Miles at the Fillmore. The Bootleg Series vol.3 - CD Audio di Miles Davis

Miles at the Fillmore. The Bootleg Series vol.3

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Miles Davis
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 4
Etichetta: Columbia
Data di pubblicazione: 25 marzo 2014
  • EAN: 0887654338129
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 87,29

Punti Premium: 59

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La registrazione di quattro concerti tenuti al leggendario Fillmore East di New York, per la prima volta raccolti nella loro forma integrale e rimasterizzati direttamente dai nastri originali. Con Miles Davis suonano Chick Corea, Keith Jarrett, Dave Holland, Jack De Johnette, Airto Moreira e Steve Grossman, a soli due mesi dalla pubblicazione di Bitches Brew.
Disco 1
1
Introduction
2
Directions
3
The Mask
4
It's About That Time
5
Bitches Brew
6
The Theme
7
Paraphernalia
8
Footprints
Disco 2
1
Directions
2
The Mask
3
It's About That Time
4
Bitches Brew
5
The Theme
6
Spanish Key (Encore)
7
The Theme (Encore)
Disco 3
1
Directions
2
The Mask
3
It's About That Time
4
I Fall in Love Too Easily
5
Sanctuary
6
Bitches Brew
7
The Theme
8
Miles Runs the Voodoo Down
Disco 4
1
Directions
2
The Mask
3
It's About That Time
4
I Fall in Love Too Easily
5
Sanctuary
6
Bitches Brew
7
Willie Nelson
8
The Theme
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Miles Davis Cover

    Trombettista statunitense di jazz. Dal '45 al '48 suonò con Charlie Parker, al cui stile contrappose un proprio solismo lirico e riflessivo, più parsimonioso di note; nel '48-49 si avvicinò al cool jazz (incisioni con Lee Konitz, Gerry Mulligan ecc.), distinguendosene per una più incisiva vena ritmica e pudicamente blues. Queste qualità, unite a un suono essenziale e lancinante, emersero più chiaramente negli anni successivi, durante i quali D. poté essere considerato il più originale musicista jazz fra l'esperienza bop e lo hard bop. Con lo storico quintetto fondato nel '55 (comprendente John Coltrane, Red Garland, Paul Chambers, e Philly Joe Jones) e con il gruppo del '58-60, sempre con Coltrane, D. utilizzò scale modali (assorbendo... Approfondisci
Note legali