Il mestiere delle armi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Ermanno Olmi
Paese: Italia; Francia; Germania
Anno: 2001
Supporto: DVD
Salvato in 52 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 12,25 €)

Vita e morte di Giovanni De' Medici, un giovane e coraggioso capitano dell'armata pontificia, durante la guerra tra Carlo V e il Papa, nella prima metà del 1500. La storia della prima vittima dell'artiglieria moderna e della sua toccante agonia tra cospirazioni e tradimenti.
5
di 5
Totale 5
5
5
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Monica67

    25/01/2019 13:44:00

    Il film che più ho amato di Olmi. La guerra moderna portata dalla polvere da sparo e un ' Italia alla mercé degli stranieri e delle rivalità tra i signorotti locali.

  • User Icon

    Carlo

    12/06/2018 09:20:33

    Capolavoro di Olmi, probabilmente alla miglior prova della carriera insieme a “L’albero degli zoccoli”. Il cineasta bergamasco narra gli ultimi giorni di vita di Giovanni delle Bande Nere (Hristo Jivkov), condottiero al servizio di Clemente VII. La vicenda si svolge nel 1526, in un periodo di grande instabilità a livello italiano ed europeo; la Francia e l’Impero si contendono il predominio del continente e della Penisola e gli Asburgo, grazie al successo di Pavia del ‘25 in cui viene catturato il re francese Francesco I, paiono aver assestato il colpo decisivo alle ambizioni transalpine. Lo stato pontificio, preoccupato dall’egemonia spagnola, decide di stipulare un’alleanza con Francia, Venezia e Firenze dando vita alla Lega di Cognac, provocando la reazione di Carlo V che invia in Italia i famigerati lanzichenecchi guidati dal Frundsberg. Giovanni attacca il nemico nei pressi di Govèrnolo, non riuscendo però ad aver la meglio sui Lanzi e venendo ferito. Da qui inizia il suo breve calvario, conclusosi a Mantova pochi giorni dopo, mentre le milizie imperiali hanno via libera sin Roma che saccheggeranno nel maggio del ‘27. Con lo scontro tra le truppe del Gran Diavolo e l’esercito imperiale Olmi evidenzia un chiaro momento spartiacque tra due epoche, quella ancorata a valori medievali opposta alla nascente modernità rappresentata dagli invasori, la cui superiorità tecnologica (sono provvisti di “falconetti”, cannoni forniti loro dal duca di Ferrara) sarà fatale a Giovanni e a un mondo destinato a soccombere. La sconfitta patita dall’alleanza di Cognac sancisce inoltre il definitivo tramonto delle potenze italiane, in perenne lotta tra loro e ormai alla mercé dell’Impero e degli Stati-nazione, simboleggianti una nuova concezione del potere. Lavoro storicamente ineccepibile, dialoghi accurati e attenta caratterizzazione dei personaggi con Giovanni e Pietro Aretino (S. Vulicevic) su tutti, in conclusione Olmi monumentale per una pietra miliare del cinema.

  • User Icon

    n.d.

    08/06/2018 12:30:59

    Bellissimo film ingiustamente trascurato nella programmazione. Ma perché non c'è la versione blu ray?

  • User Icon

    Monica67

    08/05/2018 14:04:22

    Il miglior film di Olmi a mio modesto parere. C'è tutta un'epoca storica con le sue bellezze e crudeltà. E un Italia frammentata preda della cupidigia altrui.

  • User Icon

    Michele Bettini

    17/01/2018 09:56:27

    Bellissimo e triste. Insuperabile nel suo genere. Vorrei aggiungere una vera recensione, ma sò che non verrà/ò letto, perché ormai non legge più nessuno. Tutta la popolazione si è autofareneizzata 451. Vorrei dargli 6 stelle e far vedere le stelle a chi non ha visto questo capolavoro. "I gusti sono gusti"!

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Produzione: Mustang Entertainment, 2015
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,78:1
  • Area2
  • Ermanno Olmi Cover

    Ermanno Olmi è stato uno dei più grandi registi del cinema italiano. Ha diretto, tra gli altri, L’albero degli zoccoli (Palma d’Oro 1978), La leggenda del santo bevitore (Leone d’Oro 1989), Il mestiere delle armi (David di Donatello 2001), Il villaggio di cartone (2011). Nel 2008 ha vinto il Leone d’Oro alla carriera.Olmi è stato anche autore di alcuni libri a carattere variamente autobiografico, fra i quali ricordiamo Ragazzo della Bovisa (2004), L'apocalissi è un lieto fine. Storie della mia vita e del nostro futuro (2014) e Il primo sguardo (Bompiani 2015). Nel 2013 Piemme ha pubblicato il suo saggio Lettera a una Chiesa che ha dimenticato Gesù. Approfondisci
  • Sandra Ceccarelli Cover

    "Attrice italiana. Esordisce con una piccola parte in Segreti segreti (1984) di G. Bertolucci, ma il primo ruolo importante è quello della ex tossicodipendente Martina in Tre storie (1998) di P. Gay e R. San Pietro, per il quale riceve una menzione al Festival di Annecy. Nel 1999 interpreta Il denaro e Guarda il cielo - Stella, Sonia, Silvia, nel 2001 Il mestiere delle armi di E. Olmi, che le vale il Sacher d’oro come miglior attrice non protagonista. Luce dei miei occhi (2001) di G. Piccioni, in cui è una giovane madre depressa proprietaria di un negozio di surgelati, consacra la coppia Ceccarelli-Lo Cascio (entrambi migliori attori protagonisti alla Mostra di Venezia) che recitano insieme anche in Il più bel giorno della mia vita (2002) di C. Comencini e in La vita che vorrei (2004) di G.?Piccioni.... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali