Mia sorella è una foca monaca - Christian Frascella - copertina
Salvato in 16 liste dei desideri
disponibile in 7 gg lavorativi disponibile in 7 gg lavorativi
Info
Mia sorella è una foca monaca
10,00 €
;
LIBRO USATO
Dettagli Mostra info
Mia sorella è una foca monaca Venditore: Libreria Gullà + 4,50 € Spese di spedizione Solo una copia disponibile
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libreria Gullà
10,00 € + 4,50 € Spedizione
Disponibile in 7 gg lavorativi Disponibile in 7 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Memostore
10,90 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
9,45 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
ibs
16,62 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,62 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libreria Gullà
10,00 € + 4,50 € Spedizione
Disponibile in 7 gg lavorativi Disponibile in 7 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Memostore
10,90 € + 5,00 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libraccio
9,45 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Mia sorella è una foca monaca - Christian Frascella - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

"Tempo fa mi è capitato tra le mani questo libro. Con cosa avessi a che fare l'ho capito dopo un po', man mano che ogni pagina mi strappava il sorriso, e alla fine, quando mi sono scoperto commosso nonostante i dialoghi irresistibili e le risate. Il protagonista della storia è un buffo ragazzo, tenero e insopportabile insieme. Uno convinto di picchiare duro, ma che finisce steso in due secondi nel cortile della scuola; che straparla e non piange mai, nascondendo sogni e fragilità dietro un'irriducibile arroganza, pur continuando a buscarle ogni giorno dalla vita, e perfino da Chiara, la ragazza bella e inaccessibile di cui s'innamora. Uno così o lo ami o lo odi, e io l'ho amato, questo sedicenne protagonista di un romanzo in cui ho ritrovato tutta la gloriosa tradizione dei perdenti di talento, dal "Giovane Golden" ai personaggi di John Fante, col loro immancabile campionario di lividi. Ecco dunque che c'è un padre - "il Capo" - quasi alcolista; e c'è la "Foca Monaca", ubbidiente e grigiastra sorella timorata di Dio. Quanto alla madre, è scappata col tizio della stazione di servizio. La periferia torinese di fine anni Ottanta e il Muro di Berlino che crolla, insieme a un gioco di rimandi pop e cinematografici e a una scrittura esilarante quanto aggressiva nel suo realismo, fanno da sfondo a questo esordio: la prova che la narrativa italiana si muove, in direzioni nuove, inaspettate e potenti." (Giuseppe Genna)
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2009
26 febbraio 2009
289 p., Brossura
9788881129867

Valutazioni e recensioni

3,82/5
Recensioni: 4/5
(51)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(20)
4
(17)
3
(4)
2
(5)
1
(5)
Sid
Recensioni: 3/5

Insomma... mi aspettavo di più viste le recensioni che avevo letto in giro... la fine è decisamente affrettata e altri passi sono invece troppo lenti (vedi le pagine e pagine sul torneo delle freccette ad esempio...) ma alla sufficienza ci arriva (specie in considerazione di quanto offre il mercato di sti tempi...)

Leggi di più Leggi di meno
Patroclo
Recensioni: 3/5

ci sarebbero diversi motivi per NON parlare bene di questo libro intanto i giudizi dei critici riportati prima dell'inizio sono davvero troppo trionfalistici - ma vabbé questo non é colpa dell'autore in primis quindi la sensazione costante di deja vu, insomma questa storia l'abbiamo giá letta, no? il riferimento piú vicino é il Culicchia cupo-recriminatorio di Tutti giú per terra e quello piú protest e giocoso del Paese delle Meraviglie. poi - il forte squilibrio tra le due parti, la prima sul registro farsesco e spesso davvero risaputa, la seconda piú cupa, realistica e se vogliamo sentita epperó: in qualche suo modo scapestrato e talvolta slabbrato il romanzo funziona, non fosse altro per la descrizione davvero claustrofobica e in qualche maniera inquietante della vita in fabbrica, dei suoi rituali, e anche per alcuni tocchi sentimentali - che appaiono veri e vissuti - nel finale e in effetti la veritá é che non ci servono sempre romanzi perfetti o immensamente ambiziosi ma a volte ci piace accontentarci di qualcosa di semplice e fresco e consapevoli dei propri limiti

Leggi di più Leggi di meno
Do
Recensioni: 4/5

Nel giudicare un libro spesso si parte avendo una gran prevenzione. Io ho avuto questo libro come regalo, senza sapere chi fosse l'autore e senza conoscere la pubblicità che ha avuto dietro; l'ho mediamente apprezzato. È scritto in modo semplice, coinvolgente ed a tratti anche divertente, capita raramente di annoiarsi. La trama non è un granché: è la vita di un ragazzo come tanti con situazioni che saranno capitate a molti di voi che state leggendo ora. Dunque c'è parecchio di prevedibile nel romanzo, ma anche qualcosa che non mi sarei aspettato. La fine infatti mi ha lasciato qualcosa, mi ha coinvolto come non mi sarei aspettato dalle prime pagine. Non rimarrà uno dei miei libri preferiti, ma sicuramente è molto meglio di tanta "roba" che va in giro al momento e che mette solamente tanto "male di vivere" addosso. Ha un messaggio, ha un fine e, se vogliamo dirla tutta, si collega anche ad una decente tradizione letteraria.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,82/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(20)
4
(17)
3
(4)
2
(5)
1
(5)

Conosci l'autore

Christian Frascella

1973, Torino

Christian Frascella vive e lavora a Torino. Ex militare nel Genio Ferrovieri, ex operaio di fabbrica (esperienza di cui scriverà), licenziato dal call center in cui lavorava, nel tempo libero cura il suo blog christianfrascella.wordpress.com.Ha pubblicato: Mia sorella è una foca monaca (Fazi 2009), Sette piccoli sospetti (Fazi 2010), La sfuriata di Bet (Einaudi 2011), Il panico quotidiano (Einaudi 2013), La cosa più incredibile (Salani 2015), Brucio (Mondadori 2016), Fa troppo freddo per morire. La prima indagine di Contrera (Einaudi 2018) e Il delitto ha le gambe corte, Una nuova indagine di Contrera (Einaudi, 2019).

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore