Categorie

Jerónimo Tristante

Traduttore: P. Spinato
Editore: Nord
Collana: Narrativa Nord
Anno edizione: 2008
Pagine: 412 p. , Rilegato
  • EAN: 9788842915270

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    moris

    15/02/2011 20.41.57

    Lettura piacevole, lineare e personaggi ben descritti! Unica nota stonata secondo me, molto prevedibile. Se non avete di meglio !

  • User Icon

    Anna M.

    28/06/2010 13.49.46

    Ottimo libro. Ben scritto, i personaggi e le ambientaziono sono descritte bene, ogni tanto diventa un tantino ripetitivo ma nel complesso una piacevole lettura.

  • User Icon

    Frank

    29/07/2009 13.07.59

    Come debutto non c'è male :-) Le ambientazioni e le descrizioni sono molto belle, il libro è scorrevole anche se a volte il ritmo rallenta diventando a tratti ripetitivo. Sicuramente un buon debutto ed un libro da leggere o regalare a qualcuno.

  • User Icon

    paola

    22/11/2008 12.53.31

    bellissimo libro scritto bene , analitico nei dattagli sia estetici(descrizione ambienti e persone) che nell'intrico della storia Sorpendente il carattere di alcuni personaggi e le cause che hanno portato ai loro comportamenti Ottimo Da regalare

  • User Icon

    davide

    12/10/2008 21.54.53

    il mio giudizio è senz'altro ke positivo... la storia è costruita su uno schema ben definito dallo scrittore. non è di facile intuizione il finale, anche perchè il lettore non ha davanti a sè tutti gli aspetti della storia. infatti saranno rivelati nel finale. inoltre trapela anche una storia d'amore che non guasta a fare da contorno a tutta la storia.

  • User Icon

    ales

    04/09/2008 11.34.18

    Sono molto indeciso sul voto...avrei dato anche il 5, però alcune cose non mi convincono ancora, per essere il primo libro è molto bello nel complesso, mai noioso e ben scritto, gli indizi lasciati nel libro per capire gli assassini sono molti infatti avevo già molti sospetti, questo non vuol dire che sia scontato anzi, i colpi di scena non mancano comunque, e per la risoluzione dei casi diciamo che forse uno è si molto affrettato ma...è stato un colpo di scena... buono, aspetto il prossimo

  • User Icon

    antonella

    27/07/2008 21.57.48

    Il libro non mi e' piaciuto.Inizialmente l'ho trovato interessante poi la scrittura e' diventata sempre piu' sciatta e la storia "il cosi'detto plot narrativo" banale e superficiale.

  • User Icon

    rosarita

    07/06/2008 10.09.15

    Per 300 pagine questo libro è eccellente, bella l'ambientazione, belli i personaggi... poi che succede? Quando sono necessarie trenta pagine di spiegazione dell'accaduto significa che l'autore non ha preparato bene il lettore, e che ha perso tempo su un genere (narrativo) per concludere con un altro(risoluzione di poliziesco). Comunque gli e' più congeniale il primo. Con un finale più semplice gli avrei battuto 5.

  • User Icon

    Daniele

    24/03/2008 09.16.37

    I commenti precedenti elencano tutto ciò che di buono e di brutto c'è in questo libro; di buono, una trama bene elaborata ed un'ambientazione vincente (anche se siamo a Madrid e non a Londra, lo stile della narrazione ricalca volutamente quello del romanzo vittoriano). Di brutto, una scrittura sinceramente piatta, ma basta sapere in anticipo che non si sta per leggere un romanzo di, per esempio, Philip Roth. Comunque il libro si legge d'un fiato (io ci ho messo due giorni)ed è una lettura rilassante. Ho scelto il libro per la copertina: nel mucchio di romanzi storici che assalgono le librerie oggigiorno il marketing può essere un arma vincente.

  • User Icon

    Domenico

    03/03/2008 01.13.22

    E incredibile come lo stesso libro da un lettore (Cristina) si prende il massimo e da un altro (Emiliano) si becca il minimo. Del resto "De gustibust non disputantum est" A me il libro nel complesso è piaciuto,si legge con facilità ,i personaggi sono si un tantinello stereotipati ma nel complesso simpatici e accattivantie bella l'ambientazione madrilena di fine ottocento. Il finale sinceramente non mi sembra di serie C anzi... Comunque aspettiamo eventuali nuove avventure di questo vice-ispettore madrileno per un giudizio definitivo

  • User Icon

    Emiliano

    25/02/2008 22.28.10

    Un libro che inizialmente desta molta curiosità grazie soprattutto ad un'ambientazione originale. Peccato che tutto finisca li. Il libro è una costante parabola discendente fino ad un epiologo da poliziesco di serie C. La buona volontà dell'autore rimane racchiusa in una scrittura banale, corredata da personaggi scontati, e qualche buona intuizione rimane fine a se stessa.

  • User Icon

    Cristina

    23/02/2008 10.14.58

    Veramente bello, ottima prova di un autore che spero avremo modo di conoscere meglio qui in Italia. Qualche ingenuità negli spunti (vedi il sopracitato paragone con Jack the ripper, o con la figura di Sherlock Holmes) è però ampiamente ripagata dalla fluidità della trama e soprattutto dall'ambientazione, curatissima. Fa venire voglia di visitare Madrid e di cercare altro scibile su quella che era la Spagna di fine Ottocento. Alterna a un sapiente uso dei colpi di scena (uno su tutti lo showdown finale) dei momenti di commovente lirismo. Altra nota di merito è la caratterizzazione dei personaggi secondari, come ad esempio Lola, che non sono assolutamente scontati. Spero vivamente che la Nord pubblicherà presto altri romanzi con protagonista Victor Ros. Nel frattempo, mi sento di promuovere a pieni voi "Il mistero di Casa Aranda" con un bel 5 tondo tondo.

  • User Icon

    lalli

    18/02/2008 14.54.13

    Questo libro e' leggero leggero ma molto gradevole. È simpatica l'idea di scrivere un vero e proprio romanzo vittoriano con tutti i tipici ingredienti (case popolate da spettri, serial killer di prostitute alla Jack the Ripper ed un'investigatore che sembra uno Sherlock Holmes con piu' cuore) ma che in realta' vittoriano proprio non si puo' definire perche' non e' ambientato nei vicoli nebbiosi di Londra ma in una Madrid solare.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione