Mi chiamo Sam (DVD) di Jessie Nelson - DVD

Mi chiamo Sam (DVD)

I Am Sam

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: I Am Sam
Regia: Jessie Nelson
Paese: Stati Uniti
Anno: 2001
Supporto: DVD
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 19,99

Venduto e spedito da MASSIVE MUSIC STORE

Solo 1 prodotto disponibile

+ 6,99 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sam Dawson è un minorato mentale con il quoziente intellettivo di un bambino di sei anni. Ha un lavoro, una casa e una figlia, Lucy, che cresce con amore, aiutato da uno strampalato gruppo di amici. Quando Lucy compie sette anni e sviluppa capacità superiori a quelle del padre, i servizi sociali decidono che è ora di affidarla ad una famiglia più adatta. Sam decide di contrastare questa decisione con l'aiuto di Rita Harrison, avvocato in carriera e a sua volta mamma in difficoltà.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,6
di 5
Totale 5
5
3
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    HULK

    20/11/2010 21:46:37

    Portroppo sono un fan della più grande attrice vivente e forse qulche cosa di più. Un tempo i nostri film girati dai : Maselli, Lizzanni, Visconti, etc.venivano etichettati come schematicamente ideologici, insommma il popolo buono e puro, i ricchi cattivi, egoisti, qulcuno poi cambiava, lo schema era marxista ovviamente. Paro, paro l'Hollywood progressista, liberal, radical 'Il caso di Peen' soffre di simili schematismi, il caso italico era la prosopopea, quello USA la lacrima facile. L'america forcaiola, del tea party, del'egoismo come ideologia, sembra non esistere, nemmeno una pallida riforma dell'assistenza sanitaria riesce a passare.Al contrario dei cannoni e del boia che non molla. La Michelle avvocato carrierista è troppo splendida per essere credibile. Di Rain man ne abbiamo avuti a bizzaffe, Penn sopravvalutato non è un fenomeno, ma viene da una potente famiglia ed è molto furbo. Insomma la morbida macchina dell'edulcorazione, della falsificazone , anche se poetica, con le migliori intenzioni, con la divina, fa sempre schifo, censuratemi pure buonisti alla fazio.

  • User Icon

    valentina simona bufano

    16/10/2010 23:39:58

    michelel è un'attrice fantastica tutto il cast è straordinario reso tutto molto bene

  • User Icon

    Ari

    10/06/2009 19:15:57

    La storia è molto tenera, se si è particolarmente sensibili si piange dal primo all'ultimo minuto! Non trovo più aggettivi per descrivere la bravura di Sean Penn.. in assoluto per me è il più grande

  • User Icon

    alex

    09/07/2008 15:36:45

    il film è bello ma molto molto triste, Sean Penn è fantastico a dimostrazione della sua grandezza come attore.. ma la parte che ho preferito sono le musiche: tutte canzoni dei Beatles interpretate da altri.. bellissime!!!

  • User Icon

    matisse

    04/11/2006 20:27:54

    film splendido e molto triste e commuovente. 1 storia tenera ke fa piangere x quando è bella. da vedere appena si puo'.......................

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Produzione: Nexo, 2012
  • Distribuzione: Moviemax Media Group
  • Durata: 130 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano (DTS 5.1);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Michelle Pfeiffer Cover

    Propr. M. Marie P., attrice statunitense. Interprete dotata di magnetica bellezza, capace di costruirsi nel tempo una carriera di star assoluta, debutta – dopo la gavetta televisiva – in The Hollywood Knights (I cavalieri di Hollywood, 1980) di F. Mutrux. Dopo l'insuccesso di Grease 2 (1982) di P. Birch, è in Scarface (1983) di B. De Palma, nel ruolo della tossicomane moglie di Tony. Comincia l'ascesa allo status di star nel 1987 con Le streghe di Eastwick di G. Miller e nel 1988 diverte in Una vedova allegra... ma non troppo di J. Demme. Esalta il proprio fascino in Le relazioni pericolose (1988) di S. Frears e, nel ruolo di Catwoman, in Batman - Il ritorno (1992) di T. Burton. La sua interpretazione più importante è però quella della contessa Ollenska in L'età dell'innocenza (1993) di M.... Approfondisci
  • Sean Penn Cover

    Attore e regista statunitense. Interprete dotato di grandi capacità e di un temperamento focoso e ribelle, è il rappresentante più significativo dei bad boys degli anni '80, ribelli senza causa e senza avvenire, in stridente attrito con il perbenismo dell'America reaganiana. L'esordio è in Taps - Squilli di rivolta (1981) di H. Becker, ma il primo ruolo da protagonista arriva con Bad Boys (1983) di R. Rosenthal. Nel 1986 sposa la popstar Madonna e insieme a lei recita in Shanghai Surprise di J. Goddard: il matrimonio dura poco ma gli regala grande popolarità che sfrutta sapientemente mostrando tutto il suo talento in Vittime di guerra (1989) e in Carlito's Way (1993) di B. De Palma. Straordinaria anche l'interpretazione, nei panni di un assassino condannato a morte, in Dead Man Walking - Condannato... Approfondisci
Note legali