Categorie

Il mio inverno a Zerolandia

Paola Predicatori

Collana: Best BUR
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 239 p., Brossura
  • EAN: 9788817075060

Età di lettura: Young Adult

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    maty

    27/01/2016 17.36.48

    libro bellissimo, finale, inaspettato

  • User Icon

    Marco

    28/06/2014 04.25.53

    Un romanzo che tutto sommato si lascia leggere, senza lasciare il segno però! La tecnica narrativa non convince, sono state utilizzate tematiche ormai ampiamente ribadite, che cercano di far breccia su un pubblico che tende a rispecchiarsi in protagonisti che, stereotipi di una narrativa ridondante, sono l'icona di un pessimismo generazionale e che sebbene possano aver convinto negli ultimi anni, hanno indotto lo scrittore di "primo pelo" ad intraprendere una strada che difficilmente esita in clamorosi insuccessi ma che non prelude al romanzo che fa parlare di se per originalità. Da Zero ai "numeri primi": passo davvero breve e facile da compiere per una agevole conquista narrativa? le aspettative create nei vari blog? ancora in piedi? Il venditore ambulante.

  • User Icon

    franca.ar

    09/07/2012 11.54.19

    Libro molto coinvolgente, anche questo letto in due giorni. Sempre molto tenere e toccanti queste storie di adolescenti a volte troppo esposti a tempeste emotive ed affettive in una delicata fase di passaggio all'età adulta.

  • User Icon

    fraggg

    04/07/2012 14.41.55

    Molto toccante, bello e profondo. Scrittore scorrevole e non banale. Si legge in un giorno. Super consigliato.

  • User Icon

    Chiara

    25/05/2012 08.57.47

    Io l'ho trovato molto molto bello! Carico di immagini ed emozioni! A me ha riempito il cuore! Brava!

  • User Icon

    Isa

    25/05/2012 08.51.16

    Se dovessi riassumere questo libro con un solo aggettivo direi "delicato". Lo consiglio!

  • User Icon

    Agata

    17/05/2012 17.45.26

    Adatto a lettori di fine scuola media e liceo che sicuramente potranno trovere intrigante questa storia. A parte qualche frase decisamente poetica non ho trovato nulla, nel romanzo,che potesse soddisfare il piacere di un lettore adulto.

  • User Icon

    milou

    15/02/2012 22.54.09

    Libro toccante e profondo, sulla sofferenza, la perdita ed il distacco, la difficoltà di comunicare e capirsi..è impossibile non affezionarsi ad Alessandra e Gabriele...consigliatissimo

  • User Icon

    frao

    10/02/2012 10.40.06

    bellissimo commovente scorrevole una brava scrittrice consigliato

  • User Icon

    Lady Libro

    08/02/2012 14.23.24

    Leggendolo si capisce subito che è un libro scritto da un'autrice esordiente, infatti come tutti i libri di questo genere ha i suoi pregi e i suoi difetti, non è un capolavoro ma non è nemmeno bruttissimo. Con gli occhi e la mente di Alessandra, una ragazza diciottenne, la storia si divide in due blocchi distinti ma al tempo stesso strettamente collegati: capitoli scritti in forma di diario che parlano di tutti i ricordi, le esperienze più significative e il forte dolore della protagonista per la morte della madre e altri, legati al presente, che narrano la vita scolastica di Alessandra e i suoi rapporti con i compagni di classe, in particolare con l'emarginato e problematico Gabriele con cui instaurerà una relazione. L'autrice è riuscita perfettamente a rendere l'idea del dolore della perdita, della malinconia e dei sentimenti provati da tutti i personaggi, ma se la parte contenustica è ben fatta, è quella strutturale il problema, dovuto all'uso spropositato di indicativi al posto dei congiuntivi (praticamente inesistenti in questo romanzo) e di un linguaggio fin troppo colloquiale e ricco dei tipici (e irritanti) intercalari adolescenziali. Non si capisce inoltre quale sia la scintilla che fa sbocciare la cosiddetta "storia d'amore" tra Alessandra e Gabriele e ho trovato la loro relazione molto fredda e distaccata, quasi come se fosse il nulla più totale. Il tutto è tristemente coronato da un finale deludentissimo che non soddisfa le aspettative e non arricchisce tutti i contenuti. Lo consiglio solo a chi vuole leggere qualcosa di leggero e non impegnativo.

  • User Icon

    chiara

    06/02/2012 23.17.17

    un libro che arriva dritto nello stomaco, dove cuore e ragione si incontrano per elaborare il lutto. Dove cuore e ragione si scindono e permettono ad Ale gli errori dell'adolescenza, le ingenuità e la durezza che ai suoi anni sono concesse. Una storia imperfetta, come imperfetta è la maggior parte delle vite.

  • User Icon

    roberta

    30/01/2012 08.01.17

    Divorato letteralmente. Bello, struggente.. Forse mi è apparso così "vero" perchè ha toccato corde del mio passato.

  • User Icon

    Gianna

    27/01/2012 11.47.51

    Toccante, disturbante, commovente. Un racconto semplice, con il ritmo di un video-clip. Ha una rude asprezza che riecheggia quella analoga del carattere della protagonista Alessandra, ed imprime alla narrazione il tratto caratteristico della gioventù. Il racconto in presa diretta di Alessandra è profondamente vero, una sorta di "torrente di coscienza" che oscilla tra le vicende quotidiane ed ordinarie: scuola, amici, incontri, sport, giri col motorino, e i momenti di acuto dolore e rimpianto per la madre appena morta, specie quando la porta chiusa della sua camera si impone come una presenza funesta nella casa vuota, abitata dalla nonna in lutto, e scatena nella mente la memoria e la perdita. Scansando sempre l'autocommiserazione, Alessandra mantiene uno sguardo limpido e dolente sulla vita, e rimane dalla parte "giusta", seguendo l'istinto della speranza. Lei è adorabile, e lo è anche questo romanzo dolce-amaro, che punge il cuore.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione