Traduttore: M. Napolitano
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 23 novembre 2011
Pagine: 308 p., Brossura
  • EAN: 9788845926648
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Nel 1941, subito dopo essersi affermato, il noir rivolse le sue armi contro se stesso - con questo libro, che alla ferocia del genere assomma quella, anche più implacabile, del mèlo. Fino alla sua uscita, le dark lady di innumerevoli romanzi (e di altrettanti film) usavano la seduzione per condurre qualsiasi maschio capitasse loro a tiro a forme di distruzione spesso molto peggiori della morte. Ma qui Cain - che di quelle storie aveva già scritto uno degli archetipi più potenti e imitati, "Il postino suona sempre due volte" - va molto oltre. Con le sue letali sorelle Mildred Pierce ha in comune il carattere, la capacità di andare dritta allo scopo - peraltro rispettabile, e cioè raggiungere un qualche benessere nell'America della Grande Depressione - e un fondato scetticismo nei confronti del genere maschile. Sul quale infatti trionfa, salendo uno alla volta tutti i gradini di un successo insperato, per una casalinga californiana malamente abbandonata dal marito. E in effetti niente sembrerebbe poter fermare l'ascesa di Mildred: niente, se non la sua immagine rovesciata, sua figlia Veda, la creatura forse più demoniaca di tutta la narrativa nera.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cesare

    22/10/2016 12:26:03

    Mildred Pierce di iulle diaboliche,James j. Cain 5/5 Un capolavoro di James Cain, l'autore del Postino suona sempre due volte, le dark lady si trasformano in ragazze diaboliche che non hanno interesse a sposare un ricco e poi distruggerlo, no , in questo romanzo la cattiveria ed il melodramma raggiungono l'apice nella vita in ascesa di Mildred. Una scrittura eccezionale Incredibile noir resuscitato oggi. Scritto nel 1941 . pagg.308 ottobre 2016 edizioni Adelphi

  • User Icon

    Valeria

    07/01/2015 21:04:51

    Un bel libro. Da leggere. Una scrittura di talento. Un'epoca perfettamente ricostruita fa da sfondo ad un rapporto madre e figlia dove amore e odio si mescolano fino a creare una pozione velenosa e letale. Ad un sentimento profondo, viscerale, si contrappongono un egoismo, una ferocia, una perfidia che sono, anziché contenute, rinforzate da una cecità di cuore che non vuole credere, capire, comprendere realmente, spalancando così le porte al dramma, inevitabile. Non sono riuscita a leggere Mildred solo come vittima. Ma anche, e soprattutto, carnefice di sé stessa.

  • User Icon

    jane

    04/09/2014 22:47:30

    Fra proibizionismo e inizio della guerra questa donna della piccola borghesia reagisce alle difficoltà guardando sempre avanti con l' ottimismo tipico americano; " domani è un altro giorno" potrebbe dire anche lei fino alla fine della storia, quando si ritrova al punto di partenza. Datato? Potrebbe sembrarlo, ma se si considerano sentimenti, azioni e comportamenti di questa donna e madre, non è poi tanto lontana da noi. Un libro scritto molto bene, con emozioni e caratteri forti, se ha un difetto è che è decisamente "meló".

  • User Icon

    Carla

    28/10/2013 14:44:35

    E' la storia di Mildred e della sua solitudine. Nonostante i mariti, gli ex mariti e gli amanti, Mildred è sola ed ha un'unica ossessione, sua figlia, che è quello che lei avrebbe voluto essere. Tutto il male del libro scaturisce dalla famiglia e dal suo inutile affannarsi per una migliore posizione sociale. L'inizio del libro è come l'ultima pagina, ci si ritrova sempre al punto di partenza....

  • User Icon

    Sweeney

    28/04/2013 14:30:48

    Desiderate un romanzo che vi faccia esclamare "Caspita! E' mezzanotte e mezza, devo spegnere la luce perché domani devo andare al lavoro!"? Desiderate una figura femminile che con la sua incoerenza, tipica proprio dell'animo femminile, sappia andare oltre grazie alla sua intuizione, aggiustando sempre il tiro, nonostante la sorte riservi amare sorprese; desiderate un personaggio di donna a tutto tondo che con la sua indomabilità vi rimanga nella mente marchiata a fuoco? Desiderate sapere (ma qui non troverete risposta) perché chi si ama visceralmente ricambi il sentimento con un odio totale da annientarvi? Leggetelo!

  • User Icon

    ziamicky

    09/02/2013 19:53:50

    Da leggere assolutamente.Mi ha fatto innamorare di Cain e del suo stile impeccabile,preciso e nello stesso tempo leggero di scrivere. Che impariate ad amare i suoi personaggi o che li detestiate non importa,perchè non potrete fare a meno di arrivare all'ultima pagina.

  • User Icon

    luca bidoli

    01/10/2012 10:47:29

    Questo romanzo l'ho iniziato a leggere una domenica mattina e nel pomeriggio l'ho terminato. Mi ha coinvolto, mi ha fatto saltare il pranzo ( poco male, sarei un figurino, se trovassi più libri simili in circolazione!), ho dimenticato tutto e tutti. Mi ha cullato con la sua scrittura densa, sapida, con persoaggi femminili che difficilmente si dimenticano, con tutta la sensazione che la tragedia debba alla fine rivelarsi in tutta la sua forza inevitabile, in tutta la potente natura del demone che presiese ognuno di noi, nella letteratura come, a volte, ma in misura minore, anche nella vita. Un classico nel suo genere. Da consigliare a molti autori ( italiani) contemporanei, che non imbroccano un personaggio nemmeno a inventarselo.

  • User Icon

    lauretta

    22/06/2012 20:11:46

    Scrittura agile, scorrevole, di facile presa....sì, ma il saper scrivere può anche non essere questo. Potrei indicare autori di grande maestria letteraria che nulla hanno a che spartire con Caine. Ma ognuno la pensa ammodo suo. Per quel che riguarda il romanzo, ora capisco da dove sono provenuti tutti i libri recentemente editi che trattano la storia di donne che, trovandosi improvvisamente sole e senza sostentamento, si buttano sull'idea del catering. A me questo libro non e' piaciuto, si voleva continuare sull'argomento del disprezzo del maschio da parte di certe donne, ma alla fine, quello che emerge e' che per arrivare al successo, tutte ne abbiamo bisogno, in qualche modo. Ritmo lento, quasi estenuante, situazioni quasi aberranti narrate in cronaca. Non mi ha saputa toccare, forse proprio per la sterilità della narrazione.

  • User Icon

    umberto

    14/05/2012 23:12:56

    fiammeggiante melodramma, splendidamente scritto, all'altezza sia del "postino" sia di "serenata"

  • User Icon

    Umberto Mottola

    11/01/2012 20:05:57

    Scrittura agile, scorrevole, precisa, senza una parola in più o una in meno. Scrittura visiva, che ti fa vedere la scena come al cinema, ma con in più una grande capacità affabulatoria dell'autore. Scrittura sensuale, con brillanti pennellate di disinvoltura erotica. Magistrali le pagine dell'inaugurazione del ristorante di Mildred. Secondo me, è un testo da studiare attentamente da chi vuole diventare scrittore e vuole migliorare il proprio stile.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione