CAPOLAVORO!! Non conoscevo nè questo libro nè Jack London, ma leggere Martin Eden mi ha completamente stravolto, andando oltre ogni mia aspettativa, e invogliandomi a leggere altre opere di Jack London, cosa che farò sicuramente molto presto. La storia è travolgente, Martin Eden è un personaggio unico, che da semplice marinaio si vuole elevare fino a raggiungere le più alte classi della borghesia, scoprendo però, una volta arrivato lassù, di essere deluso da quello che trova. Non possiamo non affezionarci a Martin Eden, che a volte può risultare arrogante e saccente, ma in realtà è un ragazzo generoso e altruista, individualista, ma non per questo indifferente alle sofferenze altrui, a quelle delle sorelle, a quelle di Maria e dei suoi figli, di Joe, e soprattutto a quella Ruth tanto amata, arrivando al punto di sacrificare se stesso per regalare felicità e gioia a chi ne ha più bisogno. Più si legge il libro, più Martin Eden diventa un amico, uno di famiglia, qualcuno a cui auguriamo il meglio, con cui soffriamo quando va tutto male, per poi esaltarci quando la vita sembra regalargli il successo che merita. Purtroppo, però, non tutto quello che luccica è oro. Il dolore, la sofferenza, la fame di Martin toccano l'anima, e noi non possiamo non fare il tifo per lui, anche quando l'unico a crederci è lo stesso Eden. Siamo inevitabilmente travolti dalla sua passione, dalla sua voglia di vivere e di fare, che anche noi siamo spinti a trabaltare tutto e tutti. Un libro che consiglio di leggere per chi crede che nella vita si possa raggiungere qualsiasi scopo con tenacia e forza di volontà, per chi crede nel duro lavoro, e per chi è convinto che alla fine è l'amore il senso di ogni cosa. Magari non a tutti potrà fare lo stesso effetto che ha fatto a me, ma leggere questa opera di Jack London non può lasciare indifferenti: è un pugno allo stomaco, forte e improvviso, che ci lascia confusi e doloranti, fino a trovare un senso di pace alla fine della storia.

  • User Icon

    Pippo

    21/07/2020 20:31:12

    Martin Eden è il dramma giovanile, con i suoi dubbi, le sue delusioni, la sua voglia di divorare il mondo. Martin è alla ricerca di sé stesso, alla ricerca di un istruzione, di un futuro migliore, di una posizione che lo renda degno del suo amore. Troverà molto di più, troverà l'ipocrisia, la cattiveria, la realtà dei fatti. Quella di cui prima non si accorgeva.

  • User Icon

    ENRIKO7

    08/07/2020 10:42:10

    Mi sono avvicinato a quest'opera dopo aver apprezzato immensamente il film, e devo dire che il libro non mi ha lasciato per niente deluso, anzi ha aumentato notevolmente il mio amore per questa storia! Le descrizioni, la capacità di Martin di sopportare condizioni estreme pur di scrivere e vedere la sua amata, i rapporto col popolo e con i suoi precedenti amici, tutto emerge in maniera ammaliante e facendoti provare le stesse emozioni e la stessa rabbia di Martin, rifiutato dal mondo da cui proviene e da quello a cui vorrebbe appartenere. Bellissimo, tutti dovrebbero leggerlo, anche nelle scuole.

  • User Icon

    Ambra

    06/07/2020 15:55:19

    All'inizio ero scettica, solitamente non mi piacciono i cosiddetti romanzi di formazione, quelli che ho letto li ho trovati noiosi, pesanti e inconcludenti, ma questo ha qualcosa in più, ti porta a gioire con il protagonista quando egli gioisce e a dispiacerti quando egli prova dispiacere, è un libro che trasmette qualcosa, qualcosa che rimane dentro anche dopo la fine della lettura. Un romanzo di formazione che, attraverso il tema dell’emancipazione sociale, tratta del valore delle persone e delle storie dei singoli, ed è questa presa di coscienza a rendere Martin adulto. I personaggi sono ben caratterizzati ed hanno davvero una crescita e un cambiamento all'interno del romanzo. La scrittura è chiara ed efficace. Il finale è meraviglioso, per qualche attimo fa rimanere a bocca aperta. Un libro che emoziona, fa pensare e sotto alcuni aspetti anche oggi rimane attuale. Pochi libri mi hanno colpito così. Un libro da leggere almeno una volta nella vita.

