Medusa

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Paradise Lost
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Nuclear Blast
Data di pubblicazione: 1 settembre 2017
  • EAN: 0727361379704
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 18,38

€ 24,50
(-25%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

EDIZIONE DIGIBOOK.
L’album in studio dei PARADISE LOST “Medusa” annunciala solitudine e il freddo umido dell’autunno. Le leggende del West Yorkshire tornano alle loro radici doom metal e pubblicano il loro quindicesimo album in studio che prende il nome dalla Gorgone greca capace di trasformare le persone in pietra con un solo sguardo. La band inglese sta vivendo una seconda giovinezza e i fan di vecchia data non potranno che adorare l’ennesimo capolavoro dei sovrani incontrastati del doom death metal! Tra settembre e novembre la band visiterà quattordici paesi diversi per celebrare la pubblicazione di “Medusa”.
Disco 1
1
Fearless Sky
2
Gods Of Ancient
3
From The Gallows
4
The Longest Winter
5
Medusa
6
No Passage For The Dead
7
Blood And Chaos
8
Until The Grave
4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    daniele

    20/09/2018 14:06:19

    La grandiosità di Medusa è nella sua impenetrabilità. Il processo evolutivo del gruppo L’evoluzione musicale dei Paradise Lost non conosce sosta neanche in questo nuovo capitolo, che continua il suo percorso di estremizzazione musicale, ispessendo ancora di più il proprio personalissimo sound. Un percorso grandioso iniziato dieci anni fa con la pubblicazione di IN REQUIEM, capitolo primo della seconda giovinezza artistica di questa band incredibile. MEDUSA è ancora più estremo di THE PLAGUE WITHIN, gli otto pezzi composti non danno respiro se non nel singolo THE LONGEST WINTER, unico brano cantato quasi interamente con clean vocals da un Nick Holmes, in gran spolvero. La voce è uno degli elementi di spicco, con un growl rantoloso che acquisisce profondità su dei riff e delle musiche che fanno letteralmente cadere l’ascoltatore in un abisso senza fine. MEDUSA va considerato come un unico blocco musicale e non si possono prendere le singole canzoni ed estrapolarle, l’album va ascoltato nella sua interezza per saggiarne la grandiosità. Una domanda nasce spontanea: quale sarà il prossimo passo di questa grandiosa band?

  • User Icon

    machinehead

    14/07/2018 01:55:10

    Il lavoro più duro e pesante di sempre dei Paradise Lost. Ottimo lavoro, ma il precedente è migliore.

| Vedi di più >
Note legali