Moby Dick o la balena - Herman Melville - copertina

Moby Dick o la balena

Herman Melville

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Cesare Pavese
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Edizione: 11
Anno edizione: 1994
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 ottobre 1994
Pagine: 588 p., Brossura
  • EAN: 9788845910951
Salvato in 258 liste dei desideri

€ 13,30

€ 14,00
(-5%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Moby Dick o la balena

Herman Melville

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Moby Dick o la balena

Herman Melville

€ 14,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Moby Dick o la balena

Herman Melville

€ 14,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (12 offerte da 14,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Il primo capitolo di Moby Dick comincia con una dichiarazione non umana, ma angelica. Call me Ishmael: chiamatemi Ismaele, non già mi chiamo Ismaele. Non ha importanza il nome del protagonista narratore, ma ciò che egli simboleggia. Ismaele è l'uomo che si sa dotato di una superiorità non riconosciuta dal mondo: il primogenito di Abramo è un bastardo cacciato nel deserto, fra altri reietti; là impara a sopravvivere a questa morte, in perfetta solitudine, indurito contro le avversità." (Elémire Zolla) Questa edizione presenta la traduzione di Cesare Pavese.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,65
di 5
Totale 25
5
19
4
3
3
2
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Antonello Arcuri

    14/06/2020 17:32:49

    Melville mi piaceva da sempre. Poi ho trovato questa traduzione di Cesare Pavese e il piacere è diventato amore. Un capolavoro. Credo che questa versione sarebbe piaciuta anche all'Autore perché restituisce la poesia del manoscritto in lingua originale. Da leggere assolutamente

  • User Icon

    paquito63

    17/05/2020 20:27:44

    Bellissima traduzione di pavese, ineguagliata da quella del pur bravo ottavio fatica. Che dire ? Tra tutti gli scrittori dell'ottocento americano Herman Melville è sicuramente il più potente e disperato, e Moby Dick è la punta di diamante di quella sua opera multiforme e immensa, la più famosa ma anche la più bastevole a conoscere l'indole e il pensierio del suo creatore. Un pensiero fatta di sguardi fissi e coraggiosi davanti all'immenso e allo sconosciuto, di una lotta eterna che l'uomo, prima che contro la natura, lotta con se stesso. Consigliato !

  • User Icon

    Stefano

    17/05/2020 11:27:14

    Moby Dick è vita, Moby dick è morte. Moby Dick è passione, vendetta, meraviglia è malvagità. Una figura allo stesso tempo semplice e complessa che detta le molteplici sfaccettature della vita e della morte. Isamele, giovane Marinaio che decide di imbarcarsi su una baleniera in cerca di una avventura per allontanarsi dai fardelli dell'esistenza, incontra Achab: un vecchio capitano ossessionato da una balena con la quale ha avuto uno spiacevole incontro in una vita precedente e di cui intende vendicarsi. Attraverso la figura della balena Isamele comprenderà l'universalità dell'esistenza. Con la traduzione di Cesare Pavese e la penna di Herman Melville, questa opera è ciò che può essere inteso come Romanzo Mondo o Grande Romanzo Americano che spazia dalla Narrativa all'Enciclopedia toccando svariate tematiche grazie ad una storia in cui la realtà viene interpretata nei suoi diversi strati

  • User Icon

    Silvanas66

    15/05/2020 23:14:49

    Libro eccezionale, tutti ne hanno sentito parlare ma pochi hanno avuto il piacere o l occasione di leggerlo. Seppur lo si trovi facilmente online e nelle librerie, questa versione è davvero bella, partendo dalla copertina fino alla qualità della carta.

  • User Icon

    Fabrizio

    14/05/2020 19:57:52

    Moby Dick come tutti i capolavori si leggono a più livelli. E' la storia dello scontro tra un vecchio marinaio e la balena, tra l'uomo ed una forza della natura. E' la storia della ricerca di sè stesso del protagonista, Ismaele....ed è la storia della nascita di una nazione giovane, gli Stati Uniti d'America, con gli archetipi che ne popolavano quei primi tempi pioneristici. E' un romanzo ottocentesco -voluminoso- ma scorre bene, intriso com'è anche di un umorismo efficace e genuino. Questo libro marca la nascita della letteratura americana. Qui è proposto nella iconica traduzione di Cesare Pavese.

  • User Icon

    Stefano

    14/05/2020 16:42:30

    Moby Dick è vita, Moby dick è morte. Moby Dick è passione, vendetta, meraviglia è malvagità. Una figura allo stesso tempo semplice e complessa che detta le molteplici sfaccettature della vita e della morte. Isamele, giovane Marinaio che decide di imbarcarsi su una baleniera in cerca di una avventura per allontanarsi dai fardelli dell'esistenza, incontra Achab: un vecchio capitano ossessionato da una balena con la quale ha avuto uno spiacevole incontro in una vita precedente e di cui intende vendicarsi. Attraverso la figura della balena Isamele comprenderà l'universalità dell'esistenza. Con la traduzione di Cesare Pavese e la penna di Herman Melville, questa opera è ciò che può essere inteso come Romanzo Mondo o Grande Romanzo Americano che spazia dalla Narrativa all'Enciclopedia toccando svariate tematiche grazie ad una storia in cui la realtà viene interpretata nei suoi diversi strati.

  • User Icon

    Annarita

    13/05/2020 20:59:43

    Bellissimo libro, che mi ha lasciato un sapore di sole, di vita, di mare e tanto profumo. Assieme alla balena il mare è l'altro protagonista assoluto! Vorrei riportarvi uno stralcio ma non so davvero quale scegliere...

  • User Icon

    Andrea C.

    11/05/2020 16:03:36

    L'ho riletto di recente e l'ho trovato ancora avvincente, come tanti anni fa. Un'opera immortale, che vale sempre la pena leggere

  • User Icon

    stefania74

    11/05/2020 11:07:02

    Non dimenticherò mai la struggente profondità di questo romanzo. L'incipit è uno dei più commoventi della letteratura universale, da leggere e rileggere, da saggiare lentamente.

  • User Icon

    Danilo

    01/02/2020 14:32:19

    Qui, in questo capolavoro, muore alla lettura anche il più incallito lettore. È un libro totale, abissale, definitivo. Pensare che Melville lo ha scritto in appena un anno e mezzo, a poco più di trent'anni, sacrificandogli una sicura carriera da buon scrittore, lo rende uno dei casi più prometeici della storia delle lettere; non ha mai saputo, Melville, di aver lasciato all'umanità una mirabile sintesi ed una infinita espansione della stessa. Inarrivabile, non basta una vita per contenerlo. Il tutto che deflagra nella carta: "Moby Dick, or the Whale".

  • User Icon

    Riccardo

    04/12/2019 15:14:37

    Un libro che presenta diversi livelli di lettura. Una bella avventura che si intreccia con il senso della vita. Da leggere per lasciarsi prendere dalla disperata caccia alla balena bianca.

  • User Icon

    Melissa

    24/09/2019 20:28:56

    Tra tutti gli scrittori dell'ottocento americano Herman Melville è sicuramente il più potente e disperato, e Moby Dick è la punta di diamante di quella sua opera multiforme e immensa, la più famosa ma anche la più bastevole a conoscere l'indole e il pensierio del suo creatore. Un pensiero fatto di sguardi fissi e coraggiosi davanti all'immenso e allo sconosciuto, di una lotta sempiterna che l'uomo, prima che contro la natura, intraprende con se stesso.

  • User Icon

    Alessandro

    07/01/2019 20:00:53

    Opera immortale, impreziosita dalla traduzione di Cesare Pavese che, al netto di qualche errore, rende magnificamente le atmosfere del libro.

  • User Icon

    Leonora

    21/09/2018 16:43:52

    Carina la storia, ma sinceramente ho trovato i capitoli descrittivi decisamente superflui

  • User Icon

    PaoloS6

    18/09/2018 20:44:23

    L'ho scoperto tardi, avendolo considerato per lungo tempo, un libro per bambini/ragazzi, complici le innumerevoli edizioni illustrate. Si tratta invece di un'opera monumentale, bellissima e terribile al tempo stesso. Un libro poetico come pochi, dove religione, scienza, filosofia e psicologia si fondono con l'avventura creando un vero capolavoro. Una parte del merito va sicuramente anche alla bellissima traduzione di Cesare Pavese.

  • User Icon

    Chiara

    18/09/2018 12:03:20

    Mi sono avvicinata a questo libro con sacro terrore. Terrore di restare delusa e terrore di annoiarmi. Beh la noia è praticamente impossibile. Se avete voglia di catapultarvi in un altro secolo, altra geografia e un mondo a noi praticamente sconosciuto, quello dei balenieri, questo è il vostro libro e non vi annoierà. Ci sono tante digressioni, tanta avventure che come scatole cinesi si aprono davanti ai nostri occhi. C'è molta più azione, anche se spesso solo narrata, che non mi aspettavo e che rende il libro sempre nuovo e coinvolgente. Ci sono le descrizioni delle balene, delle loro diverse tipologie e comportamenti, senza parlare delle citazioni iniziali su questi bellissimi animali. Molto più piratesco ed, è vero, anche teatrale, di quanto pensassi. Probabilmente da rileggere con più attenzione per poter dare 5 stelle. Già solo l'idea di scrivere un libro sulle balene è geniale e poesia pura. Nonostante tutti i racconti e descrizioni, la balena resta un bellissimo e poetico mistero.

  • User Icon

    Eufrosine Piras

    30/03/2017 15:08:19

    Bellissimo. Ricco di riflessioni sulla vita ,sull'esistenza. Pagine intense da leggere e rileggere per la loro bellezza .Tutti i problemi esistenziali vi sono affrontati e descritti con grande efficacia e chiarezza.Un libro di filosofia direi.L'ho letto in seguito alla lettura del libro di Aresu "Filosofia della navigazione",dove viene citato e analizzato per diverse pagine.....Da consigliare vivamente.

  • User Icon

    Michele Bettini

    14/01/2016 18:58:52

    Nell'eterna lotta tra il Male e il Bene resta da definire se il Male è una balena, o meglio la natura, che non vuole soccombere, o un capitano che la vuole uccidere, senza risparmio di rischi e di mezzi (pochi), per celebrare il proprio personale trionfo. La risolutezza del capitano è determinata da un mito: l'imprendibilità della balena bianca. E' una sfida che la rivoluzione industriale sta per rendere possibile, ma il comandante non vuole affidarsi alle "nuove generazioni". E' la guerra alla maniera di Hitler, senza compromessi, dove l'uomo non vuole addomesticare il nemico designato, né umanizzarlo, ma distruggerlo, per affermare il primato dell'uomo tra tutti gli esseri viventi. Resterà solo un marinaio in vita, come se designato dalla stessa balena, o predestinato quale prova vivente e testimone della morte di Achab e tutto il suo equipaggio. Come tutte le grandi storie si presta a varie interpretazioni religiose e sociali, ossia una utopia e i suoi catastrofici effetti. E' estendibile ad ogni situazione che vede l'uomo al cospetto di una forza a lui superiore. L'utopia è figlia del dolore e della disperazione, che a volte sono fecondi di benèfici effetti morali, artistici e filosofici e ciò accade di rado. La balena è bianca e questo sinistro dettaglio cromatico eccita nel biblico cuore di Achab un delirio di visioni metafisiche e il bravo cacciatore di balene si convince che ha il dovere di vendicarsi ad ogni costo, accoppando quel candido simbolo del male. Per inseguire il suo fine, la distruzione del "Male", Achab ha bisogno di gregari e li trova nei marinai del Pequod, la celebre baleniera. Per riuscire in questa impresa deve infondere nell'equipaggio un po' del proprio entusiasmo, destare in esso una confusa brama di redenzione e di gloria. Moby Dick è soprattutto una grande e possente tragedia, che ha stregato ogni genere di narrazione. Il film CHATO, con Charles Bronson, era un adattamento western di questo racconto, il più espressivo di sempre.

  • User Icon

    Simone

    02/11/2015 09:40:36

    Moby Dick non è un libro, Moby Dick è il ritratto dell'umanità. Insieme racconto epico, biblico, avventuroso, drammatico, psicologico, scientifico, l'opera di Melville è un capolavoro letterario. Per me ha rappresentato un viaggio appassionante in un mondo, quello della baleneria, a me sconosciuto, caratterizzato dalla sfida dell'uomo alla natura e quindi ai suoi limiti. I passaggi memorabili sono tantissimi e le dissertazioni scientifiche ed enciclopediche non fanno che arricchire un libro già di per sé meraviglioso. È una lettura fondamentale.

  • User Icon

    rebecca

    21/07/2015 14:57:37

    "Io lascio un bianco e torbido solco, acque pallide, volti più pallidi, dovunque io navighi. Flutti gelosi si gonfiano lungo le fiancate per sommergere la mia traccia. Facciano pure, ma prima, io passo." Maestoso.

Vedi tutte le 25 recensioni cliente
  • Herman Melville Cover

    Di ascendenza olandese per parte materna e bostoniana e calvinista per parte paterna, dovette interrompere gli studi a causa del fallimento e della morte del padre. La perdita repentina dell’eden di un’infanzia felice lo segnò precocemente. Terzo di otto figli, dopo vani tentativi di trovare un lavoro stabile, attraversò per la prima volta l’Atlantico come mozzo sulla nave Highlander diretta a Liverpool: il primo di una lunga serie di viaggi che avrebbero fornito il materiale avventuroso ai suoi primi libri e un ricchissimo campionario di metafore alle opere maggiori. Nel 1841, dopo aver peregrinato all’Ovest e al Sud, fece vela per il Pacifico sulla baleniera «Acushnet»: disertore, dopo più di un anno, alle isole Marchesi, visse per... Approfondisci
Note legali