La montagna vivente - Nan Shepherd - copertina

La montagna vivente

Nan Shepherd

0 recensioni
Scrivi una recensione
Traduttore: C. Capararo
Collana: Passi
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 26 aprile 2018
Pagine: 176 p., Brossura
  • EAN: 9788868338534
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 10,50

€ 14,00
(-25%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 14,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Il libro più bello che sia mai stato scritto sulla natura e il paesaggio» - The Guardian

"Adesso, credo, capisco almeno un poco perché il buddista si reca in pellegrinaggio su una montagna. Il viaggio stesso fa parte della tecnica attraverso cui si ricerca la divinità. È un viaggio dentro l'Essere; perché mentre penetro più in profondità nella vita della montagna, penetro anche nella mia. Per un'ora sono oltre il desiderio. Non è estasi, non è quel balzo fuori dal sé che rende l'uomo simile a un dio. Io non sono al di fuori di me ma dentro di me. Sono. Conoscere l'Essere. È questa l'ultima grazia accordata dalla montagna."

Nato dal fuoco, scolpito dal ghiaccio, rifinito dal vento, dall'acqua e dalla neve: il massiccio dei monti Cairngorm, nella Scozia nordorientale, chiamato anche «l'Artico della Gran Bretagna», è il protagonista di questo capolavoro della letteratura di alpinismo. L'autrice, la scrittrice scozzese Nan Shepherd, lo ha esplorato per tutta la vita, percorrendolo in lungo e in largo in un eterno ritornare, scoprire, ricordare. «Eterno» perché muoversi negli spazi di queste montagne, vibranti delle energie che operano da milioni di anni nell'universo, significa per lei entrare in contatto con la vera essenza della natura e di se stessi. In quel moto che è al tempo stesso contemplazione, i sensi si acuiscono per percepire suoni, colori, profumi e consistenze e la mente li accompagna, dapprima rapita e poi forte di una nuova consapevolezza. Chi ha dimestichezza con la montagna conosce questa pienezza nella rarefazione, questa vertigine così vicina al filosofare nel suo senso più originario; ma Nan Shepherd ha trovato meglio di chiunque le parole per descriverla. Ognuno di noi ha un luogo - una montagna, ma anche un bosco, un sentiero, un fiume, una vallata - nei confronti del quale prova un intimo senso di appartenenza. "La montagna vivente" è il libro da portare con sé per compiere ancora una volta quell'escursione prediletta.
  • Nan Shepherd Cover

    Nan Shepherd (1893-1981) è stata una scrittrice e poetessa scozzese. Si è laureata nel 1915 all’Università di Aberdeen e ha insegnato Letteratura inglese per più di quarant’anni. Camminatrice e appassionata di giardinaggio, ha trascorso lunghi periodi sui monti Cairngorm, amandoli e percorrendoli senza stancarsi mai, alla ricerca della loro vera essenza. Il suo libro La montagna vivente (Ponte alle Grazie 2018), scritto durante la Seconda guerra mondiale, è stato pubblicato in Inghilterra solamente nel 1977, diventando subito un classico, più volte ristampato e tradotto in diverse lingue. Si ricorda anche il suo romanzo La casa del tempo, pubblicato in Italia da Elliot nel 2018. Approfondisci
Note legali