Categorie

Medioevo del potere. Le istituzioni laiche ed ecclesiastiche

Mario Ascheri

Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2009
Pagine: 421 p., Brossura
  • EAN: 9788815129871
Usato su Libraccio.it - € 14,58

€ 22,95

€ 27,00

Risparmi € 4,05 (15%)

Venduto e spedito da IBS

23 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Francesco

    16/01/2010 13.52.07

    Un libro del quale non si sentiva il bisogno, tanto da farmi domandare perchè l'abbia acquistato. Si avverte la mancanza di un adeguato apparato di note e bibliografico, per suffragare affermazioni lapidarie e perentorie, che non soddisfano la necessità d'informare il neofita, nè tantomeno le esigenze del lettore specialista. Il fatto che il libro costituisca in qualche modo una revisione delle Istituzioni medievali dello stesso autore, non costituisce una scusante. Non ho letto tali Istituzioni e non posso quindi esaminare i rapporti tra i due testi, ma dal titolo dell'opera mi aspettavo qualcosa di diverso da un manuale di Istituzioni medievali. Ebbene, il testo È qualcosa di diverso, nella misura in cui tratta superficialmente e in modo disorganico delle suddette istituzioni senza sempre aggiungere molto altro; a eccezione di pochi passaggi (ho trovato ad esempio molto felici alcuni giudizi sull'alto medioevo e sulle sue sperimentazioni del potere, nell'ottica ormai dominante di una rivalutazione del periodo). L'assenza dei riferimenti alle fonti sconfina talora nel paradosso. Si legga questo passaggio: "Il re è ora unto del Signore come quelli dell'Antico Testamento (I Samuele 16,13 e II Cronache 23,11) e della più recente prassi visigotica ed anglo-sassone". Ebbene, mi domando per quale ragione il prof. Ascheri si sia sentito in dovere di riportare la bibliografia biblica per suffragare qualcosa di tanto ovvio, bibliografia che sistematicamente manca in qualsiasi caso si stia parlando di Medio Evo, anche laddove il riferimento aiuterebbe a meglio spiegare un episodio o persino a giustificare un'affermazione dubbia. Non sono stato colpito neppure dalle qualità espositive del testo. E' vero che io sono molto esigente da questo punto di vista, ma credo sia legittimo in presenza di testi di divulgazione. Piccola postilla: ho letto solo le sezioni relative all'Alto Medioevo (mio campo di studi). Il libro che io sempre consiglio per un approccio alle istituzioni medievali è Le grandi linee... di E. Cortese.

Scrivi una recensione