Mr Klein (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Joseph Losey
Paese: Italia
Anno: 1976
Supporto: DVD
Salvato in 19 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 9,99 €)

Robert Klein è un alsaziano agiato, intento ad arricchirsi ulteriormente nella Francia collaborazionista di Pétain. Il caso gli fa scoprire l'esistenza di un suo omonimo di origine ebrea, ricercato dalla polizia a causa delle leggi antisemite. Il suo destino è ormai segnato; a poco a poco il destino dell'altro Klein diventa il suo. Dopo un tentativo di emigrazione, Klein finisce invece sullo stesso treno piombato in partenza per un lager, insieme con il suo omonimo.
4
di 5
Totale 4
5
3
4
0
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    G

    03/09/2020 10:53:33

    Sembra un film uscito dalla penna di Kafka. Bello veramente.

  • User Icon

    G

    05/07/2020 08:32:02

    Sembra un film uscito dalla penna di Kafka. molto bello.

  • User Icon

    Lorenzo

    17/05/2020 08:13:02

    Dò una stellina (giusto perché devo metterne una) non certo per il film, ma per la qualita dell'edizione dvd, davvero pessima. C'è infatti solo l'audio italiano, senza altre lingue e sottotitoli, e manca un qualsiasi straccio di extra che avrebbe bisogno anche di un bel restauro. La Titanus-01 Distribution ha fatto le cose in piena economia (peggio quasi della A e R collection) a sfregio di un capolavoro come questo, che meritava ben altra cura.

  • User Icon

    Ross

    12/05/2020 22:08:57

    Un film che vinse il Cesar. In questa pellicola Delon da prova di una profondità recitativa particolare, si apprezza il gran lavoro di Delon nella cura di questo personaggio, valorizzandone molto la sfera psicologica. Vale la pena prenderne visione

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: Titanus, 2017
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 119 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0)
  • Formato Schermo: 1,66:1
  • Alain Delon Cover

    Attore francese. Un’infanzia infelice e una giovinezza avventurosa, comprensiva di battaglie nella Legione straniera, gli temprano lo spirito e lo muniscono di una grinta mascherata dal volto angelico per quanto virile. Arriva al cinema dopo il congedo e si fa notare nel giallo di R. Clément Delitto in pieno sole (1959), in cui interpreta il primo di una lunga serie di personaggi «belli e dannati» che lo renderanno il divo di Francia simbolo degli anni ’60 e ’70. Amato anche dal cinema italiano, lavora con L. Visconti in Rocco e i suoi fratelli (1960) e in Il Gattopardo (1963), M. Antonioni che lo dirige in L’eclisse (1962) e con V. Zurlini in La prima notte di quiete (1972). Sempre al centro di travagliate cronache mondane e sentimentali, consacra la propria fama in alcuni fra i migliori... Approfondisci
  • Massimo Girotti Cover

    Attore italiano. Studente in legge dal fisico atletico (è stato campione di nuoto), grazie alla sua prestanza fisica nel 1939 ottiene una piccola parte in Dora Nelson di M. Soldati. Diventa improvvisamente uno degli attori più amati dal pubblico con La corona di ferro (1941) di A. Blasetti. Dopo aver interpretato un aviatore italiano prigioniero in un campo di concentramento greco nel film di propaganda bellica Un pilota ritorna di R. Rossellini (1942), viene notato da L. Visconti, che gli affida il ruolo di protagonista – insieme a C. Calamai – in Ossessione (1943), in cui la sua fisicità viene sfruttata in chiave tragica (con Visconti tornerà a lavorare nel 1954 in Senso, nei panni del patriota Ussoni). Dopo il successo di In nome della legge (1949) di P. Germi – in cui è un pretore inviato... Approfondisci
  • Jeanne Moreau Cover

    "Attrice francese. Studia al prestigioso Conservatoire, l’Accademia d’arte drammatica parigina, e viene accolta nei ranghi della Comédie-Française in cui assimila l’impostazione classica e la confidenza con la tecnica. I suoi esordi cinematografici non le prospettano parti memorabili, pur in pellicole del calibro di Grisbi (1954) di J. Becker. La svolta avviene grazie a L. Malle, che in Ascensore per il patibolo (1958) le cuce addosso la parte di Florence, la moglie fedifraga che induce l’amante a ucciderle il marito. La forza innovatrice del film, già imbevuto di precetti Nouvelle vague, trova nella bellezza ambigua, tutt’altro che rassicurante, della protagonista una vera musa e la candida al successivo Les amants (1958), sempre di Malle, film scandaloso per l’epoca, incentrato sulla sensualità... Approfondisci
Note legali