Categorie

Jostein Gaarder

Traduttore: M. Podestà Heir
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Edizione: 42
Anno edizione: 1994
Pagine: 550 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830412309

scheda di Rigotti, F., L'Indice 1995, n. 2

Siamo almeno in due in Italia a essere convinte che "Il mondo di Sofia" sia il più bel libro di filosofia uscito negli ultimi dieci anni. Che poi sia "anche" un best-seller è un'altra faccenda: ci sono libri che meriterebbero di esserlo e non lo sono, altri che non lo meriterebbero e lo diventano: meglio che a diventarlo siano anche libri degni come questo. "Il mondo di Sofia" è un romanzo, ma anche e piuttosto un giallo; è stato scritto in una lingua poco praticata come il norvegese da un insegnante medio di Bergen, al quale è riuscita un'opera di divulgazione filosofica (che non ha nulla in comune con gli scritti di De Crescenzo) chiara e comprensibile: una carrellata sul pensiero storico occidentale dai presocratici a Sartre. Come quella dei manuali del liceo: con la differenza che qui la "fictio" vuole che ci sia una giovane pupilla, Sofia Amundsen, che viene indottrinata da un misterioso "tutor", Alberto Knox, del quale la madre sospetta che faccia ben altre cose che non istruire filosoficamente la ragazza. Invece la vicenda è castissima e vede muoversi sulla scena, oltre ad Alberto e Sofia e naturalmente Platone, Aristotele, Cartesio, Kant e, soprattutto e misteriosamente presentato, Berkeley, un'amica di Sofia, Jorunn, la madre di Sofia più una serie di comparse che fanno gustose apparizioni e che rispondono ai nomi di Cappuccetto Rosso, Noè, Paperino, Robin Hood ecc., più il misterioso Albert Knag, padre di Hilde Moller Knag, una ragazza coetanea di Sofia. Gli ultimi due si infilano nella storia come personaggi di finzione ma finiscono, man mano che la narrazione procede, per scardinare tutti gli altri personaggi e mettere questi al livello di finzione innalzando loro stessi a quello di realtà. Gaarder è autore di diversi altri libri per ragazzi, che magari sarebbe interessante pensare di tradurre, e anche "Il mondo di Sofia" si qualificherebbe come tale se non fosse benissimo adatto anche agli adulti. Diciamo che si consiglia ai ragazzi e agli adulti che amano la filosofia e i bambini, fattori che secondo Gaarder più che autoescludersi si confermano a vicenda. Filosofare vuol dire rispondere a domande sul senso del mondo e della vita e chi più e meglio dei bambini sa porre tali domande, richiedendo risposte non fumose ma il più chiare possibili?

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Stefano

    14/08/2016 10.36.45

    Una grande, e sincera, delusione. L'abbinamento fra la parte romanzesca/narrativa e quella didattica/divulgativa in effetti non è molto riuscito, ma non è questo il vero aspetto negativo. Nel giro di poche decine di pagine, dopo un inizio più che accettabile sulla filosofia presocratica, il libro si rivela per quello che è. Tristemente. Un'opera di indottrinamento religioso cristiano. Nessuno scrupolo a ricorrere a forzature, censure, distorsioni pur di ricondurre tutto il cammino filosofico umano al riconoscimento dell'imprescindibile verità religiosa cristiana. Pur di indurre il lettore, che si presuppone giovane e "disarmato", a tale assunzione di fatto. Dal gemellaggio fra Socrate e Gesù allo spazio dato a Paolo di Tarso e alla professione di fede cristiana, per continuare col modo con cui sono descritte le posizioni filosofiche di Spinoza, Hume e altri. (Per tacere di alcune "assenze") Filosoficamente insomma, un lavoro scorretto, disonesto (credenti o no, basta avere una buona preparazione generale per riconoscerlo). Amarezza è lo stato d'animo che questo libro, così osannato da molti, mi ha lasciato.

  • User Icon

    danilobasile

    19/08/2015 21.00.32

    Idea originale ma l'esecuzione un pastrocchio, un mattone incredibile, una storia senza senso. Una libro costruito mettendo forzatamente insieme due filoni diversi. Da una parte le lezioni di filosofia a puntate e dall'altra, alla fine di ogni lezione, la storia di una bambina a cui accadono via via cose sempre più surreali. Un crescendo di aspettativa che si dissolve nel nulla assoluto.

  • User Icon

    Manu

    08/04/2015 22.44.31

    Certo: non aspettatevi un capolavoro,ma si tratta di una storia originalissima e ben raccontata.

  • User Icon

    Marco piovano

    07/09/2014 22.35.27

    Bellissimo! Ovviamente da leggere sapendo che si tratta di un'opera (riuscita) di carattere divulgativo e non di un testo specialistico.

  • User Icon

    Giulia

    28/08/2014 16.19.08

    "Il mondo di Sofia" è uno di quei libri che non possono mancare nella nostra libreria. Il romanzo è una lezione di storia e di filosofia, spiegate meravigliosamente e allo stesso tempo con una semplicità disarmante. Contemporaneamente "Il mondo di Sofia" è un piccolo giallo, con dei misteri da svelare: "Chi sono Hilde e il maggiore?" "Come pensa il padre di Hilde di fare gli auguri alla figlia se questi ultimi arrivano su una cartolina a Sofia?" Il racconto è divertente, appassionante e non risulta pesante, cosa che ho apprezzato molto dal momento che un libro articolato intorno a un corso di filosofia avrebbe potuto diventare noioso dopo un pò. Non è così. Nella storia incontrerete anche Aladino e Cappuccetto rosso, la piccola fiammiferaia e molti altri... "Il mondo di Sofia" è un racconto per adulti e ragazzi, per tutti coloro che cercano ancora disperatamente di aggrapparsi al "pelo del coniglio" e che continuano a chiedere il "perchè" delle cose, senza accontentarsi delle risposte scontate. Chi si sente ancora un pò bambino troverà tra le pagine di questo libro la magia che aleggia intorno alle fiabe, condita con l'entusiasmo di cui solo i bambini sono capaci. Eppure "Il mondo di Sofia" non è solo un libro educativo o una storia per ragazzi, è molto di più. Questo romanzo apre le porte stesse del nostro essere, scardina le nostre convinzioni e ci ricorda che siamo esseri viventi, che questa nostra vita è un breve respiro ma che ciò che siamo e ciò che ci circonda sono così meravigliosi, così incredibili che, forse,vale la pena di affrontare la morte per contribuire a questo grandioso spettacolo di magia che è il mondo.

  • User Icon

    Leopoldo Roman

    15/01/2014 17.23.53

    Giunto alla fine, mi ha deluso! Fino a metà ho trovato interessante la storia della filosofia raccontata in parallelo a quella dei protagonisti. Poi la storia di Sofia ed Alberto, di Hilde e del maggiore è divenuta un po' troppo fantastica, almeno per i miei gusti, ed anche contorta e sconclusionata. In sostanza mi sono perso. Decisamente "il maggiore ha esagerato con il suo gioco di ombre cinesi". Non lo rileggerei, viste anche le 550 pagine.

  • User Icon

    Stefania

    11/01/2014 17.18.22

    Un bellissimo libro che spiega la storia della filosofia. Non è di lettura semplicissima, nel senso che il racconto è lungo e in alcune parti anche molto dettagliato, ma perfetto per adolescenti vogliosi di imparare.

  • User Icon

    Alessandro

    27/12/2013 22.54.52

    Storia nella storia.Infatti il libro si divide in due filoni:la storia della filosofia(dai miti fino ad arrivare ai giorni nostri), l altra la storia fra Sofia e Alberto(il suo maestro di filosofia)....e

  • User Icon

    Paolo

    04/01/2013 10.05.30

    La filosofia è una cosa seria. La filosofia non si impara nemmeno sui testi di scuola, figuriamoci in un libro follemente divulgativo. Ciò che mi ha però colpito è la trama; è proprio ciò che fa da cornice all'insufficiente spiegazione della filosofia a contenere degli spunti filosofici interessanti. Tuttavia lo stile è oltre ogni dire banale. Tra alti e bassi, il giudizio non può che essere appena mediocre.

  • User Icon

    lilimarlene

    09/12/2012 17.14.01

    Un libro molto bello,per un adolescente o per una persona che si sta avvicinando alla filosofia per la prima volta,non lo consiglierei invece ad un esperto o ad un laureato in filosofia,perchè sono cose che già si sanno.

  • User Icon

    Andrea Colucci

    02/08/2012 17.04.16

    Un libro che puó appassionare anche coloro ai quali non va giù o addirittura "odiano", se così possiamo dire, questa disciplina. Appassionante in quanto non annoia il lettore, il quale si trova di fronte a due testi: quello filosofico da una parte e quello avventuroso dall'altra con al centro il dialogo quasi misterioso tra la ragazza Sofia e il filosofo Knox. Da non perdere!!!

  • User Icon

    Paolo80

    13/07/2012 21.57.16

    E' un libro molto originale. Mi è piaciuto lo consiglio.

  • User Icon

    Davide

    06/05/2012 23.45.04

    Non ci sono parole o scritte che possano dire quello che penso in questo momento,nonostante sia arrivato appena alla metà del libro mi sento di esprimere un giudizio,il più alto possibile per un autore che ha saputo raccontare in Parole semplici millenni di ragionamenti fatti da uomini assolutamente normali,io che ammetto di aver sempre ignorato e schifato la filosofia probabilmente Grazie a questo favoloso autore proverò almeno ad interessarmi di più all'argomento grazie di averci insegnato a STUPIRCI ancora.ciao knox

  • User Icon

    filippo nox

    16/04/2012 08.21.46

    Una storia ben strutturata, un piacevole ripasso di filosofia spiegata ai "non addetti ai lavori". Consigliato

  • User Icon

    Luigi

    29/01/2012 20.03.26

    Edificante, divertente, istruttivo, giocoso, avvincente, chiaro, intrigante... un vero gioello.

  • User Icon

    Paola

    14/11/2011 10.46.43

    Ho chiuso il libro e mi sono detta: bene. Scrivere una recensione de 'il mondo di Sofia' sarà un'impresa titanica. E infatti lo è. Le parole quasi non mi vengono. Vorrei iniziare spiegando perchè ho dato a questo romanzo un voto discreto, non eccellente. Mi è piaciuta la trama, il racconto era impostato davvero in maniera originale, ma il più delle volte ho riscontrato varie difficoltà nel proseguire. Il pensiero di certi filosofi è trattato a volte in estrema chiarezza, con esempi 'terra-terra' a titolo esplicativo; altre volte, purtroppo, vi sono passaggi che ho dovuto rileggere più volte per comprendere appieno. Ora: avendo già studiato la maggior parte di queste cose al liceo, perchè invece che confermare ciò che avevo studiato, il libro ha messo in crisi molte delle cose che credevo di aver capito? Gaarder ha sconvolto tutto il mio piccolo mondo e mi ha imposto di mettere tutto, nuovamente, in discussione. Va quindi reso merito all'autore, assolutamente non scontato. Però è anche vero che, al momento della scoperta portante di tutto il libro, riguardante il rapporto Sofia-Hilde, ho trattenuto a stento la delusione. Espediente letterario necessario, sì, ma mi aspettavo tutt'altra cosa, probabilmente. In ogni caso è un libro che consiglio perchè apre la mente, gli occhi ed il cuore.

  • User Icon

    teresa

    03/09/2011 18.32.06

    a malincuore mi dissocio. pur essendo uno tra gli autori che preferisco, non ho trovato per niente entusiasmante questo libro. molto meglio per esempio l'enigma del solitario.

  • User Icon

    Enrico

    14/07/2011 19.23.08

    libro stupendo..filosofia..storia del mondo e dell'uomo..da leggere!!!

  • User Icon

    05/03/2011 11.07.54

    Non sempre il libro si è mostrato chiaro e scorrevole. Grazie ad esso,però, mi sono fatta un'idea su cosa sia davvero la filosofia

  • User Icon

    elisabetta

    19/09/2010 17.40.19

    non avevo mai letto un libro tutto dedicato alla storia della filosofia (a parte il libro che studiavo al liceo) e mi è parso subito interessanti. ho capito molti filosofi che mi erano sembrati ostici in passato e lo consiglierei ai ragazzi come lettura per avere un approccio alla materia. a parte alcune parti piuttosto noiose e all'intreccio della storia delle due bambine è un bel libro interessante ed educativo.

Vedi tutte le 117 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione