Medea. Testo greco a fronte - Euripide - copertina

Medea. Testo greco a fronte

Euripide

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Ester Cerbo
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 giugno 2013
Pagine: 235 p., Brossura
  • EAN: 9788817067027

42° nella classifica Bestseller di IBS Libri Classici, poesia, teatro e critica - Letteratura teatrale

Salvato in 216 liste dei desideri

€ 9,50

€ 10,00
(-5%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Medea. Testo greco a fronte

Euripide

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Medea. Testo greco a fronte

Euripide

€ 10,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Medea. Testo greco a fronte

Euripide

€ 10,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 5,40

€ 10,00

Punti Premium: 5

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 10,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Figura demoniaca di maga barbara e crudele, Medea è uno dei personaggi più noti, estremi e coinvolgenti del teatro antico. Lucida e determinata nel compiere una vendetta atroce, l'assassinio dei figli, che la colpirà con violenza devastante, Medea appare perfettamente consapevole delle conseguenze del suo gesto estremo. Ma alla tensione emotiva ("capisco quali dolori dovrò sostenere, ma più forte dei miei propositi è la passione") si unisce un'assoluta autonomia intellettuale, fino ad allora sconosciuta in una donna nel mondo greco. Nella sua introduzione Vincenzo Di Benedetto mette in luce la modernità di questa tragedia e spiega la dura polemica dell'autore contro la società ateniese di quegli anni.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 9
5
9
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Francesco

    22/05/2020 21:34:03

    Il classico Bur con testo originale a fronte non delude mai. Sempre comprensibile la traduzione accurata!

  • User Icon

    ylenia

    15/05/2020 12:00:17

    Emozionante! Consiglio

  • User Icon

    giuli_lor

    11/05/2020 17:48:31

    Struggente, emozionante, crudo. Una donna, una madre, un'amante. Un capolavoro della tragedia greca che non può assolutamente mancare nella librerie di ogni casa!

  • User Icon

    Lib(e)randoci

    23/09/2019 11:15:12

    La tragedia greca porta in sé il nucleo di quella che sarà successivamente tutta la letteratura mondiale. Lo stile, quello teatrale, rende vivi i personaggi, che non sono altro che espressione di sentimenti umani che ci parlano di situazioni di vita. Ed è così che in Euripide e nella sua Medea troviamo le tracce di emozioni, affetti, reazioni che sono vive e vissute ancora oggi. Medea viene tradita dal marito Giasone, che decide di sposare la figlia del re di Corinto e di ripudiare Medea esiliandola. Contraria a una vita da subalterna, Medea decide di non subire il destino impostole ma di uscirne a modo suo, vendicandosi del tradimento. In Medea si ritrovano temi come la rivendicazione della parità di diritti delle donne che, al contrario di quanto si pensi, hanno dignità di esistenza da millenni. Le metodologie di Medea però sono figlie del suo tempo e di un rincorrere la vendetta a tutti i costi. Un testo forte, intenso, attuale. Un’opera da leggere e assimilare, che parla al cuore.

  • User Icon

    Carmine

    23/09/2019 00:56:41

    Un classico della letteratura di tutti i tempi che nel tipico stile euripidiano si fa esploratore di un problema universale mai risolto: quello del rapporto uomo-donna e del loro millenario scontro dialettico. Medea è donna e madre amorosa ma rinomate pure sono le sue sinistre doti di maga che hanno avuto un peso non indifferente nella conquista del vello d'oro da parte di Giasone. Proprio costui l'ha strappata dalla casa paterna e l'ha costretta ad una duplice umiliazione: la vita da apolide in terra corinzia e il tradimento inflittole a scopi utilitaristici. Allora Medea, mossa da una passione incontrollabile, si accinge alla sua tremenda vendetta. Dopo aver letteralmente eclissato i suoi avversari negli "agon logon" ed essersi guadagnata la fiducia di Egeo re di Atene, punisce prima Creonte suo ospitatore e la figlia Glauce, poi, spinta da una forza devastante, va incontro allo scacco macchiandosi d'infanticidio. Personaggio estremamente tragico, Medea può riscattare l'offesa subita solo perpetrando il più terrificante dei delitti, ferendo Giasone in ciò che più gli sta a cuore, uccidendo il sangue del suo sangue e ponendo così fine alla sua nobile stirpe. Per questo ella è eroe e personaggio soccombente contemporaneamente, figura di immortale potenza e simbolo di un mondo femminile che si ribella, pur fallendo, al patriarcato maschile. Ma il genio di Euripide non si esaurisce qui, la scena finale, di memorabile valore artistico, annulla ogni sbocco catartico: Giasone fin'ora protervo piange amaramente, Medea sofferente per tutta l'opera è adesso in preda ad un estasi vendicativa. Perciò nemmeno nel dolore uomo e donna riescono alla fine a coincidere. (difficile per noi oggi immaginare lo scalpore che dovette fare l'opera nell'Atene del V secolo a.c.)

  • User Icon

    Isabella

    19/09/2019 18:23:20

    È ovviamente assurdo valutare un capolavoro come la "Medea" di Euripide - così come ogni grande opera della letteratura e di ogni arte - e forse una qualsiasi recensione risulta banale. Tuttavia, la lettura di questa tragedia ci fa comprendere come i dolori degli uomini e delle donne sono sempre uguali. Medea come donna innamorata e abbandonata, sfruttata per scopi diversi dall'amore e ingannata dall'egoismo di Giasone; straniera e quindi un pessimo partito da sposare. Si vendica in modo terribile diventando però un simbolo utilizzato per vari motivi, più o meno da tutti. Donna forte e spietata oppure sofferente e quindi furente? Euripide ci costringe a riflettere, a capire, a prendere una parte - senza però sapere se è quella giusta. Tragedia di conflitti e confronti, di dolore e vendetta. Da qui nasce tutta l'arte che seguirà. Perché continuare a studiare il greco antico? In parte anche per questo, per sapere almeno da dove viene l'arte.

  • User Icon

    Maria

    23/09/2018 17:13:10

    Forse la tragedia più celebre in assoluto e probabilmente la mia preferita di Euripide. Medea, donna straniera che vive con Giasone a Corinto dopo aver assistito in tutte le sue peggiori prove l’eroe e aver tradito la sua famiglia in nome suo, viene ripudiata con i suoi figli. Infatti Giasone intende sposare la figlia del re, Creonte, per poter trasmettere il potere ai suoi discendenti. Così Medea pianifica un’orribile vendetta. L’intera tragedia ruota intorno ai piani e alle meditazioni di Medea, dilaniata dal dubbio su cosa fare fino alla fine. Continui sono i ripensamenti dettati dall’amore materno, ma a trionfare sarà il sentimento di vergogna di personaggio offeso nella sua statura eroica, che non può subire inerte la sconfitta, ma deve attuare la vendetta più orribile. Un classico imperdibile, capace di emozionare e sconvolgere. Quest’edizione BUR è curatissima. La ricca introduzione e le note forniscono un quadro completo del contesto del dramma e delle problematiche testuali e di interpretazione. Strumento utilissimo per gli studenti l’appendice metrica.

  • User Icon

    Andrea

    18/09/2018 09:52:09

    Una bellissima tragedia che fa capire al lettore moderno come un'opera teatrale scritta nel V sec.a.C sia così attuale. Si pensi ai tanti genitori che prima di suicidarsi uccido i figli , appunto è il caso di Medea .Una donna che sacrifica tutta la sua vita per amore di Giasone. Da leggere !

  • User Icon

    woland

    26/01/2016 22:30:23

    Il mito della povera Medea, scritto da un grande uomo del teatro antico. Ottima tragedia.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente
  • Euripide Cover

    (Salamina 485 ca - Pella 406 a.C.) tragediografo greco.La vita e le opere Nacque da un proprietario terriero, Mnesarco o Mnesarchide, e da Clito, rappresentata dai commediografi come un’erbivendola. Molti dati della sua vita, provenienti, appunto, dalle parodie e dalle malignità della commedia, sono inattendibili. Si sa di sicuro che da giovane fu adepto del culto d’Apollo, ebbe tre figli, vinse poche volte negli agoni teatrali, morì all’estero, alla corte di Archelao, in Macedonia, e fu commemorato da Sofocle durante la festa teatrale delle grandi dionisie nella primavera del 406. La sua opera rivela un’educazione raffinata, un vivissimo interesse per il movimento filosofico della sofistica, una posizione scettica nei confronti della religiosità tradizionale, una viva partecipazione alle... Approfondisci
Note legali