Salvato in 32 liste dei desideri
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Mia madre
4,19 €
;
DVD
Dettagli Mostra info
Mia madre Venditore: PACE MUSIC + 5,50 € Spese di spedizione Solo 1 prodotto disponibile
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
PACE MUSIC
4,19 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
DVD TEMPLE
5,69 € + 4,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
ibs
9,99 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Shop Mio
7,69 € + 2,98 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Vecosell
7,99 € + 3,90 € Spedizione
Disponibile in 4 gg lavorativi Disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
6,99 € + 4,99 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
6,99 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
ModenaCinema
13,17 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
KONKE
8,49 € + 4,99 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Emozioni Media Store
6,92 € + 7,20 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Juke Box
15,70 €
Disponibile in 4 gg lavorativi Disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
PACE MUSIC
4,19 € + 5,50 € Spedizione
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
DVD TEMPLE
5,69 € + 4,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
ibs
9,99 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Shop Mio
7,69 € + 2,98 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Vecosell
7,99 € + 3,90 € Spedizione
Disponibile in 4 gg lavorativi Disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRIAMO
6,99 € + 4,99 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
6,99 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
ModenaCinema
13,17 €
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
KONKE
8,49 € + 4,99 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Emozioni Media Store
6,92 € + 7,20 € Spedizione
Disponibile in 3 gg lavorativi Disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Juke Box
15,70 €
Disponibile in 4 gg lavorativi Disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Mia madre di Nanni Moretti - DVD
Mia madre di Nanni Moretti - DVD - 2
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Margherita è una regista. Sta girando un film sul mondo del lavoro e ha chiamato come protagonista un eccentrico e bizzoso attore americano. Margherita ha anche una madre ricoverata in ospedale, che assiste assieme al fratello Giovanni, fratello e figlio perfetto che è sempre un passo avanti a lei. A causa delle riprese del film che si rivelano più complicate del previsto e del dolore per il lutto che si sa imminente e non si sa come gestire, Margherita confonde realtà, sogno, ricordo e deve trovare la sua strada in tutta questa sofferenza.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2015
DVD
8032807061085
Chiudi

Premi

    2015 - Nastro d'Argento - Miglior attrice - Buy Margherita
    2015 - David di Donatello - Miglior attrice - Buy Margherita
    2015 - David di Donatello - Miglior attrice non protagonista - Lazzarini Giulia

Informazioni aggiuntive

01 - Home Entertainment, 2015
Eagle Pictures
106 min
Italiano (Dolby Digital 5.1)
Italiano per non udenti; Inglese
1,85:1
PAL Area2
dietro le quinte (making of): "Un film e basta: sul set con Nanni Moretti" - "Motore, ciak, azione e stop" - "La tortura dell'attore"; speciale: "Burry Huggins"; scene inedite in lingua originale; trailers

Valutazioni e recensioni

3,17/5
Recensioni: 3/5
(6)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(1)
2
(1)
1
(1)
Virgi
Recensioni: 4/5

Film autobiografico e introspettivo che pone temi personali e lavorativi, che fa riflettere sulla realtà e la finzione.

Leggi di più Leggi di meno
n.d.
Recensioni: 4/5

Ottimo. l'ho ricomprato perchè prestato e mai tornato) per l'interpretazione di John Turturro.

Leggi di più Leggi di meno
stefano
Recensioni: 5/5

Il mio giudizio va in decisa controtendenza rispetto agli altri fin qui espressi. E' vero che Moretti aveva già trattato magistralmente il tema della morte in "La stanza del figlio", ma qui siamo su un piano diverso. Nella "stanza" la morte giungeva improvvisa e inaspettata; l'immagine del padre che ossessionatamente riavvolge il nastro del registratore quasi a voler fermare quel momento in cui per una circostanza fortuita si è deciso il destino del suo giovane figlio mi pare emblematica a questo riguardo. In "Mia madre" il tema è diverso: è quello della lenta attesa di un evento che fin dall'inizio si sa essere ineluttabile. E' lo strazio di chi vede lentamente spegnersi la vita di una persona cara ed ancora estremamente presente a sè stessa e interessata ai problemi dei figli e della nipote. E' la descrizione di un tramonto triste e malinconico che pone l'uomo di fronte alla sua pochezza, alla sua incapacità di mutare il corso delle cose. Ho una madre anziana e inferma e, forse per questo, credo di aver compreso - direi sulla mia pelle - le intenzioni e il messaggio di Moretti che, secondo me, resta forse il massimo regista italiano vivente. La sceneggiatura, con i suoi ritmi lenti e certe atmosfere crepuscolari, ci rende in pieno il senso della tristezza e del dolore per l'imminente distacco. Bellissima la sequenza della casa della mamma nella quale i libri, da lei tanto amati, sono stati riposti negli scatoloni; straziante la domanda "a cosa è servito tutto questo studio?" Di altissimo livello le due interpreti principali, una chicca il personaggio di Turturro e sorprendete Moretti che, come fa dire alla regista interpretata da Margherita Buy, questa volta sceglie di mettersi "a fianco del suo personaggio".

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,17/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(2)
3
(1)
2
(1)
1
(1)

Voce della critica

Un film profondo e sincero, un film sul cinema e sul rapporto tra realtà e finzione, un film che s'appresta ad essere un manifesto del nostro tempo complesso e problematico

Trama
Margherita sta girando un film impegnato sulla crisi economica italiana dove si racconta lo scontro tra gli operai di una fabbrica e la nuova proprietà americana che promette tagli e licenziamenti. Oltre a dover gestire la complessità del set corale di un film politico, deve fare i conti con le bizze della star italo-americana che ha scelto per interpretare il ruolo del nuovo proprietario; un attore in crisi, ostaggio della sua maschera di divo, qui esasperata dal provincialismo del cinema italiano.

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Nanni Moretti

1953, Brunico

attore, sceneggiatore, produttore cinematografico (Sacher film), è uno dei più grandi registi italiani. Il suo primo lungometraggio è del 1976, Io sono un autarchico. Nel 1978 è la volta di Ecce Bombo. Tra i suoi film ricordiamo anche: La messa è finita, 1985 (Orso d’argento a Berlino 1986); Caro Diario, 1993 (premio per la migliore regia a Cannes nel ‘94); Aprile, 1998; La stanza del figlio, 2001 (Palma d’Oro e David di Donatello); Il Caimano 2006; Habemus Papam, 2011 (7 Nastri d’Argento).Nel 2011, con enorme successo di pubblico, Nanni Moretti ha portato sul palcoscenico dell’Auditorium di Roma e in Francia, al Théâtre de Bobigny, Concerto Moretti, una serata-spettacolo con monologhi e proiezioni dai suoi film...

Margherita Buy

1962, Roma

"Attrice italiana. Diplomatasi presso l’Accademia d’arte drammatica, esordisce al cinema in La seconda notte (1985) di N. Bizzarri. Bionda con gli occhi azzurri, timida e in apparenza fragile, è un volto ormai consacrato del cinema d’autore italiano. È la ragazza snob in La stazione (1990) di S. Rubini, l’innamorata enigmista in La settimana della sfinge (1990) di D. Luchetti, la nevrotica farmacodipendente in Maledetto il giorno che t’ho incontrato (1992) di C. Verdone, la contestatrice in Facciamo paradiso (1995) di M. Monicelli e la suora tentata dalla maternità in Fuori dal mondo (1999) di G. Piccioni, forse il suo ruolo più convincente, che le ha portato meritati riconoscimenti. Segue il percorso artistico dei registi con cui ha iniziato la sua carriera: C. Verdone (Ma che colpa abbiamo...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore