Martin Eden - Jack London,Stella Sacchini - ebook

Martin Eden

Jack London

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Stella Sacchini
Editore: Feltrinelli
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,45 MB
Pagine della versione a stampa: 526 p.
  • EAN: 9788858827079
EBOOK € 1,99

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa straniera - Classica (prima del 1945)

Salvato in 29 liste dei desideri

€ 1,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

“‘Martin Eden’ è davvero uno di quei libri che andrebbero letti più volte nel corso degli anni, uno di quei libri sfaccettati, dalle tante stratificazioni: strati e facce che vi si svelano in momenti diversi, da angolature diverse. È un ‘romanzo di formazione’, non c’è dubbio, ma anche una piccola ‘opera-mondo’, un romanzo che abbraccia, rappresenta e restituisce un’epoca, una società, uno svolto storico, classi e ideologie, tipi umani, contesti e contrasti, dinamiche socio-culturali.” (Mario Maffi) Martin Eden, un giovane marinaio di Oackland, salva la vita a un ragazzo della buona borghesia di San Francisco, Arthur Morse. Per ringraziarlo, questi lo presenta alla famiglia e alla sorella Ruth. Tra lei e il giovane marinaio scatta subito un’attrazione vitale, ostacolata però dalle differenze di classe e quindi dalla prevedibile resistenza della famiglia di Ruth. Un po’ per farsi accettare socialmente, un po’ perché sinceramente affascinato da quel mondo borghese, Martin decide di affinare la propria cultura. Da giovinastro un po’ rozzo, in anni di studio forsennato si trasformerà in uno scrittore di successo. Sembra finalmente realizzata quell’ascesa sociale tanto agognata da Martin. “Martin Eden”, il più bel romanzo di Jack London, ha veramente i tratti di una sconsolata e indimenticabile tragedia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,73
di 5
Totale 9
5
7
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Say

    24/09/2019 16:49:38

    Libro bellissimo che invita a molte riflessioni. Vita eroica e nel contempo tragica che trova proprio nella scena finale il suo culmine narrativo.

  • User Icon

    Lorenzo

    22/09/2019 12:35:43

    Capolavoro senza tempo, una bellissima sorpresa!

  • User Icon

    Asoc

    21/09/2019 17:57:02

    Sono a tre quarti dalla fine - ma come, di già? - di questo romanzo egoico, per certi versi banalizzante se non semplicemente canonico, zeppo di ingenuità, con qualche presuntuosità di troppo, e rozzo quel tanto calcolato con precisione per sviluppare l'adescamento senza salvezza, e bello veramente come pochi, al quale, per il suo capitolo sul lavoro in lavanderia, si possono perdonare anche dieci scontri undicennali con l'epicizzato Faccia-di-Formaggio che, come la maggioranza dei personaggi del libro, è una piccola e meschina antitesi utile solo a far risaltare il forte&bello&e-tutto-il-resto protagonista: Martin; la cui passione amorosa è tanto più onorevole, quanto più piccola-borghese è quella della sua amata, Ruth, che difficilmente sarebbe potuta uscire più malconcia nella considerazione che ne ha l'autore, per il quale Ruth, fanatica del conformismo, ha la funzione galeotta che altrove fece consumare un adulterio e qui porta invece al felice connubio tra Martin e il suo vero amore: le grammatiche, le stampe, la scrittura: vorace.

  • User Icon

    Nicola

    21/09/2019 15:40:17

    Assolutamente da leggere

  • User Icon

    dimitri

    19/09/2019 18:25:37

    Un capolavoro, un classico che per quanto abbia tale connotazione non è affatto pesante e lo si legge con piacere. Un inno alla bellezza, al perseguire i propri sogni, e un libro senza tempo.

