Categorie

Massimo Carlotto

Editore: E/O
Collana: Tascabili e/o
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 223 p. , Brossura
  • EAN: 9788876419713

99° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati oppure usato:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Chiara

    25/02/2016 15.42.09

    Prova decisamente sottotono rispetto al brillante esordio de "La verità dell'Alligatore". Premetto che la vicenda non mi ha appassionato fin dalle prime pagine, perché le tematiche affrontate non incontrano il mio gusto personale. Ad ogni modo, la trama è convulsa, la maggior parte dei personaggi sono solo comparse e sembrano buttati lì per confondere ancora di più il lettore. Anche l'Alligatore viene stereotipato con il binomio blues / calvados e sembra subire passivamente le decisioni del fedele Rossini. Manca coinvolgimento e suspense, a tratti sembra di leggere stralci di cronaca locale. Ho fatto davvero fatica ad arrivare in fondo. Per il momento, non penso di proseguire con la serie.

  • User Icon

    angelo

    04/11/2014 22.52.56

    Ingredienti: un detective-alligatore a suo agio nei peggiori stagni, il mare di Sardegna e Corsica come sfondo alle sue ricerche, la parola "mangiabarche" come mistero da svelare, una gang di criminali minacciosi da decifrare con l'aiuto del cinema francese. Consigliato: ai suonatori di blues al ritmo di delitti, ai bevitori di calvados dal sapore di noir.

  • User Icon

    Dave

    15/09/2011 11.36.25

    Seconda puntata delle avventure della strepitosa coppia Alligatore - Rossini. Anche questo libro è bello, divertente, appassionante e scorrevole e si legge in pochi giorni. A differenza del primo però Carlotto fatica un po' di più con la trama che risulta leggermente convulsa ed a tratti tirata per i capelli. Stupende le descrizioni delle battute di caccia in Corsica, un po' troppo hollywoodiano il personaggio della killer. Comunque lo consiglio.

  • User Icon

    fabio j.

    08/06/2011 23.02.38

    Ottimo noir, anche se ambientazione e trama del primo romanzo della serie mi erano piaciuti di più. In ogni caso Carlotto si conferma un gran narratore.

  • User Icon

    marco

    07/10/2009 13.23.12

    Consiglio a tutti questo giallo: scorrevole, avvincente e simpatico. Penso che questa forse sia la mia preferita tra le avventure dell'Alligatore anche perchè oltre al nostro amico ex cantante di blus bevitore di calvados e al vecchio Rossini, personaggio al quale mi sono affezzionato per i suoi principi da malavitoso vecchio stampo, compare in sella alla sua moto il sardo d'oc Marlon Brundu.....e solo il nome è uno spasso! Complimenti come sempre a Carlotto che in questo campo è sicuramente il Migliore.

  • User Icon

    alex

    12/09/2007 12.51.19

    non mi è piaciuto.Piuttosto banale,trama poco credibile,personaggio principale autoreferenziale,ammazzamenti gratuiti. I personaggi non mi sono "entrati nella pelle", l'ho letto dopo "mi fido di te" che mi era piaciuto molto. Credo che del genere ci sia di meglio, a partire dal buon vecchio Camilleri oppure Fred Vargas.

  • User Icon

    Oscar Grimaldi

    03/09/2007 10.25.07

    La seconda avventura dell'Alligatore non delude le aspettative ed è anzi superiore, al libro di esordio dello strano detective Perfetto per una lettura estiva sotto l'ombrellone

  • User Icon

    Danilo

    22/11/2006 17.16.04

    Bravo Carlotto! Buon libro scritto bene ed avvincente una bella storia che tiene con il fiato sospeso fino all'ultimo.

  • User Icon

    Nicola

    18/11/2005 15.09.18

    Un pò dispersivo e infarcito da troppe citazioni musicali,ma la trama è avvincente e la coppia Buratti-Rossini in forma strepitosa!

  • User Icon

    JURI

    08/11/2005 22.04.42

    Il bello tra i belli: la saga dell'Alligatore è di quelle che saziano il palato e questo, dopo un primo piatto succulento, è il miglior secondo che si potesse desiderare. Poi sono arrivati i formaggi, la frutta, il dolce. Resto in attesa del caffè e mi aspetto che sia buonissimo, forte, poco zuccherato. Forza Massimo, vedi di non farmi aspettare troppo...

  • User Icon

    Denis

    03/05/2005 16.28.41

    Della serie dell'Alligatore è quello che mi è piaciuto di meno. Un pò tirato, specialmente la trama.

  • User Icon

    Silvia

    26/03/2005 15.39.35

    La miglior storia dell'Alligatore. Grande Carlotto!

  • User Icon

    elisabetta

    18/02/2005 17.41.32

    Anche secondo me è il libro migliore di Carlotto. Sarà anche che parla della città in cui vive, e che romanza (ma non troppo...) una storia vera, un inquietante e doloroso fatto di cronaca cittadina degli anni 80, famoso a Cagliari e non mai del tutto chiarito.

  • User Icon

    guido

    21/12/2004 15.00.19

    A mio parere il migliore della serie dell'alligatore. Scritto molto bene, ma non è una novità per carlotto. Qui a differenza di altri episodi il racconto è più lineare e non pecca ancora delle ripetitività e degli stereotipi degli episodi successivi. Qualche battuta gelida e geniale. Rossini in ottima forma Buratti più credibile e soprattutto poche divagazioni fuori tema. Molto bello.

  • User Icon

    francesco

    14/06/2004 11.04.18

    un alligatore che beve troppo e cade in balia dell'onda passionale. per fortuna che c'è l'ormai mitico rossini, coi suoi braccialetti al polso, con la sua forza mentale impressionante. prologo folgorante, trama volutamente appiccicosa e autointersecante, ma - e mi ripeto piacevolmente - narrazione ad altissimo livello. voto leggermente più basso in quanto il mistero di mangiabarche viene svelato con un escamotage da cinema americano. peccato.

  • User Icon

    Giuliana Pili

    27/11/2000 00.39.38

    Il mistero di mangiabarche un libro che ti tiene col fiato sospeso sino all'ultimo... Assolutamente da leggere se si conosce la città di Cagliari, la descrizioni dei luoghi, i locali, le strade... Marlon Brundu che viene ammazzato a Monte Urpinu, quando sollevo lo sguardo e vedo la statua di San Francesco non posso fare a meno di pensare a lui... Carlotto conosce bene Cagliari e i suoi abitanti, quando ti inoltri nella lettura è come se tu stesso fossi il protagonista, l'alligatore è un tuo amico... Forte!!!

  • User Icon

    SAURO SALVIA

    13/11/2000 17.55.48

    ...non ho "soltanto" letto questo libro,ci sono entrato nelle sue viscere e nei suoi meandri più intricati,catapultato da una narrazione epidermica:ho divorato le sue righe in terra sarda,dopo essere stato in Corsica,tra coincidenze coinvolgenti e sconvolgenti.Un film non gli renderebbe giustizia(...)e merito,ma sarei curioso di vedere Massimo Carlotto dietro la macchina da presa raccontare una delle sue storie.GRANDE.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione