Il mistero di Mangiabarche - Massimo Carlotto - ebook

Il mistero di Mangiabarche

Massimo Carlotto

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: E/O
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 765,23 KB
Pagine della versione a stampa: 223 p.
  • EAN: 9788866320807
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Seconda puntata delle avventure dell’Alligatore, ovvero Marco Buratti, investigatore non violento che ama il blues e beve Calvados. La sua sfiducia nella giustizia italiana (è stato condannato ingiustamente a sette anni di carcere) fa sì che preferisca farsi aiutare da un malavitoso di vecchio stampo come il suo amico Beniamino Rossini, piuttosto che ricorrere a giudici e poliziotti. Stavolta la vicenda si svolge tra la Sardegna e la Corsica: l’Alligatore ha ricevuto un incarico assai delicato, ovvero “rognoso”, che lo porterà a uno scontro senza esclusione di colpi con una banda criminale di eterogenea composizione – ex agenti dei servizi segreti italiani e francesi, trafficanti di droga e avvocati corrotti assoldati per stroncare l’indipendentismo corso. «Massimo Carlotto può ben essere considerato il miglior giallista italiano di oggi». Paolo Biamonte – Musica/La Repubblica «Forse il migliore scrittore di gialli made in Italy in circolazione». Benedetto Vecchi – Il Manifesto
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,19
di 5
Totale 3
5
0
4
2
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    silvia

    17/05/2020 18:15:51

    Carlotto sta diventando una garanzia per il mio gusto e per il mio stato d'animo attuale.Sì, stato d'animo, perchè Carlotto oltre ad essere uno scrittore originale, parla anche di vita vissuta e di sue esperienze passate.Non è proprio un libro che puoi leggere sotto il sole mentre sei sereno e rilassato. Questo libro deve essere gustato, capito e girato dentro ad un bicchiere giusto. Tra Calvados e sigarette(nessuna delle due cose sono di mio gradimento,ma poco importa) il protagonista Marco Buratti si trova catapultato in Sardegna per una indagine come al solito oltre ogni limite di legalità.Amore, amicizia, delinquenza, vendetta...quante cose in questo thriller tutto italiano...non posso che consigliarlo a tutti.

  • User Icon

    furetto60

    02/01/2020 14:16:29

    Confermo il giudizio rilasciato a La verità dell'Alligatore, anche se si nota una maggiore padronanza dei personaggi.

  • User Icon

    Chiara

    25/02/2016 15:42:09

    Prova decisamente sottotono rispetto al brillante esordio de "La verità dell'Alligatore". Premetto che la vicenda non mi ha appassionato fin dalle prime pagine, perché le tematiche affrontate non incontrano il mio gusto personale. Ad ogni modo, la trama è convulsa, la maggior parte dei personaggi sono solo comparse e sembrano buttati lì per confondere ancora di più il lettore. Anche l'Alligatore viene stereotipato con il binomio blues / calvados e sembra subire passivamente le decisioni del fedele Rossini. Manca coinvolgimento e suspense, a tratti sembra di leggere stralci di cronaca locale. Ho fatto davvero fatica ad arrivare in fondo. Per il momento, non penso di proseguire con la serie.

  • Massimo Carlotto Cover

    Massimo Carlotto è nato a Padova nel 1956. Scoperto dalla scrittrice e critica Grazia Cherchi, ha esordito nel 1995 con il romanzo Il fuggiasco, pubblicato dalle Edizioni E/O e vincitore del Premio del Giovedì 1996. Per la stessa casa editrice ha scritto: Arrivederci amore, ciao (secondo posto al Gran Premio della Letteratura Poliziesca in Francia 2003, finalista all’Edgar Allan Poe Award nella versione inglese pubblicata da Europa Editions nel 2006), La verità dell’Alligatore, Il mistero di Mangiabarche, Le irregolari, Nessuna cortesia all’uscita (Premio Dessì 1999 e menzione speciale della giuria Premio Scerbanenco 1999), Il corriere colombiano, Il maestro di nodi (Premio Scerbanenco 2003), Niente, più niente al mondo (Premio Girulà... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali