Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

I miracoli non si ripetono (DVD)

Les miracles n'ont lieu qu'une fois

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Les miracles n'ont lieu qu'une fois
Regia: Yves Allegret
Paese: Francia
Anno: 1951
Supporto: DVD
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 11,35 €)

Claudia, studentessa italiana trapiantata a Parigi, si innamora di Jerome. I due hanno un breve periodo di felicità in Toscana, ma la guerra li divide per lunghi anni. Jerome si è sposato, ha divorziato, ma pensa continuamente a Claudia. Lei vive con un uomo, ma pensa a Jerome. Quando finalmente si incontrano, l'amore vince ogni incertezza.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Golem Video, 2020
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 1957 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Francese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Jean Marais Cover

    Attore francese. Sopravvive con piccole parti a teatro prima di incontrare il poeta e commediografo J. Cocteau che diviene il suo Pigmalione e ne fa il protagonista delle trasposizioni cinematografiche dei suoi già celebri lavori teatrali: La Bella e la Bestia (1946), L'aquila a due teste (1948), I parenti terribili (1948) e Orfeo (1949), tutti diretti dallo stesso Cocteau. Seducente, volto intenso e mascella squadrata, si presta magnificamente a ruoli da eroe romantico, in particolare in drammoni in costume tipo Il segreto di Mayerling (1949) di J. Delannoy, Il tesoro di Montecristo (1954) di R. Vernay, fino a Napoleone ad Austerlitz (1960) di A. Gance. Sale di registro sotto la guida di autori del calibro di J. Renoir in Eliana e gli uomini (1956) e L. Visconti, con il quale lavora in Le... Approfondisci
  • Alida Valli Cover

    Nome d'arte di A. Maria Altenburger, attrice italiana. Di famiglia nobile, cresciuta in un ambiente ricco di stimoli culturali, studia al Centro sperimentale di cinematografia a Roma e subito la sua bellezza raffinata e sensualmente malinconica le vale le prime parti al cinema. L'esordio è in I due sergenti (1936) di E. Guazzoni, recita poi in altre tredici pellicole fino alla consacrazione a diva con Piccolo mondo antico (1941) di M. Soldati, dall'omonimo romanzo di A. Fogazzaro, in cui è una perfetta Luisa, la sensibile e straziata madre della sventurata Ombretta destinata ad annegare nel lago. Il suo repertorio recitativo si arricchisce poi di ogni tipo di ruolo anche se è più convincente nel melodramma sentimentale, in particolare nel controverso drammone, allora antisovietico, Noi vivi... Approfondisci
Note legali