  • User Icon

    alessandra

    04/07/2020 10:13:12

    Travolgente, toccante, con un crescendo di emozioni e riflessioni che esplodono soprattutto nella seconda parte del romanzo, fino al finale drammatico, ma forse l'unico possibile... Indimenticabile.

  • User Icon

    alebravo

    03/07/2020 09:07:45

    Martin Eden è un ragazzo della classe operaia, nell'America a cavallo tra 17 e 18 secolo. La sua temerarietà nel lavoro e il vigore fisico lo hanno portato in giro per il mondo come marinaio, insieme ad altri piccoli e variegati lavoretti per tirare avanti. Nel momento in cui conosce Ruth, giovane ragazza altolocata, ne idealizzerà le caratteristiche in senso spirituale, innamorandosene perdutamente. Per trovare legittimità nei suoi riguardi e rispetto alla famiglia di lei, comincerà a studiare per migliorare il suo modo di parlare, relazionarsi e interagire con l'ambiente borghese per integrarsi al meglio. La storia d'amore è solo un espediente per descrivere il meccanismo della società capitalista dell'epoca, o meglio i suoi luoghi comuni, stereotipi e usi in relazione alla piccola e alta borghesia. Jack London ne evidenzierà le contraddizioni, le false apparenze e l'ipocrisia, centrando l'attenzione sulla vacuità della spinta eroico-individualista dominante, mostrando le fatiche e la vita stentata dei poveri.

  • User Icon

    Lara

    17/06/2020 17:45:31

    Il mio libro preferito

  • User Icon

    Fra

    31/05/2020 20:37:12

    Martin Eden è un romanzo dalla potenza incredibile, un libro che ti conduce a fare il tifo per il suo protagonista, soprattutto nei suoi momenti di solitudine più estrema, quando nessuno sembra più credere in lui se non lui stesso. Una storia che non può non far riflettere sulla forza della volontà e sui valori veri della vita, talmente estremi da distruggere l'uomo troppo sensibile ed intelligente.

  • User Icon

    Hadar

    28/05/2020 18:38:23

    Splendido! Un libro a tutto tondo. Spiazzante e scritto in maniera magnifica. Secondo me è veramente un libro che non può mancare nella propria libreria, quella però che non verrà mai smantellata

  • User Icon

    joegould

    19/05/2020 11:40:18

    Quello che a una prima lettura può sembrare un po' romanzo di formazione e un po' storia di ascesa sociale, si rivela in realtà, man mano che lo si legge, come un'amara riflessione sul ruolo dell'intellettuale in una società spersonalizzante e cinica tanto simile alla nostra. Da leggere.

  • User Icon

    mena

    17/05/2020 19:44:28

    bellissimo ma ci è voluto un pò più di tempo per finirlo

  • User Icon

    Vin

    16/05/2020 10:42:00

    Mia lettura giovanile che ha influenzato molto la mia crescita come lettore e come uomo. Riletto da adulto ha mantenuto inalterato il suo fascino, il carico di vitalità e di ineluttabile destino. Il mio romanzo di riferimento, da consigliare a tutti.

  • User Icon

    Stefy

    16/05/2020 10:36:44

    Amo questo libro e lo rileggerei tante altre volte. L'edizione della Feltrinelli è molto curata e ricca di contenuti.

  • User Icon

    c.

    16/05/2020 06:45:52

    Libro da leggere nella maniera più assoluta, la cosa che mi ha colpito di più, oltre alla storia, è la ricchezza nelle descrizioni che ti fanno entrare in contatto diretto con gli avvenimenti del testo.

  • User Icon

    Marco Romizi

    15/05/2020 17:22:54

    L'ho letto quando ero giovane, però l'ho riletto da adulto. Non ho risentito il fascino di quando ero giovane ovvio, però resta sempre nella valido anche oggi. E' uscito anche il film: personalmente non amo vedere film tratti da alcuni libri che ho letto, perché non voglio rovinare le immagini che mi sono venute leggendo un libro.

  • User Icon

    Aurelio

    15/05/2020 14:44:43

    Non avevo mai letto Jack London se non 'Il richiamo della foresta', ma quando ero bambino, in un'edizione certamente ridotta. Mi ero convinto che London fosse uno scrittore 'minore'. Poi, grazie al film di Marcello, interpretato da Luca Marinelli, mi sono incuriosito. E mi sono trovato davanti ad un romanzo inaspettato, e non solo per la struggente storia di Martin, e di come la fame di conoscenza lo trasformi in un intricato e contrastato scrittore, ma anche per lo stile profondo, introspettivo, acuminato, di Jack London che, mia opinione personale, ho trovato molto più denso ed espressivo di uno Steinbeck o di un Dos Passos. Non ci può essere grande libro senza una bella storia e/o un personaggio memorabile perchè appassionante. Ma allo stesso tempo, non si può raggiungere le vette della letteratura senza uno stile personale e creativo. Questo romanzo lo possiede. E così, le vicende contorte, umanissime, piene di pietà e vitalità, di Martin (con stratificazioni autobiografiche confermate dai suoi contemporanei), diventano infine grande romanzo epico, di contenuto e di forma. E ancora una volta, però, grazie all'amato Cinema: che ti appassiona coi le sue belle opere, ma ti spinge anche a leggerne di più per un'accoppiata che non si può mai perdere, di libri e di film.

  • User Icon

    sastamed

    14/05/2020 15:54:48

    Libro bellissimo. Letto da adolescente e riscoperto trent'anni dopo. Consiglio a chi decide di intraprendere progetti di vita difficili. È un ottimo stimolo al raggiungimento dei propri obiettivi.

  • User Icon

    Manuela

    14/05/2020 13:24:25

    “Martin Eden” di Jack London è uno dei libri “del cuore”, di quelli che colpiscono nel profondo a qualsiasi età si leggano, che fanno venir voglia di essere amici del protagonista, o di essere lui, o di poterlo aiutare. Insomma, con la storia del marinaio dall'animo sensibile che scopre il mondo e l'ambizione attraverso la cultura e l'amore, London si differenzia leggermente dalle storie sul mondo animale e la natura selvaggia per cui è forse più noto, ma non nell'approccio, che rimane basato su una profonda analisi della società, degli individui, dell'anima e dei limiti dell'umano. Anche qui sembra raccontarci quasi una favola, un racconto di formazione in cui tifare per il grande protagonista, ma London non dimentica mai la ferocia, le miserie, l'ostilità e l'ipocrisia della società verso la purezza. E così Martin migliora se stesso conoscendo sempre di più, ma la sua stessa conoscenza gli aprirà gli occhi su ciò che riteneva mitico, superiore, inarrivabile, e che finirà per deluderlo. Fra riflessioni politiche, e apolitiche, contatti con membri di ogni ambiente, letture e studio, senza dimenticare la fatica che l'ha temprato sin da piccolo e lo mantiene coi piedi per terra, Martin divorerà la vita e ne verrà divorato, come nelle più belle, oneste e tragiche storie. Consigliatissimo. Notevole anche la trasposizione con Luca Marinelli nei panni del protagonista.

  • User Icon

    ninonux

    14/05/2020 08:41:09

    A me il personaggio di Martin Eden (alter ego di Jack London?) sta fondamentalmente antipatico per quella spocchia e quell'arroganza che, ad onta delle umili origini, dimostra nei confronti dei vari personaggi con i quali si interfaccia e alla fine l'opinione che mi sono fatto del protagonista della storia ha influenzato negativamente la lettura del romanzo. Nulla da eccepire sotto il profilo stilistico: London è sicuramente stato un eccellente prosatore, ma personalmente ho preferito di gran lunga "Il vagabondo delle stelle" e "Il tallone di ferro".

Vedi tutte le 41 recensioni cliente
  • Jack London Cover

    Pseudonimo di John Griffith London, scrittore statunitense. La sua figura è una delle più singolari e romanzesche della letteratura americana: figlio illegittimo di un astrologo, cresciuto dalla madre e dal suo secondo marito John London, abbandona la scuola a 13 anni e diventa rapidamente adulto tra Oakland e San Francisco con ladri e contrabbandieri, praticando vari mestieri non sempre legali tra cui strillone di giornali, pescatore clandestino, cacciatore di foche, operaio, lavandaio, venditore porta a porta, avventuriero alla ricerca dell'oro in Klondike. Nel 1897, infatti, Jack London lasciò San Francisco per l'Alaska sulla scia della febbre dell'oro scoppiata in quegli anni. Tra mille peripezie raggiunse il Klondike, e proseguì al di là delle montagne,... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali