Miracolo a Le Havre (DVD)

Le Havre

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Le Havre
Paese: Finlandia; Francia; Germania
Anno: 2011
Supporto: DVD
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 7,49

€ 9,99
(-25%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 8,99 €)

Ogni atto di gentilezza e rispetto può davvero causare miracoli

«Miracolo è la parola giusta da usare, per sintetizzare lo straordinario equilibrio tra intenzioni e realizzazioni, tra semplicità della messa in scena e poesia della recitazione e dei dialoghi»Il Corriere della Sera

«Riso e commozione sono da sempre colori presenti nella tavolozza di questo magnifico pittore di cinema, ma di rado capita di vederli così ben distribuiti sulla tela dello schermo»La Repubblica

«Le Havre è nato da questa disposizione d'animo, dalla scelta di affrontare un tema serio e grave come l'immigrazione, con la doppia lente della favola ironica e della passione cinefila»La Stampa

Marcel Marx, ex scrittore e noto bohémien, si è ritirato in una sorta di esilio volontario nella città portuale di Le Havre, dove sente di aver costruito un rapporto di maggiore vicinanza con la gente, che serve praticando l'onorevole ma poco redditizio mestiere del lustrascarpe. Abbandonata ogni velleità letteraria, vive felicemente dividendosi tra il suo bar preferito, il lavoro e la moglie Arletty, quando all'improvviso il destino mette sulla sua strada un piccolo profugo arrivato dall'Africa. Con Arletty gravemente ammalata e costretta a letto, ancora una volta Marcel deve affrontare il freddo muro dell'indifferenza umana armato solo del suo innato ottimismo e della solidarietà della gente del suo quartiere: ma contro di lui lavora la cieca macchina dello stato occidentale, questa volta rappresentata dalla polizia che lentamente stringe il cerchio intorno al bambino africano. Per Marcel è arrivato il momento di rimboccarsi le maniche, lucidarsi le scarpe e mostrare i denti.

Tra anacronismo e attualità, uno dei migliori Kaurismäki in assoluto

Trama
Il lustrascarpe Marcel Marx vive a Le Havre tra la casa che divide con la moglie Arletty e la cagnolina Laika, il bar del quartiere e la stazione dei treni, dove esercita di preferenza il proprio lavoro. Il caso lo mette contemporaneamente di fronte a due novità di segno opposto: la scoperta che Arletty è malata gravemente e l'incontro con Idrissa, un ragazzino immigrato dall'Africa, approdato in Francia in un container e sfuggito alla polizia. Con l'aiuto dei vicini di casa - la fornaia, il fruttivendolo, la barista - e la pazienza di un detective sospettoso ma non inflessibile, Marcel si prodiga per aiutare Idrissa a passare la Manica e raggiungere la madre in Inghilterra. 

  • Produzione: BiM, 2017
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 93 min
  • Lingua audio: Francese (Dolby Digital 2.0);Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; (Obbligatori; su; lingua; originale)
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Aki Kaurismaki Cover

    Nato in campagna, si trasferisce con il fratello Mika Kaurismäki a Helsinki dove vive facendo lavoretti umili, ma frequentando cinema e cineteche. Inizia a lavorare come critico critico cinematografico e, con il fratello Mika, fonda il Midnight Sun Film Festival di Sodankylä e la società di distribuzione Ville Alpha (chiamata così dal film Alphaville di Jean-Luc Godard) per poter girare i film che hanno in testa.Nel 1981, i due fratelli dirigono il film-documentario La sindrome del lago Saimaa, girato in riva al più grande lago della Finlandia a budget bassissimo. Poi sono opere classiche a ispirarlo, nasce così una rivisitazione finlandese di Delitto e Castigo e un anticapitalistico Amleto nel mondo degli affari. Il suo sguardo sul mondo proletario e... Approfondisci
  • Kati Outinen Cover

    Attrice finlandese. Esordisce nell’industria cinematografica accanto al regista finlandese T. Suominen nel 1980, con il lungometraggio Täältä Tullaan, elämä!. Recita in una ventina di pellicole, sperimentando generi diversi e lavorando soprattutto nella madre patria. Nel 2002 la sua interpretazione di Irma in L’uomo senza un passato di A. Kaurismäki le vale un premio come migliore attrice al Festival di Cannes. Verso la fine degli anni ’90 compare spesso in produzioni televisive, tra cui Dream, dream, dream (Sogno, sogno, sogno, 2002) di A. Alix. Approfondisci
Note legali