Categorie

Jared Diamond

Traduttore: A. Rusconi
Editore: Einaudi
Collana: Saggi
Anno edizione: 2013
Pagine: IX-504 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788806214524

“Subito in cima alle classifiche degli Stati Uniti”: è lapidaria la frase con cui l’editore presenta questo nuovo avvincente saggio di Jared Diamond. Per noi lettori italiani è difficile comprendere come un volume prettamente dedicato alla paleo antropologia possa aver riscosso un tale successo, eppure se si pensa che l’autore è il medesimo che ha pubblicato nel 1998 il long seller “Armi, acciaio e malattie”, si comprende bene che, in certi casi, anche l’argomento più ostico può essere divulgato con discreto successo.
Questa volta Jared Diamond si concentra sulle bande e le tribù che presentano maggiori differenze con i popoli moderni, ovvero quelle che hanno vissuto fino a pochi anni fa nel completo isolamento, lontani dalla civiltà, negli angoli più remoti del pianeta.
Tra questi luoghi la Nuova Guinea è senza dubbio uno dei più straordinari: lì esistono ancora più di un migliaio di tribù «primitive». A decenni dalle sue prime esperienze sul campo - il suo primo viaggio in Nuova Guinea risale al 1964 - il grande paleoantropologo racconta le repentine trasformazioni di questa terra in un libro ricco di storie e di avventure straordinarie, che ci insegna cosa da quel mondo possiamo ancora imparare.
Un intento davvero ambizioso, in teoria questo libro potrebbe abbracciare tutti gli aspetti della cultura umana di tutti i popoli vissuti negli ultimi 11.000 anni. Invece, onde evitare di scrivere un volume dalla mole enciclopedica, l’autore si sofferma solo su alcuni campi di indagine: l’infanzia e l’educazione dei figli, le pratiche della vita quotidiana, il trattamento degli anziani, l’uso delle lingue, gli stili di vita salutari, la risoluzione pacifica dei conflitti, la religione e la guerra.
Un’analisi approfondita delle società tradizionali, ma anche un racconto avvincente esposto con grande affabulazione, il libro di Diamond ha l’ambizione da un lato di indicare le buone pratiche che i popoli hanno perso, come la capacità di evitare le malattie, ma anche il permanere delle cattive abitudini, come l’aggressività verso gli altri popoli e il senso di possesso del territorio.
Il mondo fino a ieri è «un passo ulteriore, personale e sentito» rispetto ad Armi, acciaio e malattie , un libro in cui l’autore si muove con grande abilità tra passato e contemporaneo suscitando quella particolare fascinazione che deriva dalla possibilità di conoscere persone a noi tanto simili sebbene, per molti versi, incomprensibili.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio

    15/01/2017 15.51.44

    Interessantissimo saggio di Jared Diamond pubblicato in Italia nel 2013. Lo scrittore analizza le società tradizionali, cercandone gli aspetti positivi che gli occidentali hanno perso per strada. Parla di educazione, di salute, di giustizia, di conflitti, di religione e di linguaggi, facendo proposte piuttosto concrete come eliminare il sale e gli zuccheri dalle diete, perchè nelle società tradizionali non esiste il diabete e non si muore per malattie cardiovascolari. Invita insomma a recuperare aspetti utili di quelle società che tanto primitive in fondo non sono.

Scrivi una recensione