Il mestiere di scrivere. Le parole al lavoro, tra carta e web

Luisa Carrada

Editore: Apogeo
Collana: Apogeo Saggi
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 1 febbraio 2008
Pagine: VI-216 p., Brossura
  • EAN: 9788850326921
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    diego vassallo

    04/03/2009 13:52:35

    Il miglior investimento della mia vita. Un libro che mi ha aperto nuovi sbocchi lavorativi.

  • User Icon

    Andrea Laforgia

    26/06/2008 22:55:53

    Non dovrei dare un voto su quest'opera perché mi rendo conto di non essere tra coloro a cui è destinata, per cui un numero nudo e crudo è un'espressione parziale, quindi basso e quindi ingiusto. Nel recensire questo libro, si deve partire con le avvertenze: non è un manuale di scrittura creativa, è orientato ai comunicatori di mestiere e non è adatto a chi vuol scrivere racconti o romanzi. La premessa è doverosa perché il titolo è infelicemente inflazionato e, se non si analizza per bene la quarta di copertina, è facile che tragga in inganno (basti pensare ai vari Il mestiere di scrivere di Raymond Carver, di Henry James, di David Lodge). Cionondimeno, il libro tratta proprio la creatività, e l'applicazione di una certa creatività a un certo lavoro: la comunicazione d'impresa, il copywriting, il giornalismo, la pubblicità, il marketing e qualsiasi altro ambito in cui la scrittura serva a trasmettere immediatamente emozioni. E' per questo che l'autrice si sofferma moltissimo sull'estetica del testo, la sua organizzazione, le corrette suddivisioni, l'efficacia dell'espressione visiva, la piramide rovesciata mutuata dal giornalismo d'epoca e che funge da regola aurea nel mestiere del titolo. In fondo, si vuol agguantare l'attenzione del lettore, legarla e farla scivolare piacevolmente tra le righe, elettroniche o cartacee che siano. Tutto il libro è orientato a questo scopo. A tal proposito il web - è ovvio - è ciò su cui l'autrice (forse per un affetto particolare al medium) focalizza maggiormente l'attenzione. Il libro è scarno, ricco di immagini ed esempi e scorre piacevolmente per la prima metà delle pagine, in cui si scandaglia anche l'anima di uno scritto. Diventa puramente manualistico nella seconda parte e, se non si è dei veri comunicatori o non si è interessati all'argomento, si finisce per saltare a pie' pari intere sezioni.

  • User Icon

    silvia

    12/05/2008 12:38:06

    molto utile e anche molto illuminante... un libro da non perdere!

Scrivi una recensione