Il metodo Catalanotti - Andrea Camilleri - copertina

Il metodo Catalanotti

Andrea Camilleri

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: La memoria
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 31 maggio 2018
Pagine: 264 p., Brossura
  • EAN: 9788838937965
Salvato in 211 liste dei desideri

€ 13,30

€ 14,00
(-5%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Il metodo Catalanotti

Andrea Camilleri

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il metodo Catalanotti

Andrea Camilleri

€ 14,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il metodo Catalanotti

Andrea Camilleri

€ 14,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (12 offerte da 13,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Mai come in questo libro Camilleri inventa storie e personaggi e li fa recitare fra le quinte di un teatro di cui è lui il regista. E noi assistiamo alla messinscena che è dramma e commedia insieme.

«Fra argute intemperanze e astuzie varie, Montalbano riafferma le sue qualità rabdomantiche che lo fanno archeologo di trame sepolte e di esistenze nascoste, oltre che sottile e lucido analista di quella “matassa ’ntricata che è l’anima dell’omo in quanto omo”» - Salvatore Silvano Nigro

«Andrea Camilleri ha sfatato una maledizione nazionale. Quella descritta da Umberto Saba con sette parole pesanti come macigni “La letteratura italiana sono secoli di noia”» - Antonio D’Orrico, La Lettura, Corriere della Sera

Questa volta Mimì Augello se la vede brutta: nella casa dell’amata di turno rientra inaspettatamente il marito; così Mimì è costretto a calarsi dalla finestra per salvare pelle e reputazione. Da un pericolo all’altro: nell’appartamento del piano di sotto dove ha cercato riparo, nel buio intravede un corpo steso sul letto, completamente vestito e irrigidito dal gelo della morte. Di un morto ammazzato ritrovato sul letto viene informata la polizia, solo che non si tratta di quel morto, perché è in tutt’altra casa, anche lui con l’abito buono. Come può essere accaduto? E che ne è stato dell’altro cadavere? Perché tutta la scena del crimine ha qualcosa di strano che sa di teatro? Parte da questo groviglio la nuova indagine di Salvo Montalbano, ed è proprio il teatro il protagonista del romanzo; la vittima, Carmelo Catalanotti, aveva una vera passione per le scene e dedicava tutto il proprio tempo alla regia di drammi borghesi. Si era anche inventato un metodo personalissimo per mettere gli attori in condizione di recitare: affrancarli dai loro complessi, aiutarli a liberare le emozioni, una vera e propria operazione di scavo nelle coscienze. Catalanotti conservava scrupolosamente annotazioni e commenti su tutti i potenziali attori con cui veniva in contatto, oltre che appunti di regia e strani quaderni pieni di cifre e di date e di nomi… Il commissario Montalbano spulcia tutti i dossier di Catalanotti, i testi teatrali ai quali lavorava, le note sui personaggi e soprattutto il dramma che stava per mettere in scena, Svolta pericolosa. Poco a poco si lascia coinvolgere dall’indagine e dalla nuova responsabile della scientifica, Antonia, che sul commissario ha l’effetto di una calamita. Sarà proprio il teatro a fargli trovare la soluzione del doppio cadavere.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,92
di 5
Totale 134
5
57
4
33
3
27
2
10
1
7
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    GiusyS

    17/05/2020 16:17:11

    Mimmì Augello, solito “fimminaro”, che dovrà fuggire da un incontro con la bella Genoveffa calandosi giù da un balcone, finisce in un appartamento con un morto, vestito di tutto punto, persino con le scarpe. È un’intensa immersione nel mondo del teatro, dove traspare la passione dell’autore, che emerge man mano che evolvono le indagini. Emerge la passione per il teatro e per l’amore. Un romanzo che accompagna con tenerezza il lettore alla scoperta dell’animo profondo di ogni essere umano, con fascino e rara intensità.

  • User Icon

    Patcicia

    13/05/2020 17:48:55

    Non è fra i migliori, comunque GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE, caro Camilleri, per tutto ciò che ha condiviso con noi.

  • User Icon

    rosario nucifora

    13/05/2020 14:11:54

    Questo libro di Camilleri è l'ennesima macchina che fa girare I suoi ingranaggi in maniera impeccabile. La trama parte come una farsa buffa, con i personaggi noti che si calano in situazioni grottesche, ma come sempre si resta avvinti nella ragnatela che Camilleri padroneggia. Attori vecchi e nuove leve (la bell'Antonia che muove le fantasie di chiunque incontra) animano un carnevale che ci fa provare il brivido del dubbio e la gioia della scoperta. Camilleri era questo, era lui il grande burattinaio e noi il suo pubblico che si affida a occhi chiusi!

  • User Icon

    Gecar

    02/04/2020 15:52:51

    Il solito romanzo con Montalbano protagonista. Godibile come sempre ed anche con qualche trovata in più rispetto al solito. Ma comunque nulla di veramente nuovo. I romanzi storici di Camilleri sono di tutt'altra levatura.

  • User Icon

    caterina

    01/10/2019 09:33:01

    Dopo tanto ho voluto leggere un altro suo libro, andrò contro corrente ma a me non piace proprio, userò meglio il mio tempo, de gustibus...

  • User Icon

    Mario

    23/09/2019 15:58:41

    La messa in scena, la finzione, il teatro. Questo è “Il metodo Catalanotti”, dove è proprio il teatro a farla da padrone. Andrea Camilleri riesce, come sempre, ad incantare e tenere col fiato sospeso tutto il pubblico dei lettori, donando una storia dove i personaggi si muovono come fossero veri e propri attori su un palco, diretti con una maestria unica, il tutto partendo da un colpo di scena posto, a differenza del solito, tra le prime pagine del romanzo e che si fa motore dell’intera vicenda, trascinando il lettore con sé di una delle migliori indagini del commissario Montalbano.

  • User Icon

    Il mio primo Montalbano

    22/09/2019 00:36:01

    Questo romanzo, il primo della serie che abbia mai letto, mi è stato regalato un anno fa, e da allora, la voglia di leggere ogni libro del grande Camilleri è cresciuta sempre di più. Questo libro è bellissimo, non delude le aspettative, la lettura è fluida, la trama avvincente e innovativa. Ne consiglio l'acquisto

  • User Icon

    Clara B.

    21/09/2019 09:29:13

    Un romanzo psicologico. Personaggi fuori dagli schemi. Un po' doverso dagli altri gialli del commissario Montalbano .

  • User Icon

    marco

    21/09/2019 09:15:23

    Ottimo libro per gli amanti della saga di Montalbano. Stavolta il commissario deve vedersela con uno strano omicidio di un regista teatrale, la risposta ai dubbi dell'investigatore verrà proprio dall'attività del morto. Come sempre lo stile Camilleri è scorrevole, gli avvenimenti ti spingono ad andare avanti senza interruzione. Una vera sorpresa, un Montalbano delizioso, affascinante e malinconico allo stesso tempo. Uno dei più belli (e li ho letti tutti).

  • User Icon

    vio78

    20/09/2019 11:30:24

    Forse uno dei titoli meno riusciti del compianto Andrea Camilleri. In questo romanzo, in cui persino lo spunto del giallo sembra perdere almeno in parte la sua verve, troviamo un commissario Montalbano stanco, a tratti alienato, che sembra muoversi tratto da pulsioni che nulla hanno di razionale. Su tutto il libro sembra gravare un’atmosfera cupa, che incombe tanto sulla trama quanto sui modi narrativi, così lontani dalla solarità che abitualmente caratterizzava la narrazione dell’imprese del celebre commissariato di Vigata, pur di fronte a tragedie e delitti efferati. Malinconia: questo è quello che sembra trasparire da queste pagine, accanto ad una stanchezza che, pur non sconfinando nella rassegnazione, lascia un’aura di pesantezza assolutamente aliena ai libri che compongono questa saga.

  • User Icon

    n.d.

    19/09/2019 20:31:37

    Come sempre Camilleri non tradisce il lettore offrendo un'ennesima prova d'autore targata Montalbano

  • User Icon

    cv

    19/09/2019 18:53:24

    Il maestro Camilleri con il commissario Montalbano non delude mai! Questa volta sembra quasi che finalmente la coppia Salvo Montalbano e la sua fidanzata storica Livia si sposeranno! Ma....

  • User Icon

    anny

    19/09/2019 14:59:12

    Come spesso accade nei libro di camilleri, la parola d'ordine è "fiato sospeso"...fin dalla prima pagina sembra di aver intuito il finale, finale che viene stravolto ad ogni capitolo... genere molto particolare che può apprezzare solo chi lo ama davvero... Un vero capolavoro

  • User Icon

    MaxAucy

    10/09/2019 16:34:31

    Come sempre la trama si dipana lentamente e sorprendentemente seguendo un filo logico ineccepibile tra una miriade di spunti narrativi. Un Montalbano che ci lascia sospesi.

  • User Icon

    MB

    19/08/2019 07:50:40

    Come tutti i romanzi di Camilleri, anche questo non delude le aspettative.

  • User Icon

    Assy

    27/07/2019 19:16:45

    La storia è costruita a fatica e non scorre come dovrebbe; il siciliano, da me amato e conosciuto, è onnipresente, appesantisce la lettura, la rende poco scorrevole, come se l'eccesso di dialetto creasse una corsa ad ostacoli, facendo perdere il piacere della storia narrata.

  • User Icon

    Bianca

    26/07/2019 12:53:24

    Anche io dubito che lo abbia scritto il maestro! Mai successo, ho chiuso il libro prima della fine. Difficoltà a leggerlo, pareva di leggere una lingua straniera e diventava un impegno non uno svago. Intreccio non all'altezza.

  • User Icon

    simonetta mori

    04/06/2019 15:10:40

    Brutto! Una storia così, un delitto strampalato.... un commissario antipatico, menefreghista sempre più greve. Incapace di accettare la vecchiaia che decide di lasciare Livia con una telefonata ( neanche fosse un ragazzino! ) per correre la cavallina con la nuova Capo della scientifica di 30 anni più giovane.. veramente patetico! Sono uscita dalla lettura di questo libro particolarmente incavolata!

  • User Icon

    Paolo G.

    03/06/2019 07:34:01

    Il romanzo meno "giallo" di Camilleri è un omaggio al teatro tanto amato dal Maestro. Con un amore imprevisto, quasi adolescenziale, che porta Montalbano a riflettere sulla sua vita, sul suo lavoro, sul rapporto con Livia, sulla sua libertà diventata improvvisamente solitudine.

  • User Icon

    Battlaur

    05/05/2019 17:01:29

    Ho divorato con passione tutti i libri della serie di Montalbano. Che delusione …….quest’ultimo libro, che ho fatto una fatica terribile a finire, il Maestro se lo poteva proprio risparmiare, tanto da farmi perfino dubitare che lo abbia scritto lui. Anche la soluzione del giallo non è affatto nel suo stile...... che autogol.....

Vedi tutte le 134 recensioni cliente

«La figura di Catalanotti pariva essiri composta da pirsone diverse: un colto lettore, un usuraro di media stazza e ‘n omo bastevolmenti dinaroso che, va’ a sapiri pirchì, assai si ‘ntirissava del caratteri e della psicologia dell’autri. Chist’ultimo era l’aspetto chiù misterioso.»

Chi è davvero Carmelo Catalanotti e perché il suo cadavere giace sul letto vestito di tutto punto e con il manico di un tagliacarte che spunta dal petto? Perché le tracce di sangue sulla sua camicia e la sua giacca sono così scarse? Ma soprattutto, che fine ha fatto il cadavere scoperto per caso dal vicecommissario Mimì Augello durante la precipitosa fuga dalla casa di un’amante? Non è un’indagine facile quella che il commissario Montalbano si trova ad affrontare in Il metodo Catalanotti: tra compagnie teatrali improvvisate, misteriosi metodi di recitazione e l’irresistibile attrazione per la nuova affascinante responsabile della scientifica, riuscirà a venirne a capo?

