Il medico dei pazzi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Mario Mattoli
Paese: Italia
Anno: 1954
Supporto: DVD
Salvato in 18 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 8,50 €)

Fingendosi studente di medicina, un ragazzo estorce per anni i soldi ad uno zio; quando l'uomo decide di andare a vedere i progressi del nipote, quest'ultimo, con la complicità degli amici, trasforma la pensione in cui vive in una clinica psichiatrica.
4,75
di 5
Totale 4
5
3
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    divertente

    17/05/2020 21:04:33

    La commedia di Totò è tutta da ridere come non divertirsi guardando i suoi capolavori. Lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    Claudio

    14/05/2020 23:10:50

    Film tratto da una commedia di Scarpetta, come "Un turco napoletano", "Miseria e nobiltà" e "Sette ore di guai". E' meno noto rispetto ad "Un turco napoletano" e "Miseria e nobiltà", ma ben strutturato e con alcune scene degne di nota. Non mancano gli equivoci ma man mano la matassa si sbroglia fino al lieto fine.

  • User Icon

    Monica

    07/03/2019 16:33:03

    Dalla commedia di Eduardo Scarpetta. Totò è il generoso zio di uno scapestrato nipote, che l'ha ingannato dicendo di essersi laureato e di dirigere una clinica psichiatrica (in realtà la clinica non esiste, è solo un mezzo per spillar quattrini). Totò un giorno arriva a Napoli per controllare la vita del nipotastro. Capita nella pensione di questi e prende i pensionanti per matti.

  • User Icon

    Lia

    05/03/2019 19:36:47

    Ciccillo, giovane nullafacente, da anni vive a Napoli alle spalle dello zio Felice il quale crede di pagare al ragazzo gli studi di medicina. Quando Felice giunge da Roccasecca, luogo in cui vive e di cui è sindaco, a Napoli insieme alla moglie e alla figlia, Ciccillo mette in scena insieme all'amico Michele un nuovo raggiro ai danni dello zio. Egli infatti millanta da tempo di essere diventato psichiatra e di dirigere una clinica per alienati mentali. Dice di aver bisogno di 500 lire per comprare una macchina per l'elettroshock capace di sanare Michele, da lui spacciato come uno dei pazienti. Naturalmente i soldi gli servono per onorare un debito di gioco, mentre la clinica è in realtà la Pensione Stella, pensione dove Ciccillo e Michele vivono a sbafo, ed i presunti pazzi non sono altro che gli eccentrici clienti della pensione, del tutto sani ma presentati come pazzi da Ciccillo quando lo zio Felice pretende di visitare la clinica.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Surf Video, 2008
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 85 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: foto; curiosità; biografie; filmografie
  • Franca Marzi Cover

    Attrice italiana. Sui palcoscenici fin da giovanissima, sfoggia una bellezza prorompente e aggressiva trovando un periodo d'oro, fra la fine degli anni '40 e la prima metà dei '50, nel cinema italiano di cassetta pronto all'avvento delle cosiddette «maggiorate». Lavora fra gli altri con Totò in I due orfanelli (1947) e Fifa e arena (1948) entrambi di M. Mattòli, e fra il '51 e il '54 gira quasi dieci film all'anno fra cappa e spada, comici e melodrammi. Quando la sua stella sembra repentinamente declinata, incappa in F. Fellini, che le cuce addosso i panni di Wanda, la prostituta di cuore amica di G. Masina in Le notti di Cabiria (1957). Seguono poche altre apparizioni tra cui Fortunella (1958) di E. De Filippo. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali