Categorie

Alan Bradley

Traduttore: S. Bertola
Editore: Mondadori
Collana: Strade blu
Anno edizione: 2011
Pagine: 328 p. , Brossura
  • EAN: 9788804610847

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Laura

    07/01/2015 10.58.06

    Secondo libro che ha come protagonista Flavia de Luce, geniale e, per certi versi, insopportabile ragazzina con la passione per la chimica, ed in particolare i veleni, curiosa osservatrice e investigatrice in erba. Grande rilievo è dato alla caratterizzazione dei personaggi. Oltre alla famiglia di Flavia, le terribili sorelle, il padre distratto, la dinamica zia Felicity, la governante e il fidato tuttofare, in questa storia compaiono il vicario e un giovane tedesco, prigioniero di guerra, amante della letteratura inglese e delle sorelle Bronte in particolare; nonché, la campagna inglese degli anni '50, descritta con dovizia di particolari, che diventa anch'essa protagonista. Dopo una partenza lenta - per circa cento pagine non succede praticamente nulla - il romanzo ingrana con un'appassionanate descrizione di uno spettacolo di marionette e dello scenario fiabesco del teatrino in cui si muovono i vari "pupazzi". Giallo di "atmosfera", che richiama Agatha Christie. Piacevole.

  • User Icon

    Becky

    07/07/2013 19.31.53

    Quando ti innamori di un mondo immaginario la consolazione più grande è quella di sapere che puoi continuare a frequentarlo con nuove storie ancora per un po'. "La morte non è cosa per ragazzine" è il secondo romanzo della serie che ha come protagonista Flavia de Luce. La 'tranquilla' vita di Bishop's Lacey viene arricchita questa volta dalla presenza di burattinai famosi e Flavia si troverà a dover districare ben due misteri lontani nel tempo. Sebbene abbia trovato questo romanzo meno brillante del primo, rimane impareggiabile il mio affetto nei confronti di Flavia e del suo ambiente, tutto sommato una buona seconda puntata.

  • User Icon

    Carlotta

    14/03/2013 17.16.53

    Campagna Inglese anni 50.Conosciamo questa terribile undicenne Flavia De Luce,anima libera,un misto di furbizia,di autentica inteligenza,particolarmente intraprendente.Piccolo genio della chimica,oltre a questo una vocazione per gli intrighi.In questa occasione la strana morte di un burattinaio e un vecchio caso riguardante un bambino.I personaggi di contorno ben caratterizzati,le antipatiche sorelle,un padre indifferente,paesani simpatici e antipatici.E' il 2 episodio che vede protagonista Flavia.Presentata come narrativa per ragazzi,ritengo sia più adatta a lettori più che adolescenti,Inizio lento,ingarbugliato,poi via verso unm finale imprevisto.Belle de descrizioni della campagna.Lettura gradevole.

Scrivi una recensione