La ventiseiesima indagine del commissario nato dalla penna di Andrea Camilleri si apre con un mistero: un cadavere, rinvenuto per caso dal vicecommissario Augello, è scomparso. Non è quello di Carmelo Catalanotti, morto pugnalato al cuore all’altro capo di Vigàta, eppure apparentemente sono tanti i tratti in comune. Impossibile, però, che qualcuno l’abbia trasportato fin lì. Che fare? Mentre Mimì Augello si dà alla caccia del cadavere scomparso, il commissario Montalbano si concentra su Catalanotti. Chi era quest’uomo? Cosa faceva realmente nella vita? Nessuno sembra essere in grado di spiegarlo fino in fondo.

È una personalità sfuggente e complessa quella di Carmelo Catalanotti, un usuraio, ma appassionato di teatro, regista teatrale e inventore di un bizzarro metodo di lavoro sull’attore: uno scavo nell’intimo per metterne a nudo i più riposti segreti, le emozioni e le esperienze più private e profonde, per liberarlo da complessi, reticenze e sovrastrutture. Un metodo capace di ridurre i suoi attori a pupi, a marionette, attraverso prove terribili. E se uno dei suoi pupi si fosse ribellato? E se l’omicidio fosse legato proprio alla messa in scena di un testo teatrale? A un incidente sul lavoro?

È quello che pensa Antonia Nicoletti, la nuova responsabile della scientifica di Montelusa. Un’attraente trentenne che farà perdere la testa a Montalbano, trasformando il commissario in un picciotto stordito da una potentissima cotta, spesso irriconoscibile nei modi, nei gesti e nei toni non solo agli occhi dei personaggi del romanzo ma ancora di più a quelli dei lettori più affezionati alla serie. Un tradimento? Forse no.

È lo stesso Andrea Camilleri, d’altronde, ad aver permesso che un amore lo sopraffacesse nella scrittura del romanzo: quello per il teatro. Ne Il metodo Catalanotti emerge infatti in tutta la sua forza, come in un omaggio, la storica passione dello scrittore per il teatro, allievo in gioventù dell’Accademia di Arte drammatica Silvio D’Amico e regista di più di cento opere tra Pirandello, Ionesco, Strindberg e Beckett.

E si sa, quando una passione domina la nostra mente, è facile distrarsi dal resto: in quest’ultimo romanzo si avverte infatti qualche lieve momento di stanca. La struttura a volte si fa macchinosa tra inserti di stampo teatrale, qualche esercizio di stile e inattese citazioni di versi di Patrizia Cavalli, Pablo Neruda e Wislawa Szymborska.

Ma “dietro le quinte”, tra un profumato timballo di maccheroni in crosta e una delicata caponatina di Adelina, si sente ancora la voce del Camilleri e del commissario che abbiamo imparato ad amare, con la sua ironia e, al contempo, il suo sguardo lucido e preoccupato sull’attuale realtà economica, politica e sociale, di fronte alla quale un disgustato Montalbano non può che chiedersi: Che munno era chisto nel quali all’omo si livava il travaglio, la possibilità di guadagnarisi onestamente il pani?

Recensione di Francesca Barbalace   

  • Andrea Camilleri Cover

    Nato a Porto Empedocle (Agrigento), Andrea Camilleri ha vissuto per anni a Roma.  Dal 1939 al 1943, dopo un periodo in un collegio da cui viene espulso, studia ad Agrigento al Liceo Classico Empedocle dove ottiene la maturità classica senza dover sostenere l’esame a causa dell’imminente sbarco degli alleati in Sicilia. A giugno inizia, come ricorda lo scrittore, "una sorta di mezzo periplo della Sicilia a piedi o su camion tedeschi e italiani sotto un continuo mitragliamento per cui bisognava gettarsi a terra, sporcarsi di polvere di sangue, di paura".  S’iscrive all’Università (Facoltà di lettere) ma non si laureerà mai. Si iscrive anche al Partito Comunista.Inizia a pubblicare racconti e poesie e vince il Premio... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali