Una mente senza dio

Francesco Avella

Editore: Youcanprint
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 1 giugno 2015
Pagine: 140 p.
  • EAN: 9788891193254
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Franco, psicologo e ateo convinto, si affeziona ad una ragazza giapponese che, a causa di un incidente stradale, entrerà in coma e in seguito morirà. Lo psicologo dovrà lottare per mantenere il controllo sulla realtà, lotta che inizierà a diventare dura quando l'amica defunta gli apparirà prima nei sogni e poi nella realtà, portandolo a rivalutare la sua posizione su Dio. Nel romanzo, la fabula è spesso messa in secondo piano per dare risalto alla mente senza Dio del protagonista, ai suoi pensieri razionali, espressi sia tramite monologhi interiori che con il flusso di coscienza, la tecnica narrativa resa famosa dallo scrittore James Joyce. "Una mente senza Dio" è, in sintesi, un romanzo che racconta l'ateismo tramite l'introspezione del suo protagonista. Del resto, chi meglio di uno psicologo ateo potrebbe spiegare le motivazioni legate alla superstizione divina?

€ 9,26

€ 10,90

Risparmi € 1,64 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Dumas

    29/11/2016 22:31:56

    Chiedo scusa per l,errore nel rating con le stelline, nel commento precedente

  • User Icon

    Dumas

    27/11/2016 04:40:01

    Letto in 3 giorni, ben scritto, facile da leggere ,veramente interessante e ponderato.

  • User Icon

    Mino

    27/07/2015 11:02:11

    "Mi dispiace solo che quando morirai non potrai renderti conto dell'inesistenza del tuo dio". Nelle parole di Franco sembra esserci rassegnazione, disincanto, quasi tristezza, quando invece si dovrebbe leggere solo consapevolezza e naturale accettazione. La lettura scorre facile per nella complessa varietà di osservazioni, riflessioni spunti teologici di raffinata e fredda lucidità. Molto di ciò che leggo rispecchia i miei pensieri, il mio punto di vista. Franco riesce a mettere in ordine, in fila, con serena puntigliosità, i concetti che spesso ogni ateo pensa ma non riesce a esprimere. La storia scorre bene, è piacevole, così come sembra quasi di vedere ed ascoltare l'amica Midori, molto più "musa" che angelo custode. Alcuni fondamentali colpi di scena rendono godibile e interessante il racconto, dando consequenzialità ai concetti ed alle riflessioni personali di Franco. Molto Bravo Francesco Avella, anche in virtù della giovane età. Non è facile affrontare un tema così delicato e riuscire ad inserirlo ed argomentarlo in un romanzo gradevole, interessante e godibile. "Ogni volta che guardiamo un film dovremmo essere felici per il solo fatto di poter vedere, quando ascoltiamo la musica dovremmo essere felici di poter sentire." Io aggiungo che sono felice anche di saper leggere e d'aver letto "Una mente senza dio".

Scrivi una recensione