Categorie

Tonio Hölscher

Traduttore: U. Gandini
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2008
Pagine: VI-161 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788806192297
Il libro di Tonio Hölscher, piccolo per il formato tascabile, ma non certo per i contenuti, riassume in modo puntuale l'evoluzione dell'arte greca dall'età arcaica al periodo ellenistico: attraverso il supporto di eloquenti illustrazioni, mille anni di arte greca vengono esaminati e messi a confronto con un linguaggio semplice, ma scientifico. Si tratta di un'agevole introduzione alla storia della cultura greca, di grande interesse sia per gli studiosi del settore che per i lettori curiosi di avvicinarsi all'argomento, che già dal titolo manifesta l'intento dell'autore: non un'analisi dell'arte in sé e per sé, bensì una disamina delle espressioni artistiche del mondo greco, specchio del contesto storico, religioso e filosofico, in una parola culturale, che fu culla di tante opere d'arte ancora oggi celeberrime. La ragione di questa fama è da ricercare nel significato delle opere d'arte che furono, sin dalle origini, coinvolte profondamente nella vita sociale dell'individuo: le raffigurazioni di divinità, eroi, personaggi famosi o semplici popolani, scene pubbliche o private, rivestivano un ruolo importante nell'evocazione di concetti che andavano ben oltre la semplice espressione artistica. Esse erano collocate nei santuari, nei templi, nelle piazze, sulle tombe; le immagini erano vitali, create in funzione di una percezione collettiva negli spazi pubblici e per questo il loro significato variava a seconda del contesto culturale e politico che le aveva direttamente o indirettamente commissionate: il mondo delle immagini era il mondo stesso delle persone reali. Con queste premesse Hölscher invita quindi a coglierne il significato più profondo, non chiedendosi quale intento abbia avuto l'artista nel realizzarle o come gli osservatori abbiano potuto comprenderle, quanto piuttosto cercando di capire come la collettività abbia vissuto insieme a esse.
Paola Da Pieve