I mostri (Blu-ray)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Dino Risi
Paese: Italia
Anno: 1963
Supporto: Blu-ray
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 12,90 €)

Una galleria di personaggi in cui si rispecchiano i vizi e le contraddizioni dell'Italia del Boom

Salace panoramica sulla società contemporanea con le sue contraddizioni, i personaggi che fanno epoca, certe situazioni tipiche del nostro tempo

«All'insegna della critica più sferzante, della satira più graffiante, senza un filo di forzatura o di compiacimento o di indulgenza o di complicità»Paolo D'Agostini

«In bilico tra un barzellettiere d'epoca e la ricostruzione grottesca di un mondo che esiste sul serio»Film TV

"I mostri" di Dino Risi è un mosaico composto da venti episodi che hanno in comune il fatto di essere tutti ambientati nell'Italia degli anni '60 quando il Boom rende espliciti non solo la capacità di innovare e produrre, ma anche i vizi e le contraddizioni di una società sempre più legata al tornaconto economico. Una galleria di personaggi sempre diversi, a tratti caricaturali, interpretati con eccezionale abilità istrionica da Gassman e Tognazzi.

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    m.

    20/11/2018 08:56:55

    Spettacolare non per gli effetti speciali, ma per la crudezza con cui rappresenta la realtà... come uno schiaffo.

Dal maestro Dino Risi, uno sberleffo all'Italia del boom con Gassman e Tognazzi in stato di grazia

Trama

Una salace panoramica sulla società contemporanea con le sue contraddizioni, i personaggi che fanno epoca, certe situazioni tipiche del nostro tempo. Non manca qualche spunto amaro o pungente fornito con abilità e perizia sia dai protagonisti dei venti episodi che dal regista.

  • Produzione: Cecchi Gori, 2018
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 123 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS-HD Master Audio 2.0);Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1 16:9
  • Contenuti: Album di famiglia. Intervista a Ricky Tognazzi, Nicola Guaglianone e Gabriele Mainetti parlano de "I mostri"
  • Vittorio Gassman Cover

    "Attore e regista italiano. Nell'infanzia trascorsa tra Genova, Palmi e poi (definitivamente) a Roma, al seguito del padre ingegnere edile tedesco, già preannuncia un temperamento artistico esuberante e mercuriale. Allievo dell'Accademia d'arte drammatica, si impone come uno dei più dotati attori della propria generazione, in grado di affrontare sia i ruoli del repertorio classico (Amleto, Otello, Adelchi, Oreste) sia quelli del teatro moderno (Un tram che si chiama desiderio), lavorando con le compagnie più prestigiose e sotto i registi più importanti (in particolare L. Squarzina e L. Visconti). Nel 1954-55 fonda una propria compagnia, conservando sempre il gusto per la provocazione (da Kean, genio e sregolatezza, 1955, di Dumas padre, a Affabulazione, 1977, di Pasolini, fino a Ulisse e la... Approfondisci
  • Ugo Tognazzi Cover

    "Attore e regista italiano. Di umili origini, frequenta il teatro in maniera dilettantesca, prima di intraprendere una carriera di successo nella rivista, abilissimo nel cucirsi addosso i panni di macchiette occasionali e di caricature fulminanti. Il sodalizio con R. Vianello gli apre le porte della televisione di stato in Un, due, tre (1954-59), fortunato programma televisivo che raccoglie scenette e parodie incentrate esclusivamente sulla coppia di comici – perfetti nello scambio di battute e complementari nei tipi, azzimato e svagato Vianello, terrigno e fisico T. – destinato a una conclusione anticipata a causa dell'irriverenza di uno sketch sull'allora presidente della repubblica Gronchi. Chiusa all'improvviso l'esperienza televisiva, si può dedicare maggiormente al cinema, dove è attivo... Approfondisci
  • Marisa Merlini Cover

    Attrice italiana. Bruna, procace, dotata di una simpatia innata, appena diciassettenne esordisce con successo nella rivista. Due anni dopo debutta sul grande schermo e in breve si impone come una delle migliori caratteriste del cinema italiano del dopoguerra. Interprete di un’enorme quantità di pellicole (soprattutto comiche, genere a lei particolarmente congeniale), non dimentica il palcoscenico e in varie occasioni si lascia tentare dalla televisione. Levatrice e madre non sposata che conquista (ma inutilmente) il cuore del maresciallo De Sica in Pane, amore e fantasia (1953) di L. Comencini, è poi una turista malinconica in Tempo di villeggiatura (1956) di A. Racioppi (ruolo con cui vince il Nastro d’argento) e un’allegra prostituta in Dramma della gelosia, tutti i particolari in cronaca... Approfondisci
Note legali