€ 16,00

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

L'indagine intende offrire un contributo all'individuazione dei profili di rilevanza giuridica del c.d. mobbing, sintesi verbale con cui si designano le vessazioni, le angherie, le violenze, più o meno minute e/o reiterate, caratterizzanti i rapporti lavorativi. L'interferenza nella sfera giuridica della persona del lavoratore, rispettivamente nei contesti di azione ed in quelli risarcitori, pone un problema di regolamentazione giuridica e, segnatamente, di definizione degli strumenti di tutela, da rinvenirsi nell'assetto di regole, principi e valori fondanti il sistema, mentre è al vaglio dell'attuale legislatura l'esame di svariati progetti di legge che si propongono l'introduzione di apposita normativa. L'elaborazione del modello interpretativo del fenomeno ha coinvolto discipline diverse, afferenti il settore medico e legale, utilizzandone aspetti complementari, senza dar luogo ad una conoscenza sincretica, ma ad un discorso sempre critico e dogmaticamente fondato.
Gli autori del volume sono Nicola Botta, Carlo Longobardo, Rocchina Staiano, Augusto Zingaropoli.