Mentre morivo - William Faulkner - copertina

Mentre morivo

William Faulkner

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Mario Materassi
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
In commercio dal: 5 settembre 2007
Pagine: 231 p., Brossura
  • EAN: 9788845921896
Salvato in 758 liste dei desideri

€ 10,45

€ 11,00
(-5%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Mentre morivo

William Faulkner

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Mentre morivo

William Faulkner

€ 11,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Mentre morivo

William Faulkner

€ 11,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 10,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"La struttura e lo stile di 'Mentre morivo' esercitano un fascino, a volte esasperante, soltanto se il lettore accetta la sfida di mettere in atto tutta la sua disponibilità percettiva. Bisogna cogliere insieme l'assurdo, il comico, il simbolico, l'inconcluso, la ridicolaggine che incombe sulla tragedia, l'enigma, che non si risolve" (Alfredo Giuliani).
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 52
5
36
4
10
3
4
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Bravado Campo

    16/05/2020 17:05:32

    Mi sono riavvicinato con circospezione al "monumento" Faulkner, viste anche le pregresse esperienze di lettura non proprio felice. Mentre Morivo è una sinfonia dissonante di anime derelitte, tutte in balia delle rispettive miserie. Quando si entra in sintonia con il flusso di coscienza di ciascun personaggio, ci si rende conto di essere di fronte ad un capolavoro, o poco ci manca. Lo consiglierei ad occhi chiusi.

  • User Icon

    maria

    15/05/2020 09:27:37

    Incuriosita dal titolo e dalla trama l'ho acquistato ma ci ho capito ben poco , troppi punti di vista che mi hanno solo confusa.

  • User Icon

    Roberto

    13/05/2020 13:24:25

    Leggere "Mentre morivo" è come affrontare un viaggio nell’oltretomba. Un libro in cui il simbolico, il grottesco, il surreale e il materiale si fondono in maniera indissolubile. È un contrappunto di voci polifoniche che raccontano in maniera indipendente gli stessi eventi, che ruotano tutti attorno ad un rito funebre. Certo è che lo stile di Faulkner è intenso e difficile, costernato da continui flussi di coscienza e da numerosi richiami simbolici ed allegorici spesso volutamente criptici e di non facile comprensione (il cavallo, il pesce, la tempesta ecc.), fino a comprendere un capitolo che è composto da una sola, brevissima e criptica frase detta dal membro più piccolo della famiglia Bundren (“mia madre è un pesce.”) senza considerare che la trama è estremamente dilatata fino ad essere quasi annullata. Faulkner ci catapulta direttamente dentro i pensieri e il mondo interiore dei personaggi, mostrandoci i loro sentimenti, la loro miseria e anche la loro bassezza morale. Un libro cupo e angosciante che vive di un’atmosfera funerea e macabra ma a tratti anche comica, dove il gesto quotidiano diviene spunto di riflessione sulle tematiche universali dell’essere umano.

  • User Icon

    Davide C.

    11/05/2020 12:57:29

    Romanzo sublime. Dove tutto è impastato di materia e oscurità. Simbolico e comico, funereo e religioso, bello e terribile. In Faulkner si ritrova la Bibbia, Omero e Shakespeare.

  • User Icon

    Sere_camp

    31/12/2019 11:52:37

    Epico, drammatico, assurdo nella sua più totale realtà. Un pugno allo stomaco. Un Capolavoro. Una narrazione che ti prende piano, all'inizio si fatica a capire, si torna indietro, si rilegge più volte un passaggio… poi via via diventa sempre più forte e si sentono battere i chiodi per la bara, e ci si trova in mezzo al fiume in piena ad attraversarlo. Nella testa di uno dei personaggi, poi dell'altro, poi di un altro ancora...ascoltando i pensieri, entrando ad uno ad uno in tutti. Sono loro, siamo noi.

  • User Icon

    rapettolo

    20/11/2019 17:32:41

    Tra tutti quelli letti finora questo è in assoluto il romanzo che ho fatto più fatica a portare a termine. Faulkner è un genio, questo romanzo è un capolavoro, ma sono state le pagine più pesanti che abbia mai incontrato. Ora mi serve una lettura decisamente defaticante.

  • User Icon

    Domenico Sambrotta

    25/09/2019 07:55:37

    Una donna muore e tutta la sua sgangherata famiglia si mette in viaggio su un carretto per darle sepoltura nel suo luogo d'origine. Tutto qua. Ma attenzione, se aprite questo libro avrete due possibilità: lo lancerete contro il muro dopo cinque pagine oppure entrerà nelle vostre viscere e non ne uscirà più. Nel secondo caso - quello che è successo a me - scoprirete il mondo di Faulkner, flussi di coscienza incomprensibili per pagine che poi acquistano senso per poi perderlo e ricongiungersi dopo altre dieci pagine. Forse. Personaggi che parano in prima persona, così come si esprimerebbero nella loro realtà. Una bellissima esperienza che consiglio a lettori non alle prime armi. Per me un capolavoro.

  • User Icon

    Antonio

    20/09/2019 23:41:54

    Come quasi tutti i romanzi che precedettero Santuario, anche questo non ebbe un grande successo al'epoca. Lo stile complesso e la trama seppur semplice resa contorta sono stati dei fattori fondamentali per la critica del tempo, ma il romanzo visto con un occhio critico e affrontato con il "giusto spirito" racconta una storia in realtà semplice, ma narrata in modo epico. Una storia tra il tragicomico, l'assurdo e il surreale, che partendo semplicemente da un lutto indaga a fondo temi esistenziali e abissi profondi che ogni personaggio porta con sé.

  • User Icon

    quinto

    20/09/2019 09:35:40

    Questo è il punto principale del romanzo. O meglio, di quasi tutti i romanzi di Faulkner. L’autore, infatti, si serve di una narrazione frammentata, grazie alla quale assistiamo alla storia da diversi punti di vista. Il romanzo è suddiviso in vari brevi capitoli ognuno narrato da un personaggio diverso. Forse “narrato” non è il termine giusto, perché in realtà i personaggi non raccontano proprio niente. Infatti, siamo noi lettori che, capitolo dopo capitolo, entriamo nella testa di ogni singolo personaggio e ne leggiamo i pensieri.

  • User Icon

    valentina

    19/09/2019 11:36:51

    E’ il racconto di una famiglia disgraziata, la famiglia Bundren, che si accinge ad affrontare un viaggio della speranza col compito di trasportare la salma della mamma defunta nella sua città d’origine, quale suo ultimo desiderio. Il romanzo si dipana attraverso i punti di vista dei vari protagonisti (specialmente i 5 figli e il padre) dando di volta in volta una visuale differente delle situazione, e facendo emergere le paure personali, il carattere, i segreti impronunciabili di ogni singolo membro della famiglia.Il punto di forza del romanzo è senza dubbio lo stile di scrittura di Faulkner il cui potere evocativo è strabiliante, riesce a far emergere la miseria umana, la pochezza individuale, anche la follia e la comicità se vogliamo che contraddistingue la famiglia Bundren nell’affrontare quest’odissea.E’ presente l’America rurale povera, quella morale cristiana che è pronta a giudicare ogni comportamento ritenuto immorale, una natura dal forte potere simbolico, e un forte senso di disperazione e disillusione a mio parere un po’ troppo ripetitivo e disarmante.

  • User Icon

    Anto

    19/09/2019 11:06:21

    Per quanto ho avuto modo di leggere dalle recensioni di "Mentre morivo", questo libro lo si divora o lo si trova molto faticoso, ma in ogni caso lo si ama. E devo dire che non mi stupisce questo tripudio. E' il primo libro di Faulkner che io abbia mai letto e ne sono rimasta stregata. Mi ha incantato la sua prosa molto materiale, fatta di terra, pioggia e fango e corpi, i suoi personaggi ossessionati e poco inclini a prestare ascolto a terzi, testardi come muli, folli. "Mentre morivo" mi ha stregato per la sua miseria, per i suoi personaggi quasi incomprensibili, che sembrano arrivare da un altro mondo, per la sua avventura deprimente e talvolta anche un po' cruenta. La scrittura di Faulkner è gustosa e per me è stato difficile staccarmi dalle pagine del libro (e sicuramente leggerò altro dell'autore).

  • User Icon

    serafini lino pasqualino

    25/07/2019 15:28:55

    libro crudissimo ed angosciante. Ci vuole qualche pagina per entrare nel meccanismo della scrittura di Faulkner.

  • User Icon

    Nena

    06/04/2019 17:49:26

    Un libro che ti trafigge. Bellissimo.

  • User Icon

    DavideTamakh

    11/03/2019 13:40:50

    Per entrare in questo libro bisogna immergervisi totalmente e accettare la sfida che Faulkner lancia allo spettatore: il suo stile è complesso, multiforme e non di facile presa e ciò potrebbe indurre a storcere il naso, ma con il progredire della pagine si entra nel mood del romanzo e nella tragedia ironica e oltre il tempo della famiglia Bundren: un mondo i simbolismi, cose non dette e profonda miseria umana che colpisce dritto al cuore.

  • User Icon

    Michela

    09/03/2019 22:17:31

    I protagonisti di questo capolavoro moderno sono i membri della famiglia Bundren che, dopo la morte di Addie, moglie e madre, devono procedere alla sepoltura del corpo della donna. Nessuno dei figli dei Bundren è immune dal dolore, dal dramma, e dalla dissoluzione morale perpetuata da Anse, il padre. Un uomo pigro ed indolente che vede i suoi figli in pericolo di vita in più di un’occasione senza intervenire. Un uomo infingardo che utilizza la religione e il volere di Dio per giustificarsi agli occhi dei vicini. Un uomo che di volta in volta si trova a deplorare la propria sfortuna, scagionandosi agli occhi dei figli, invece di affrontare le conseguenze negative delle proprie azioni egoistiche. Un uomo avaro e accentratore che calpesta i membri della propria famiglia, i loro sogni, desideri, perfino i loro oggetti di valore per un proprio fine. Un uomo senza onore, del quale Faulkner traccia, attraverso i pensieri e le riflessione degli altri personaggi, un ritratto vivido. Le bassezze e le brutture dell’animo di questo marito e padre vengono descritte e scandite. La natura umana viene rappresentata nella sua totalità e nella sua putredine.

  • User Icon

    Merlino

    09/03/2019 14:39:37

    Faulkner mette in scena il rito di sepoltura grottesco e drammatico della salma di Addie Bundren. Un viaggio funebre, quello descritto dai personaggi di Faulkner, altamente simbolico. La famiglia Bundren cerca di redimersi proprio attraverso questo viaggio. Una purificazione che la famiglia otterrà una volta essere arrivata sul luogo di sepoltura attraverso delle immolazioni. Ogni figlio di Addie sacrificherà qualcosa di sè per far sì che la famiglia si ricomponga. La rottura della gamba di Cash, colui che costruisce la bara, una bara perfetta per dare l’ultimo saluto alla madre, l’abuso sessuale ai danni di Dewey Dell, che è donna in un romanzo in cui la femminilità è subordinata alla maternità e ai tabù sociali degli anni ’20, l’allontanamento forzato di Darl dal nucleo familiare, l’irrimediabile perdita dell’infanzia di Vardaman attratto dagli avvoltoi, a loro volta attratti dal fetore del cadavere in disfacimento della madre.

  • User Icon

    Teresa

    08/03/2019 21:25:38

    Che Faulkner non sia un tipetto facile da leggere lo immaginiamo un po' tutti, ma da qualche parte si dovrà pur cominciare e Mentre morivo sembra essere il punto di partenza perfetto. La famiglia Bundren, il padre con i cinque figli vuole arrivare a Jefferson, per portare la salma della mamma appena deceduta e lì seppellirla come da sua richiesta con solo l’ausilio di un carro e una debole pariglia. Non è la trama a rendere l'autore degno del premio nobel, ma lo stile e la struttura stessa del romanzo, che lasciano dietro di sè mille metafore che colpiscono l'autore con i loro significati nascosti e lo accompagnano anche dopo la lettura. Un libro da rileggere e da studiare, certamente.

  • User Icon

    Silvia

    08/03/2019 21:20:20

    Un titolo che è già un presagio: Mentre morivo è un romanzo polifonico in cui cinquantanove monologhi di quindici personaggi vanno a comporre una storia di cruda desolazione e amara ironia, ambientata in un paesino sgangherato di un’America rurale negli anni ’30 del Novecento. . . Semplice l’intreccio: una donna morente ha un unico desiderio prima di prendere congedo dalla vita: essere sepolta nella propria città natale, Jefferson, ben lontana dalla contea di Yoknapatawpha ove risiede con la famiglia. Mentre morivo è il racconto di un corteo funebre che assume le proporzioni di un’epopea, tale che Faulkner prenderà in prestito le parole dell’Odissea per desumerne il titolo e un’aspra constatazione esistenziale: “a terra morente (...) la faccia di cagna (...) non ebbe il cuore, mentre andavo nell'Ade, di chiudermi gli occhi”. . . Sette le voci principali, tutte appartenenti alla numerosa famiglia Bundren. Addie è la donna morente, moglie infelice di Anse, contadino sdentato ed egoista, e madre di cinque figli: Cash è il falegname e dunque l’addetto alla costruzione della bara sotto gli occhi vigili dell’agonizzante; Darl è il reduce di guerra, il figlio escluso e disadattato ed è proprio per questo che alla sua voce e al suo sguardo lucido sono affidati numerosi capitoli. Proprio Darl sarà il capro espiatorio che pagherà con la propria reclusione e il silenzio forzato i segreti della propria famiglia. . Un libro che vi farà approdare ad un altro livello di lettura, superiore e soddisfacente

  • User Icon

    Chicca

    08/03/2019 19:06:32

    n una regione immaginaria nello stato del Mississipi, in un clima funebre e mesto si svolge il rito di sepoltura grottesco e drammatico della salma in disfacimento di Addie Bundren, moglie di Anse, madre di Cash, Darl, Jewel, Dewey Dell e Vardaman. L’assurdo corteo funebre è composto unicamente dai membri della famiglia Bundren, un gruppo di persone sopraffatto dalla vita già prima di mettersi in marcia per interrare il corpo in decomposizione della moglie e madre. La processione funeraria riuscirà a liberarsi del corpo della defunta solo dopo nove giorni dalla morte, tra difficoltà e le tragedie del viaggio, verso il luogo di sepoltura, che assomiglia sempre più ad un discesa negli inferi necessaria.

  • User Icon

    Federica

    08/03/2019 18:53:14

    Quando terminato un libro non si riesce a parlarne per lasciar sedimentare le emozioni che ha suscitato; quando non si riesce a fare a meno di ripensare ad alcune frasi; quando un libro riesce addirittura a mettere in crisi il lettore su una determinata tematica; quando un passaggio di quel libro viene riletto e riletto fino a restar scolpito nella mente, allora quello è un libro necessario. Quel libro è “Mentre morivo” di William Faulkner. Un viaggio funebre, quello descritto dai personaggi di Faulkner, altamente simbolico e ricco di allegorie bibliche, che richiedono particolare attenzione da parte del lettore. L’inondazione, inconsueta, che distrugge il ponte sul quale deve viaggiare il carro dei Bundren, simboleggia il diluvio universale che distrugge qualsiasi cosa per punizione divina; l’incendio al fienile simboleggia un rogo purificatore.

Vedi tutte le 52 recensioni cliente
  • William Faulkner Cover

    William Faulkner nasce a New Albany, nel Mississippi. Tra i suoi romanzi più famosi, ricordiamo L'urlo e il furore (1929), Mentre morivo (1930), Luce d'agosto (1932), Gli invitti (1938) e Assalonne, Assalonne! (1936). Faulkner fu anche uno scrittore prolifico di romanzi brevi: la sua prima raccolta, Queste 13 (1931), comprende alcune delle sue storie più conosciute. Durante gli anni '30, nel tentativo di guadagnare qualche soldo, Faulkner ebbe l'idea di Santuario, un romanzo che oggi verrebbe definito "pulp" (pubblicato per la prima volta nel 1931).Faulkner ricevette il Premio Pulitzer per Una favola, e vinse il National Book Award (postumo) per la sua The collected stories.Faulkner è stato anche un apprezzato autore di romanzi polizieschi.Nei suoi ultimi anni Faulkner... Approfondisci
Note legali