Mixing Colours - Vinile LP di Brian Eno,Roger Eno

Mixing Colours

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Brian Eno, Roger Eno
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 2
Etichetta: Universal
  • EAN: 0028948377725
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 32,49

Venduto e spedito da MASSIVE MUSIC STORE

Solo 1 prodotto disponibile

+ 6,99 € Spese di spedizione

Quantità:
VINILE

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 32,49 €)

Edizione in doppio vinile
Roger e Brian Eno esplorano la natura del suono nel loro primo album in duo.
Mixing Colours è un progetto che si è sviluppato in 15 anni nel quale entrambi gli artisti hanno attinto dalla loro lunga esperienza di compositori, interpreti e produttori, e rappresenta una pietra miliare nella loro collaborazione creativa nonchè il debutto sulla prestigiosa etichetta gialla. I diciotto paesaggi sonori dell'album invitano gli ascoltatori ad immergersi nello spazio infinito che si trova sotto la loro superficie. Mixing Colours crea ponti tra passato e futuro. Le composizioni di Roger evocano lo stile melodico nostalgico di Schubert, mentre il suono di Brian attinge al suo innovativo lavoro concettuale con la musica elettronica e al fascino del potenziale creativo dei nuovi media. Tutte le diciotto tracce della registrazione tranne una hanno titoli che richiamano un colore – ad esempio "Burnt Umber", "Obsidian" e "Verdigris" - paragonabili a quelli spesso associati a dipinti astratti. Insieme creano una profonda meditazione sullo spostamento di tonalità tonali e contrasti nel timbro. L’artwork dell'album riproduce dipinti astratti dell'artista Dom Theobald, tra cui una suggestiva opera donata da Roger a Brian.
Disco 1
1
Spring Frost
2
Burnt Umber
3
Celeste
4
Wintergreen
5
Obsidian
6
Blonde
7
Dark Sienna
8
Verdigris
Disco 2
1
Snow
2
Rose Quartz
3
Quicksilver
4
Ultramarine
5
Iris
6
Cinnabar
7
Desert Sand
8
Deep Saffron
9
Cerulean Blue
10
Slow Movement – Sand
  • Brian Eno Cover

    Compositore inglese. Nel 1971 fonda il gruppo dei Roxy Music dal quale si separa per dedicarsi alla sperimentazione, alle manipolazioni audio e video e all'attività di produttore di gruppi quali Devo, Talking Heads e U2. Nel 1975 battezza con ambient music un nuovo genere in cui applica strumenti elettronici a composizioni di struttura classica e in cui i suoni diventano l'elemento integrante di un preciso paesaggio naturale o antropizzato. Oltre ad «Apollo Atmosphere», composto per il documentario sull'allunaggio For All Mankind (Per tutto il genere umano, 1989) di A. Reinert, lavora alle colonne sonore di Dune (1984) di D. Lynch, The Million Dollar Hotel (2000) di W. Wenders, Sebastiane (1976) e Blue (1993) di D. Jarman. Notevole anche la partitura composta per The Jacket (2005) di J. Maybury,... Approfondisci
Note legali