Categorie

Henning Mankell

Traduttore: G. Puleo
Editore: Marsilio
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
Pagine: 517 p. , Brossura

53° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Gialli - Narrativa gialla

  • EAN: 9788831706711

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elisabetta

    18/02/2017 18.13.37

    Il thriller non è mai stato il mio genere, tutt’altro. Mankell però è l’eccezione che conferma la regola. Qualche anno fa, nonostante fossi fortemente prevenuta e dubbiosa, per non offendere un’amica che me lo aveva prestato con tanto entusiasmo, lessi ‘La quinta donna’. Sia sufficiente dire che, da quel momento, acquistai tutti i libri della serie e li lessi (ad eccezione degli ultimi due) con grande entusiasmo. Mi piace lo stile asciutto dello scrittore e, nonostante io sia un’amante di libri classici con una forte componente descrittiva, apprezzo moltissimo i dialoghi incalzanti presenti in questi romanzi moderni. Gli intrecci sono meticolosi e la suspence tocca spesso vette molto alte. I personaggi, poi, sono davvero veritieri. Wallander è talmente credibile da divenire reale; si impara a conoscerlo libro dopo libro, lo si vede maturare, invecchiare e ci si affeziona a lui e alle sue debolezze di uomo comune quasi fosse un amico. ‘Muro di fuoco’ è il penultimo libro della serie e, come i precedenti, mi ha assorbita talmente tanto che l’ho terminato in una manciata di giorni. Davvero bello e ben sviluppato. Ora mi resta soltanto l’ultimo capitolo (L’uomo inquieto) ma non mi sento pronta a salutare il caro Kurt, quindi ne rimanderò la lettura a tempi più propizi. Mankell è stato un grande scrittore in grado di farmi appassionare a un genere che io in genere detesto. Per questo lo apprezzo doppiamente e lo consiglio a chiunque voglia leggere qualcosa di appassionante e coinvolgente.

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    16/09/2015 08.45.49

    Ho scoperto tardi il commissario Wallander. I romanzi di Mankell sono estremamente coinvolgenti e questo in particolare. Lo consiglio a tutti, anche ai non amanti del giallo. Ben scritto, pieno di situazioni stimolanti, ben descritta la Svezia e la psicologia dei suoi abitanti, ottimamente delineato il commissario con le sue paure di invecchiare, ilesue manie, le sue abitudini...Da leggere.

Scrivi una recensione