  • User Icon

    RD

    11/03/2019 17:11:40

    Romanzo bello veramente come pochi, al quale, per il suo capitolo sul lavoro in lavanderia, si possono perdonare anche dieci scontri undicennali con l'epicizzato Faccia-di-Formaggio che, come la maggioranza dei personaggi del libro, è una piccola e meschina antitesi utile solo a far risaltare il forte&bello&e-tutto-il-resto protagonista: Martin; la cui passione amorosa è tanto più onorevole quanto più piccola-borghese è quella della sua amata Ruth, che difficilmente sarebbe potuta uscire più malconcia nella considerazione che ne ha l'autore, per il quale Ruth, fanatica del conformismo, ha la funzione galeotta che altrove fece consumare un adulterio e qui porta invece al felice connubio tra Martin e il suo vero amore: le grammatiche, le stampe, la scrittura: vorace.

  • User Icon

    psylocke84

    11/03/2019 00:53:16

    Martin Eden è un romanzo autobiografico che riflette gli ideali e l'inquietudine dello scrittore stesso, un marinaio americano che finisce casualmente per frequentare il mondo borghese. Il protagonista fortemente attratto dal nuovo ambiente, dovrà divincolarsi tra la passione per la giovane e raffinata Ruth, che diventa per lui l’inarrivabile oggetto del desiderio e l'amore per la letteratura. Decide così di “elevarsi” culturalmente per esser degno della sua amata, tuttavia l'eccessivo desiderio di riscatto e di elevazione sociale porterà il protagonista alla progressiva autodistruzione. Martin si troverà conteso tra il mondo proletario in cui era nato e aveva vissuto la sua giovinezza e il corrosivo conformismo borghese, caratterizzato da una vergognosa ipocrisia. Martin Eden si rivela un romanzo di evoluzione sia culturale che spirituale della persona e allo stesso tempo una denuncia delle stratificazioni sociali. Consigliato.

  • User Icon

    LillyFal

    21/09/2018 12:17:29

    Un capolavoro, uno dei più bei libri che abbia mai letto. “L’impossibile diventa possibile”con caparbia determinazione…..fino in fondo! Assaporando tutti gli aspetti di questa nostra esistenza. Storia di un uomo volitivo e semianalfabeta che con energia studia per diventare uno scrittore e lo diventa. Acclamato e celebrato da tutto il mondo letterario e politico ma per lui non ha più importanza……il fuoco si è spento e tutto risulta vacuo. “E così ti sei alzato dal fango, Martin Eden. E ti sei lavato gli occhi nello splendore di una gran luce e ti sei fatto largo tra le stelle, seguendo la legge universale della vita, lasciando morire ‘la scimmia e la tigre’ che sono in te e strappando la nobile eredità a tutte le potenze esistenti.Si guardò sprezzante e si mise a ridere amaramente” Travolgente già dalle prime pagine, ma la seconda parte mi ha emozionata ad ogni singolo cambio di scena, lasciandomi senza fiato fino ad un totale appagamento. Ho sentito viva ogni parola, ogni concetto, ogni riflessione. Grazie Sir London, sarà difficile iniziare un nuovo libro

  • User Icon

    marco

    24/02/2017 17:41:27

    Mi è piaciuta molto l'idea del descrivere le emozioni e gli stati d'animo determinati dalla voglia di trasformarsi, anche con quello stile "allucinatorio" già incontrato nel Vagabondo delle stelle. Chi confrontandosi con l'"amore" non ha deciso dei cambiamenti?? Consigliato!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente
  • Jack London Cover

    Pseudonimo di John Griffith London, scrittore statunitense. La sua figura è una delle più singolari e romanzesche della letteratura americana: figlio illegittimo di un astrologo, cresciuto dalla madre e dal suo secondo marito John London, abbandona la scuola a 13 anni e diventa rapidamente adulto tra Oakland e San Francisco con ladri e contrabbandieri, praticando vari mestieri non sempre legali tra cui strillone di giornali, pescatore clandestino, cacciatore di foche, operaio, lavandaio, venditore porta a porta, avventuriero alla ricerca dell'oro in Klondike. Nel 1897, infatti, Jack London lasciò San Francisco per l'Alaska sulla scia della febbre dell'oro scoppiata in quegli anni. Tra mille peripezie raggiunse il Klondike, e proseguì al di là delle montagne,... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali