Traduttore: A. Ferrero
Editore: Instar Libri
Collana: Narrativa/Mente
Anno edizione: 1999
Pagine: 192 p.
  • EAN: 9788846100351
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Il nero contrario di Merlino, ecco Morgana. Solo l'incanto verde dei suoi occhi rimane intatto, da quando a due anni accoglie Merlino come padre e maestro, a quando per l'ultima volta lo fissa, prima di addormentarsi per sempre, accanto ad Artù, nell'immenso mausoleo di Avalon. Nel frattempo l'indissolubile legame d'amore e odio che tiene avvinte queste tre vite ha creato e distrutto un mondo. Nella Valle senza Ritorno, al riparo delle scogliere di Avalon, la formidabile Regina cerca nel crimine individuale la vendetta contro il male che domina l'universo. La sua mente è gelida come il marmo del tavolo di dissezione su cui scruta l'uomo. Unica sua debolezza è l'amore incestuoso per il fratello Artù.

€ 7,23

€ 14,46

Risparmi € 7,23 (50%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 


scheda di Bertini, M. L'Indice del 2000, n. 06

Dopo aver dedicato a Merlino, nel 1989 (Instar Libri, 1994), una biografia immaginaria che rielaborava liberamente spunti tratti dal ciclo arturiano, Michel Rio ha ora ricreato, con lo stesso metodo, la figura e le vicende di Morgana. N‚ fata benefica, quale la descrissero i pi— antichi testi del ciclo, n‚ maga lasciva e crudele, quale divenne nei poemi pi— tardi, la Morgana di Rio Š piuttosto un'incarnazione della scienza, con le sue contraddizioni, la sua disumanit… e la sua irresistibile forza di seduzione. Art—, che rappresenta la mistica della cavalleria, e Merlino, che impersona invece la saggezza, la ameranno entrambi, di ambiguo e invincibile amore. In lei dovranno per• riconoscere l'implacabile distruttrice della loro pi— cara creazione, il mondo della Tavola Rotonda; perch‚ Morgana Š l'ombra che ne accompagna lo splendore e ne annuncia la fine. La scrittura tersa di Michel Rio - ben resa dalla traduttrice - imbocca spesso la strada accattivante dei facili filosofemi new age; la incorniciano fantasiose illustrazioni, tratte questa volta da un antico codice irlandese.

Mariolina Bertini